Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Conto alla rovescia per la 32ª edizione del trofeo Coppa Carnevale, evento di pesca subacquea in programma domenica 6 febbraio nelle acque del Golfo di Follonica. La manifestazione è entrata di diritto fra le classiche di pesca in apnea essendo la prima prova a livello nazionale di apertura della stagione agonistica del mondo della pesca in apnea.

La competizione assume una doppia veste in quanto il risultato degli atleti viene legato ai rioni del carnevale maremmano dato che, per sorteggio, tutti gli atleti verranno abbinati ai vari rioni della città del Golfo.

Certamente gli agonisti del locale gruppo sub della Lega Navale Italiana di Follonica pensano di riportare il successo vista la conoscenza dei fondali; gli atleti di molte altre società italiane conoscono altrettanto bene la morfologia del Golfo e, come ormai è abitudine, verranno nel periodo antecedente le competizione a visionare il campo di gara.

La manifestazione avrà l’assistenza della locale capitaneria di porto, dell’amministratore comunale, della Croce Rossa Italiana.

Importante sarà il contributo ed il supporto economico di AcquaSport Grosseto, la cantina La Novella e la macelleria Pacenti di Follonica.

Il trofeo negli anni è stato appannaggio e motivo di orgoglio di molti atleti della LNI Sub Follonica quali Fabio della Spora, Luciano Cipriani, Giuseppe Bartalotta, Antonino Vella ed Emilio Bianchi.

Mercoledì 24 novembre si è svolto il primo incontro presso i locali della Sezione LNI Firenze Prato del nuovo programma “Ability for all - Un progetto verso l’orizzonte autismo” dedicato ai ragazzi di Villa Nesti di Pistoia (Fondazione Opera S.Rita onlus)

Il progetto, coordinato dal socio Franco Bonito, prevede una serie di incontri, il prossimo presso la sede della Delegazione LNI di Pistoia, che hanno come obiettivo quello di sviluppare le relazioni sociali nei ragazzi attraverso il contatto con persone estranee, aiutarli ad accettare situazioni nuove, farli partecipare ad attività proposte e, ovviamente, scopo finale sono le uscite in barca a vela fornendo così, anche a chi è affetto da autismo, una nuova consapevolezza del proprio corpo e del proprio equilibrio.

Questo primo incontro ha visto interagire  i ragazzi e gli educatori con alcuni soci delle Sezioni LNI FI Po e Pt, e si è lavorato sia nel campo psicomotorio, insegnando ai ragazzi a lanciare una cima o a camminare su una passerella, che nel campo del,linguaggio, mostrando loro un modellino di barca a vela e quindi l’uso dei primi termini marinareschi.

Inutile dire che l’insegnamento ricevuto per tutti quanti é stato molto positivo.

Ultimo appuntamento di dicembre, sabato 18, per la rassegna “Uomini e Navi” della Lega Navale che poi riprenderà sabato 15 gennaio.

 L’appuntamento della settimana, inizio ore 17, è con  Alessandro Casarino (Navimeteo) che parlerà di “Medicane, gli uragani del Mare Nostrum.  Che non fosse un medicane quello incontrato da Ulisse salpato da Ogigia?”.

"Il Mediterraneo  - spiega - è elencato fra i bacini in cui si registra, seppur raramente, la formazione di “tempeste” simil-tropicali ma la frequenza di questi eventi sembra decisamente aumentare... Basti pensare ad Apollo (2021), Ianos (2020), Zorbas (2018), Numa (2017)".

Gli incontri della LNI hanno il patrocinio del Comune e la collaborazione di Marina Chiavari e dell'Istituto Caboto di Chiavari.  Come sempre, al centro della rassegna, che si svolge al porto turistico di Chiavari box numero 51, l’uomo e il mare: fatti, immagini e racconti di naviganti nella storia e contemporanei. 

L’ingresso come sempre è libero, per partecipare alle conferenze è necessario essere dotati di Green pass o della certificazione di un tampone negativo nelle 48 ore precedenti.

La manifestazione poi continuerà anche nei prossimi mesi, con altri sette appuntamenti in programma a gennaio e febbraio, aperti a tutti.

Torna in presenza la rassegna culturale “Uomini & Navi” giunta alla sua 14esima edizione e curata dalla Lega Navale Italiana sezione Chiavari-Lavagna con il patrocinio del Comune di Chiavari e la partecipazione di Marina Chiavari e dell’istituto Caboto di Chiavari. Dieci gli appuntamenti di questa edizione che si svolgeranno al Porto Turistico e inizieranno sabato 27 Novembre alle ore 17 per concludersi Sabato 26 Febbraio 2022.

Durante la Conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Chiavari l’Assessore alla Cultura e Sindaco facente funzione Silvia Stanig ha sottolineato come sia forte il rapporto che lega la comunità al mare e di come questo legame sia narrato con costante qualità dalla Lega Navale. Tradizione e innovazione da sempre ispirano l’area culturale della sezione di Chiavari-Lavagna secondo Federico Bianchi, Presidente L.N.I. che introduce tra le novità di quest’anno il gemellaggio culturale con il C.S.T.N. (Centro Studi Tradizioni Nautiche) di Napoli Istituto culturale della Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana riconosciuto dalla FIV quale istituzione culturale di interesse federale. L’appuntamento sarà per Sabato 27 Novembre con Paolo Rastrelli Direttore del CSTN che, in video conferenza saluta con calore il Tigullio a cui è particolarmente affezionato e anticipa la profonda portata culturale della Lega Navale che, come contenitore attivo e custode di un vastissimo capitale storico di cultura marinara, è una se non forse la prima realtà più rilevante in materia.

Ad alternarsi anche in questa quattordicesima edizione diversi relatori, personaggi noti del panorama locale e un nuovo volto quello del Comandante Antonio Raggi che tratterà di safe & security e delle sue esperienze in mare tra moderni pirati, terroristi e naufragi.

Monica Corte, Consigliera alla Cultura della LNI e Ambasciatore Pelagos introduce l’appuntamento con l’Acquario di Genova curato dal Coordinatore scientifico dell’Acquario e Fondazione Acquario di Genova Guido Gnone e di come la tecnologia software diventi partner della scienza nella gestione dei cetacei marini (Chiavari è al centro del Santuario Pelagos). Non manca uno sguardo all’ambiente in generale, a capire il destino del pianeta attraverso la migrazione degli uccelli per Federica Bisanti della LIPU, all’efficientamento energetico nelle nuove navi e ai giovanissimi con un appuntamento dedicato a un viaggio di scoperta a bordo di un kayak. Concluderà la Rassegna l’Associazione Amatori Palio del Tigullio con Carolina Birindelli e la Lega Navale gruppo canottaggio uniti nel ricordo sportivo di Marco Di Capua. Grazie alla partecipazione dell’Istituto di Istruzione secondaria G. Caboto gli studenti faranno gli onori di casa accogliendo gli ospiti e verificando le credenziali Green pass richieste per l’ingresso.

Una gran bella giornata di sole, con mare calmo e brezza da maestrale, ha animato la baia di Albisola con le vele della 39^ Regata di Natale della Lega Navale di Savona.

La veloce 13 metri Chance ha subito distanziato con decisione il gruppo, facendo registrare già al termine del primo lato di bolina un distacco di 7 minuti sulla prima delle inseguitrici, la 9 metri Escape che ha poi ridotto il distacco a 5 minuti dopo la seconda bolina: sarebbe quindi stato interessante vedere lo sviluppo in tempo corretto di questa sfida ma in realtà le due leader correvano in classi diverse, con percorsi di differenti lunghezze, e il loro inseguimento è finito lì.

Nella Classe ORC, successo di Escape, Mescal 31 modificato di Enzo Motta e Tommaso Bisazza del Savona Yacht Club, che ha coperto alla media di 5 nodi le 6,5 miglia del percorso completo della classe di eccellenza, seguita da Piccola, Grand Soleil 40 di Roberto Nasuti della LNI Savona.

Nella Classe Gran Crociera si è imposta Chance, Varianta 44.2 di Fabio Calori del SYC, che sulle 3,9 miglia del percorso della sua categoria ha tenuto la media di 5,2 nodi, con secondo posto per J Blu, J-92 di Luca Dotto del CV Aeroporto Genova.

La Classe Libera ha visto la vittoria di Blue Witch, Baltic 39 di Carlo Roso e Walter Zunino del SYC, seguita da Sol Calao, Stag 50 di Marcello Landolfi del Club Nautico Finale, terzo di classe in tempo reale che con il suo abbuono ha rimontato e lasciato in terza posizione Sea Bit 2, Grand Soleil 39 di Pierluigi Debenedetti del Mirage Club Albisola.

Con il successo nella classe più numerosa, Blue Witch si è aggiudicata l’ambito onore di iscrivere il proprio nome sull’albo d’oro del Trofeo Renzo Peri – Claudio Losito che troneggia nella bacheca della Lega Navale savonese.

La Sezione LNI di Procida ha organizzato con pieno successo, lo scorso 7 novembre, la quarta tappa del Campionato Zonale o’pen skiff.

Alla regata hanno partecipato, in una soleggiata ma ventosa  giornata,  circa 25  atleti giunti anche via mare dalla vicina Monte di Procida, nonostante vento di scirocco con raffiche a 16 nodi e mare formato con onde di circa  due metri.

Le condizioni meteomarine hanno sconsigliato la disputa di ulteriori prove oltre alla  prima agli under 13 , ovvero ai più piccoli che comunque hanno dimostrato grande preparazione e spirito sportivo nonostante diverse scuffie prontamente risolte. Per le categorie dagli over 13 e fino agli under 17, invece, si sono disputate ben quattro prove.

Alla premiazione, svolta sul pontile della  sede nautica LNI, il Presidente della Sezione, dr. Corrado Bianco  ha ringraziato  gli atleti ed i numerosi genitori intervenuti, comunicando che l’isola, nell’ambito del riconoscimento nazionale di Isola della Cultura, vedrà coinvolti in prima linea gli atleti della Sezione e tutti i soci .

Il primo posto per la categoria U13 è stato ottenuto da Matteo Attolico, della Sezione di Procida, mentre per la categoria U17 i primi tre posti sono stati ad appannaggio del circolo nautico di Monte di Procida dove si è fatta notare  la giovanissima Alessia Tianao.
I vincitori sono stati premiati dai componenti del Comitato di Regata e dall’Assistente del Delegato Regionale che ha svolto, nominato dalla FIV, la funzione di Capo Arbitro.

Ancora una volta la LNI di Procida testimonia quanto i valori che essa esprime dal punto associativo e di preparazione marinara siano  forieri di lusinghieri  risultati per i giovani e quanto il lavoro di questi anni, svolto dall’ex Presidente Amm. Scotto di Carlo e dai soci della LNI, sia stato fondamentale per raggiungere questi obiettivi.