Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

I romani riscoprono, grazie alle attività sportive come vela, deriva, windsurf e kitesurf, il "mare di Roma". La Lega Navale Sezione di Ostia ha chiuso infatti la stagione balneare con numeri da record. Per la presidente Carola De Fazio è un "segnale incoraggiante" dopo l'emergenza pandemica ma soprattutto un indicatore sull'interesse dei romani per il litorale. "Sono tantissimi I cittadini della Capitale che hanno frequentato corsi o attività varie presso la nostra struttura. Lo hanno fatto con curiosità e serietà. Siamo veramente felici di questo rinnovato interesse per il mare di Roma, che è passione ma anche stile di vita sano", afferma.

I numeri: la parte del leone l'hanno fatta i più piccoli. Sono infatti 361 i giovani iscritti alla scuola vela da giugno a settembre. Vola a quota 122 il numero di chi ha preferito la deriva e il catamarano. Oltre cento hanno optato per l'attività agonistica. Sono invece 74 I romani che hanno praticato kitesurf presso la struttura del lungomare Caio Duilio, 47 quelli che si sono rivolti sempre allo stesso centro per il windsurf.

Ma le attività svolte durante l'estate alla Lega Navale di Ostia sono anche tante altre. Sono per esempio 41 gli iscritti ai corsi per le patenti nautiche e decine che hanno praticato almeno una volta canoa o sup. "Leggiamo questo rinnovato interesse - riprende De Fazio - come una gran voglia di mare, natura e libertà" .

L'impegno messo sul campo dalla Lega Navale di Ostia e da tutto lo staff tecnico e sportivo è stato fregiato di un prestigioso riconoscimento: è una delle migliori cinque scuole vela in Italia secondo la Fiv-Federazione Italiana Vela. "Un vero onore per noi. Ha ancora più valore in questo 2021 che speriamo sia di rinascita per tutti, anche per il mondo dello sport", conclude De Fazio.

 

FONTE: Ansa

Dopo un periodo di stasi, la Delegazione di Palinuro della Lega Navale Italiana rilancia la sua attività, sempre nello spirito della missione dell'istituto, il cui scopo principale è diffondere l'amore per il mare e per la natura e la cultura marinaresca soprattutto tra i giovani.

Il sindaco di Centola Carmelo Stanziola ha giustamente affermato che avere una sede della Lega Navale nel proprio Comune è un elemento di orgoglio e prestigio per tutto il territorio.

Il presidente della Delegazione di Palinuro Francesco Gallo e tutti i soci della stessa, che hanno deciso di continuare ad impegnarsi con entusiasmo per assolvere la missione della Lega Navale, faranno di tutto per non deludere le aspettative del sindaco e di tutti gli abitanti dello splendido territorio di Palinuro. Tutte le iniziative saranno sviluppate nel segno della collaborazione e soprattutto della concordia, nel senso etimologico della parola. Infatti, solo lavorando "con lo stesso cuore" la Lega, le istituzioni ed i cittadini tutti potranno raggiungere gli obiettivi prestigiosi che tutti si aspettano da un organismo di grande prestigio come la Lega Navale Italiana.

E proprio per dimostrare di essersi incamminati sulla strada buona, i componenti della Delegazione hanno voluto organizzare ben due eventi nel mese di settembre: la festa per la sosta delle vele della rotta di Enea il giorno 23 settembre e la regata di vele latine "Le Vele di Molpè", giunta alla V edizione, nei giorni di sabato e domenica 25 e 26 settembre.

Il primo evento, quello di giovedì 23 settembre, si è svolto all'arrivo delle barche a vela della Crociera dei Valori, nell'ambito della Rotta di Enea, che hanno sostato nel porto di Palinuro durante la prima tappa da Scario ad Acciaroli. La Lega ha organizzato un rinfresco con uno spettacolo teatrale. Si è trattato di una sintesi del musical "Palinuro, nocchiero di Enea" recitato dalla Compagnia degli Artisti Cilentani di Mauro Navarra. Inutile dire che l'evento ha avuto un grande successo.

Il secondo evento è stato la V edizione della regata di vele latine "Le Vele di Molpè", che si è svolta sabato e domenica 25 e 26 settembre, con cena e spettacolo musicale nella sera di sabato. Anche questo piacevole e ben riuscito.

Circa 150 persone tra soci, autorità civili e militari ed ospiti hanno partecipato alla “Festa di fine stagione” organizzata dalla sezione di Pisa della Lega Navale Italiana. La bella giornata ha permesso lo svolgimento dell’incontro all’aperto nell’ampio piazzale della sede nautica, con il rispetto di tutte le normative anti-covid 19.

Salutando gli ospiti e le autorità, il Presidente della sezione LNI di Pisa Enzo Meucci, richiamato da poco a dirigere la sezione, ha voluto sottolineare proprio lo scopo di questa manifestazione, tesa a riprendere una vita il più possibile normale in una sede dove la socialità e la solidarietà è sempre stata alla base dello spirito della sezione.

Le autorità ed i rappresentati delle associazioni con cui la sezione collabora, sono stati chiamati a consegnare premi e coppe ai vincitori delle manifestazioni veliche, di pesca ed altre categorie, che si sono svolte in questi due anni, essendo stata annullata la passata edizione per via dell’emergenza Covid.

La serata si è conclusa con un piccolo rinfresco servito ai tavoli e con un dolce fornito da un socio, noto ed apprezzato pasticcere.

Il 25 settembre del 2021, nella stupenda cornice dei rilievi montuosi e delle isole partenopee che racchiudono il Golfo di Napoli e di Pozzuoli, si è concluso il primo evento itinerante in mare della “Rotta di Enea”.

L’imbarcazione “La Fedelissima” – lasciata Sorrento nelle prime ore del mattino, e accompagnata da una flottiglia di canoe kajak simboleggiante quella troiana –  ha concluso il suo percorso, da protagonista festosa, della "Crociera dei Valori" sulla Rotta di Enea, in un simbolico abbraccio da Capo Palinuro a Capo Miseno nel ricordo dei due compagni di Enea, miseramente dispersi in mare: il nocchiere Palinuro e il trombettiere Miseno.

La suggestiva  navigazione ha raggiunto l'apice celebrativo quando nell'area flegrea del golfo di Pozzuoli una trentina di barche a vela, in un tripudio di suoni di trombe e di colori, si sono unite alla Fedelissima e alle canoe scortandola fino all'imboccatura del porto di Bacoli Miseno dove è approdata.

La Fedelissima, non nuova a questi eventi, era partita dalla base nautica della LNI di Scario il 23 settembre recando tra le sue sartie svolazzanti simboli dell'Associazione Rotta di Enea, della Lega Navale Italiana, del Consiglio d'Europa, del Parco nazionale Campi Flegrei e dei Comuni di San Giovanni a Piro, di Centola, di Pollica, di Sorrento, di Bacoli e di Pozzuoli.

La Rotta di Enea è il primo itinerario turistico-archeologico-marittimo che parte dalla Turchia e, attraversando cinque paesi, segue il percorso disegnato dall’Eneide per giungere sulle coste del Lazio all’antica Lavinium. In Italia la Rotta di Enea nel 2022 coinvolgerà tutte le regioni del Mezzogiorno continentale e la Sicilia, configurandosi come un progetto per il rilancio della cultura e dell’economia del mare.

Arriva a Firenze il racconto dell’avventura vissuta dal velista toscano Francesco Cappelletti, l’unico italiano che ha partecipato alla Golden Globe Race 2018, una delle sfide più estreme e controverse nella storia della vela in solitaria.

30.000 Miglia al Traguardo è il primo lungometraggio italiano della statunitense Gia Marie Amella e Giuseppe Mangione (Modio MediaProductions), vincitore del  Caorle Indipendentistica Film Festival 2021 nella categoria documentario.

La proiezione  avverà Mercoledì 13 ottobre al cinema della Compagnia e sarà preceduta da una presentazione di Martina Buzio (Presidente della Lega Navale Firenze-Prato) con la partecipazione del protagonista Francesco Cappelletti e dei registi Gia Marie Amella e Giuseppe Mangione.

Il 16 ottobre la sezione LNI Garda ha organizzato un evento per coinvolgere il maggior numero possibile di barche a vela sui temi della salvaguardia ambientale e sviluppo sostenibile.

L’evento è aperto a chiunque abbia una barca a vela e sarà suddiviso su due percorsi: una regata FIV di 14 mn per gli agonisti, ed una veleggiata a vele bianche di 9 mn per tutti i diportisti.

Grazie al sostegno dell’azienda BTS Biogas, la Lega Navale di Garda organizza questa manifestazione con l’obiettivo di rafforzare il messaggio della sostenibilità nel mondo della vela e nelle comunità locali. L’amore per la natura e per lo sport associata alla consapevolezza della responsabilità di tutti noi nel garantire la salvaguardia del pianeta per e con le generazioni future.

Con il patrocinio del Comune di Garda, Kyoto Club e Plastic Free, sull’onda del concorso “Insieme Cambiamo la Rotta, No alla Plastica in mare, nei fiumi, nei laghi. Cambiamenti climatici, cause e rimedi” indetto con il Ministero dell’Istruzione, la Lega Navale Italiana sez. di Garda continua con BTS Biogas il suo l’impegno per stimolare i giovani nella riflessione sulle principali problematiche ambientali, cambiamenti climatici e inquinamento, e favorire una maggiore consapevolezza da parte di tutti sui temi della sostenibilità, della protezione dell’ambiente e della cura della “casa comune”.

BTS Biogas, un’azienda con oltre 230 impianti realizzati in Italia e nel mondo, presente da più di 20 anni nel settore dell’energia rinnovabile e la Lega Navale Italiana, che ha lo scopo di diffondere nella popolazione, quella giovanile in particolare, lo spirito marinaro, la conoscenza dei problemi marittimi, l'amore per il mare e l'impegno per la tutela dell'ambiente marino e delle acque interne, con questa edizione vogliono segnare l’inizio di un percorso sul lago di Garda che si propone di coinvolgere un numero crescente di sportivi giovani e adulti, di istituzioni, aziende e associazioni per contribuire alla diffusione della cultura della sostenibilità e della responsabilità.