Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

In questi giorni di blocco totale, le attività delle Sezioni della Campania e della Basilicata sono continuate in modalità diversa.

Senza violare alcuna disposizione di contenimento sanitario, i nostri Presidenti hanno posto al servizio delle comunità locali non solo risorse finanziarie ma anche risorse di beni materiali e tanta organizzazione di risorse umane.

 L’attenzione alle esigenze del territorio e l’utilizzo delle  relazioni  personali  hanno confermato l’ esistenza di una componente   immateriale unica che costituisce la chiglia della nostra barca , ovvero l’ossatura portante che dà la dimensione della nostra forza : la coesione dei soci e la reazione alle avversità.

Legati da passione per il mare , ma legati strettamente al territorio della costa ed alle sue genti, tutti i Presidenti hanno dapprima deliberato con decisione unanime ed immediata la donazione di una disponibilità di 1.600,00 euro all’Ospedale Pascale nei primi giorni convulsi dello sviluppo della pandemia nella Regione

Consapevoli delle potenzialità delle proprie strutture e con la volontà di dare un ulteriore contributo mirato alle dotazioni dei reparti dello stesso ospedale, nel giro di pochi giorni hanno promosso la raccolta tra i propri soci di una somma di oltre 12.000,00 euro.

Ma perdurando le criticità del sistema sociale hanno individuato in questi giorni  mille modalità per collaborare ad affrontare questa emergenza in maniera diversa e forse più utile del danaro.

A tale proposito ricordiamo che una Sezione nel Cilento si è costituita promotrice di una raccolta particolare : trovare nel più breve tempo possibile presso soci ed  amici le maschere monofacciali usate da appassionati subacquei da  trasformare in presidio sanitario inedito e di difficile reperibilità.

Infatti, queste maschere, complete di valvole costruite con stampanti in 3D da una giovane azienda  locale, sono diventate accessorio prezioso per diventare un supporto respiratorio della  terapia pre-intensiva.

Operazione svolta con la regia del Presidente di Sezione e con la consulenza del medico specialista amico.

Ad oggi questa iniziativa, promossa dal Sindaco e sviluppata con un tam tam tra soci ed amici ha procurato  oltre 120 pezzi che sono stati affidati  per il tramite del Comune agli Enti Sanitari Regionali .

Altri Presidenti  hanno attivato tutte le conoscenze personali e dei soci  utili alla realizzazione di mascherine sanitarie, mentre altri hanno acquistato a costi accessibili le mascherine di importazione presso gli amici della Sezione.

Questi presidi sanitari sono stati consegnati a vari Enti che ne avevano lamentato la difficile reperibilità , ovvero il  Comune del luogo, i Volontari della Protezione Civile, e vari  Enti di Assistenza.

Nel fare un computo totale , tra costruite ed acquistate, nelle due Regioni, finora sono state raccolte e distribuite oltre 5.000 mascherine.

Alcune Sezioni hanno messo a disposizione i propri locali dove alcuni soci  volontari, hanno  raccolto generi alimentari ceduti da aziende locali per poi  provvedere a confezionare  e  smistare in pacchi assortiti alle famiglie secondo le indicazioni del Comune o del Parroco.

In una sinergia che da loro stessi è stata definita  “Magica” , tre Presidenti di  Sezione della Basilicata hanno ottenuto, con il supporto tecnico di alcuni consiglieri, la riconversione provvisoria della produzione di una  azienda che  in una settimana ha realizzato circa duemila gambali indispensabili  per la protezione del personale nei reparti Covid e purtroppo  mancanti nei presidi locali.

Gli stessi sono riusciti a procurarsi molte confezioni di gel disinfettante che ha accompagnato la consegna dei gambali

In altri Comuni vi è stata la disponibilità personale di alcuni Presidenti e di tanti soci a supportare l’Ufficio di Assistenza Sociale del Comune per la distribuzione di pasti caldi alle famiglie di anziani .

Lo slancio di solidarietà collettivo non è avvenuto solo verso i propri concittadini:  Una Sezione della Campania  è rimasta vittima di un grave furto nei locali  non frequentati per il blocco delle attività .

Questa circostanza ha lasciato indisturbati i ladri che hanno sottratto computers, coppe, danaro e suppellettili varie : un vero saccheggio.

Anche questa notizia ha suscitato nelle Sezioni consorelle una gara di solidarietà. Si ha notizia che presto con i fondi ricevuti questa Sezione potrà riprendere , un po’ a fatica , il cammino intrapreso.

Comunque, la terza fase di questa  emergenza di solidarietà è ancora in corso. Finchè vi saranno i presupposti, le Sezioni continueranno a rispondere  alle esigenze del territorio.

La Lega Navale Italiana Sez. Palermo Centro e il Ricamificio La Nuvola, hanno dato vita ad un’iniziativa per aiutare i palermitani in difficoltà a causa dell’emergenza e della quarantena per contrastare il Coronavirus, che ha portato la maggior parte delle attività produttive a fermarsi e privare molti dei beni di primissima necessità.
Con una donazione di almeno 10 euro si potrà partecipare all’iniziativa benefica, acquistando una t-shirt. Il ricavato sarà devoluto, per intero, all'Associazione Francesca Morvillo Onlus che provvederà alla distribuzione di generi alimentari alle famiglie in difficoltà dei vari quartieri palermitani.
Nella prima settimana richieste sono state richieste già 120 magliette e raccolti 1.265 euro. L’iniziativa continua…
 
Chi fosse interessato può contattare il 3898083087.

Anche per il 2020, la Lega Navale Italiana organizza i corsi estivi di vela, canottaggio e canoa presso i propri Centri Nautici Nazionali di Sabaudia, Ferrara e Taranto.

Sotto la guida di qualificati istruttori della L.N.I., i ragazzi potranno godere di questa esclusiva opportunità di socializzazione con i propri coetanei e formazione negli sport nautici. I corsi sono aperti ai Soci della Lega Navale Italiana e, per coloro che non sono iscritti, la tessera verrà rilasciata dal Centro Nautico al momento dell'arrivo.

ATTENZIONE ALLE MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE!

Le domande di frequenza ai corsi dovranno essere inviate alla Presidenza Nazionale L.N.I. – Ufficio Scuole e per conoscenza al Centro Nautico prescelto, tramite e-mail, fax o anche via posta.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire secondo le seguenti finestre temporali:

1° - 2° - 3° turno:     dal 04/05 al 13/05

4°  - 5° turno:           dal 18/05 al 27/05

 

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

 

Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento, è possibile rivolgersi all'Ufficio Scuole della Presidenza Nazionale ai seguenti recapiti:

 

LEGA NAVALE ITALIANA
Presidenza Nazionale – Ufficio Scuole

Via Guidubaldo Del Monte, 54 - 00197 - ROMA

Telefono: 06.809159211

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile: Signora Sandra Fabbri

Continua l’impegno della Lega Navale Italiana per aiutare la popolazione e la Protezione Civili durante l’emergenza coronavirus. La sezione Trasimeno, infatti, si sta impegnando fattivamente:  “L’iniziativa – fa sapere il presidente della sezione Lago Trasimeno della Lega Navale italiana, Jean Pierre Capolsini – è partita su sollecitazione di un nostro socio infermiere che aveva bisogno di materiale sanitario per il nuovo centro per fronteggiare l’emergenza per l’epidemia da Covid-19 a Città di Castello. Ci siamo subito mobilitati in, collaborazione con la Protezione civile per autorizzazioni e controllo della merce, siamo riusciti a consegnare circa 1000 mascherine più copri-scarpe e camici”.

I soci dell’associazione nautica, inoltre, hanno donato 1.000 euro alla Protezione civile e 200 alla Misericordia di Magione.

Mentre l’Italia e il mondo intero sono bloccati, la realtà marinaresca della Lega Navale Italiana non si ferma e va avanti.

L’amore per il mare non può e non deve assolutamente essere fermato da un virus invisibile, ed è per questo che molte sezioni LNI, nonostante alcuni eventi siano stati inevitabilmente annullati, stanno portando avanti, tramite web, progetti e piani di lavoro già organizzati da tempo.

La sezione di Milano, ad esempio, sta organizzando da qualche giorno un’iniziativa molto interessante e soprattutto utile, dal nome “Pronti a salpare, impariamo la vela”, destinato ai più piccoli, completamente gratuito e ovviamente online!

Un ottimo modo per ingannare il tempo per i piccoli amanti del mare e per i loro genitori.

Non solo lezioni di vela, ma si stanno predisponendo anche corsi di preparazione alla patente nautica sempre tramite piattaforme online, sia nel capoluogo Lombardo, che in altre città. C’è chi invece organizza videoconferenze sulle regole di Regata, su come diventare un perfetto posaboe, o lezioni in pillole di meteo come nel caso delle sezioni di Giulianova o di Firenze-Prato.

Repentina è stata anche la risposta della sezione di Procida che promuove non solo l’hashtag #distantimauniti – con protagonisti i soci della sezione stessa ritratti in foto, in cui allungano il braccio l’un l’altro tanto da sembrare vicini pur essendo distanti – ma anche corsi di didattica online per i ragazzi più esperti, ai quali si propone il perfezionamento delle proprie abilità e delle proprie strategie di regata.

La sezione di Palermo ha risposto molto bene alle chiusure forzate della sede causa covid-19 ed ha organizzato serate su piattaforme online allo scopo di mantenere costante il contatto con i soci, continuando a parlare della passione marinaresca che li lega. Inoltre, dato il successo di questa iniziativa, la sezione di Palermo ha deciso di allargare i collegamenti online, presentando la rubrica “4 chiacchere in banchina”, appuntamenti in videochiamata, senza temi specifici, ma semplicemente per stare insieme. Qui ognuno può parlare di ciò che vuole, tranne che del COVID-19!

Ma se da un lato si organizzano attività ludiche e divertenti, dall’altro si progettano spledide iniziative di solidarietà, alle quali hanno già partecipato molte delle sezioni della Campania e Basilicata, la sezione di Scauri, Peschici, Palermo, Giulianova e Lago Trasimeno.

Ma non si può non pensare anche al futuro e a quello che succederà dopo l’emergenza sanitaria che sta colpendo il mondo, e pertanto i soci e le sezioni della Lega Navale Italiana stanno già guardando avanti.

La LNI ha infatti aperto, solo qualche giorno fa, le iscrizioni ai corsi estivi “Sulla Cresta dell’Onda 2020”, presso i propri Centri Nautici Nazionali di Sabaudia, Ferrara e Taranto. Le Felpe Blu di Ferrara, ovvero i ragazzi del corrispettivo centro nautico, stanno già pianificando, tramite riunioni online chiamate Homeeting (cioè riunioni fatte da casa) le giornate previste per quest’estate.

Così come sono già state organizzate dalla sezione di Milano per Agosto 2020 le Crociere scuola, quest’anno dirette in Grecia sulle tracce di Ulisse.

Tra i tanti progetti, che ci auspichiamo possano riprendere il più presto possibile, vi sono anche quelli dedicati all’ambiente.

Il concorso LNI-MIUR “Insieme cambiamo la rotta”, atto a sensibilizzare i giovani delle scuole al rispetto dell’ambiente, all’inquinamento da plastica e all’importanza dei cambiamenti climatici è ancora in sospeso. Avrebbe dovuto, infatti, concludersi con la premiazione il giorno 24 Aprile 2020, ma a causa di forze maggiori, che tutti conosciamo perfettamente, il termine di scadenza per la presentazione degli elaborati è da destinarsi, così come la premiazione. Pertanto, cosa aspettate a partecipare?

Slitterà, probabilmente, anche l’inizio, previsto per i mesi di maggio e giugno, del progetto a difesa, tutela e monitoraggio dei nostri mari A.MAR.SI, (formAre inforMARe beneSere ambIente), siglato dall’LNI di concerto con l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e l’ISS(Istituto Superiore di Sanità).

Alla luce di quanto detto, ci auspichiamo un ritorno alla normalità, alla ripresa delle attività e alla quotidianità il più presto possibile.

Quando succederà torneremo in mare. E sarà bellissimo.

Raccogliendo l’invito delle Autorità Sportive e della Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana, la Sezione Palermo Centro ha subito messo in atto – già a partire dal 25 febbraio 2020 – le misure di contenimento dei contagi, sospendendo tutte le attività della sezione che prevedono assembramenti di un certo numero di persone.

In considerazione del perdurare delle misure di contenimento nazionali e regionali il Consiglio Diretto della Sezione si è organizzato per proporre delle serate su piattaforma on-line allo scopo di mantenere costante il contatto con i soci e poter continuare a parlare di vela e di mare accantonando le incertezze del particolare momento in cui viviamo.

Al motto “torneremo a navigare e sarà più bello di prima” è nata così la “banchina virtuale” un appuntamento giornaliero ove ritrovarsi ogni sera dal Lunedì al venerdì alle ore 21 e riprendere le attività normalmente svolte in sede. Partito quasi in sordina, inizialmente, il programma ha visto tutta una serie di lezioni didattiche tenute dagli istruttori ed esperti velisti della LNI che normalmente collaborano per la Sezione.

Successivamente, visto il successo dell’iniziativa e l’alto numero di soci in collegamento anche da altre regioni quali Liguria e Lombardia i temi sono stati integrati anche con momenti più leggeri che hanno dato vita alla rubrica “4 chiacchiere in banchina”, appuntamenti senza un tema specifico, ma semplicemente un “luogo” dove chiunque può intervenire per stare insieme, con l’unico limite: vietato parlare di COVID 2019!

L’iniziativa è già alla terza settimana e si prevede di continuare finché non sarà possibile mollare nuovamente gli ormeggi.

CLICCA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA SEZIONE DI PALERMO

I più letti

  • Week

  • Month

  • All