Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Nelle ultime settimane i velisti della Sezione della Lega Navale Italiana di Mandello del Lario hanno ottenuto diversi riconoscimenti a livello locale, nazionale e internazionale.

Nel campionato italiano femminile 420 & November Race Trofeo B. Marsi, disputato dal 30 ottobre al 1 novembre presso la Società Nautica Laguna a Duino-Aurisina (Trieste), Camilla Michelini e Margherita Bonifaccio, già campionesse europee, si sono classificate seconde ad un solo punto di distacco dal primo equipaggio, ottenendo il primo posto nella classifica Under 19. Terzo posto nella classifica della November Race per Tommaso Comelli e Sara Rolle, secondi nella classifica Under 19.

Gli equipaggi del 470 Mixed sono stati impegnati negli scorsi giorni in due importanti appuntamenti nazionali e internazionali: la 470 World Championship di Sdot Yam (Israele) e il Campionato Italiano delle Classi Olimpiche (CICO) a Formia. Al Mondiale disputato in Israele, il velista mandellese Bruno Festo ed Elena Berta (Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare) hanno ottenuto un 17° posto assoluto, con un primo posto nelle prove della Gold Fleet. Buon piazzamento nella Silver Fleet con due primi e un terzo posto per Francesco Padovani e Benedetta di Salle (Gruppo Sportivo della Marina Militare), che chiudono il Mondiale al 34° posto. Al CICO, nella Classe 470 Misto, chiudono al secondo posto Elena Berta e Bruno Festo, mentre si piazzano terzi con tre vittorie di manche Andrea Totis e Alice Linussi (Società Velica Barcola e Grignano). Quarto posto per Francesco Padovani e Benedetta Di Salle (GS Marina Militare).

Registrati risultati importanti anche per i giovanissimi della squadra agonistica Optimist che ha partecipato il 22 e 23 ottobre alla decima edizione dell’Interlaghina Optimist – Trofeo Galletto Vallespluga. Nella Divisione A (per i nati fino al 2011) tutto il podio è stato dominato dalla Lega Navale di Mandello del Lario con Anna Merlo sul gradino più alto (due vittorie parziali e un secondo posto), seguita da Marco Rolle e Giovanni Balestrieri. Nella Divisione B (nati nel 2012 e 2013), Roberto Itocchi si è aggiudicato il secondo posto. La Sezione LNI di Mandello ha vinto il trofeo Interlaghina Optimist, con i migliori tre piazzamenti nella classifica finale in entrambe le divisioni.

Conclusa la 48ᵃ edizione del Campionato del mondo della classe Windsurfer, tenutosi a Mondello dal 4 al 9 ottobre. Organizzato dal club Albaria in collaborazione, tra gli altri, con la Sezione della Lega Navale Italiana di Palermo, hanno partecipato alla manifestazione sportiva quasi 400 atleti da 25 nazioni, nella quasi totalità della categoria open.

La Lega Navale Italiana di Ostia ha portato 3 giovani atleti (dalla classe T293 e dalla classe IQfoil), Ilaria Marras, Marco Guida Di Ronza, Francesco Simeoni accompagnati dal Coach Andrea, ed atleti master della Sezione (Carola De Fazio, Stefano Bonanome, Antony Vitolo, Marco Liello) per la partecipazione all’evento clou della stagione 2022 di questa intramontabile tavola a vela. Una squadra ricca e unita tra open e juniores.

I giovanissimi della squadra agonistica hanno dimostrato, nonostante la nuova disciplina per loro, un’ottima visione e interpretazione del campo di regata non facile, affrontando al meglio i loro avversari, tra i quali storici della classe ed olimpionici.

Sin dal primo giorno, nonostante il vento leggero che ha caratterizzato l’intero campionato, hanno raggiunto posizioni di rilievo al vertice della classifica e dopo 8 prove disputate di course Francesco, nella flotta dei medio-pesanti, si aggiudica il titolo di Campione del mondo U19, Marco invece che regatava nella flotta dei leggeri conquista il secondo posto nella categoria U19, Ilaria nella flotta delle donne domina la classifica nei  primi giorni, ma con il secondo scarto chiude al quarto posto nella categoria U15.

Ultimo giorno del campionato, dedicato alla long distance, regata ad alta intensità con vento teso e dalla lunga durata. Prova che vede regatare tutti insieme senza distinzione di categorie, oltre 300 vele in acqua con partenza a coniglio. Francesco e Marco sempre nel gruppo di testa della long distance si aggiudicano, nelle rispettive categorie, il titolo di Campioni del mondo U19, in particolare Marco anche secondo posto assoluto della categoria leggeri.

Altro discorso nella categoria open, dove gli atleti della Sezione LNI di Ostia si sono dovuti confrontare con il gran numero della flotta, con un livello altissimo di regatanti in questa Classe che attrae sempre più professionisti della vela.

 

Questi i risultati:

  • De Fazio Cat F: 11 nella long distance, 49 nella race;
  • Liello Cat D: 24 race e 12 nello slalom;
  • Bonanome Cat C: 12 race, 7 slalom 13 long distance.
  • Vitolo Cat C 49 nella race, 41 slalom.

 

 

Gli atleti del gruppo sportivo della Marina Militare Bianca Caruso e Giacomo Ferrari, cresciuto sportivamente nella Sezione della Lega Navale di Ostia, hanno conquistato la medaglia di bronzo nella classe olimpica mista 470 ai Campionati europei che si sono conclusi domenica scorsa a Cesme, in Turchia. 

“Abbiamo lavorato per performare in questi momenti. Prendere una medaglia al Campionato Europeo era un nostro obiettivo e ci siamo riusciti. Con il nostro allenatore Andrea Mannini stiamo facendo un percorso di miglioramento e i risultati si stanno vedendo. Siamo molto soddisfatti del nostro bronzo!”, ha dichiarato Giacomo Ferrari. 

Gli azzurri hanno concluso la Medal Race finale in quarta posizione e conquistato il bronzo continentale. Il titolo europeo è andato agli svedesi Dahlberg-Karlsson che hanno preceduto gli spagnoli Xammar-Brugman.

Tra gli italiani in gara, Marco Gradoni (Tognazzi MV) e Alessandra Dubbini (Fiamme Gialle) si sono piazzati al 15° posto, Elena Berta (Aeronautica Militare) e Bruno Festo (LNI Mandello del Lario) hanno raggiunto il 16° posto, Benedetta Di Salle (Marina Militare) e Francesco Padovani (LNI Mandello del Lario) il 21° e Andrea Totis (LNI Mandello del Lario) e Alice Linussi (SV Barcola Grignano) il 29° posto. 

Lo scorso 23 giugno, Giacomo Ferrari e Bianca Caruso sono stati tra gli ospiti del concerto di beneficenza per i 125 anni della Lega Navale Italiana, dove hanno raccontato dei loro successi sportivi a livello internazionale e della preparazione in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024.

L'atleta della LNI Gaia Lombardi è stata convocata al raduno della Nazionale U21 Femminile che parteciperà ai prossimi Mondiali di Canoapolo femminile a Saint’Omer in Francia dal 16 al 21 agosto.

Lo sport della Canoapolo è ancora poco conosciuto in Italia e può essere definito come una “Pallanuoto con le canoe”. Si gioca infatti in cinque contro cinque più tre riserve in acqua pronte ad entrare con delle canoe specifiche di piccole dimensioni su uno specchio d’acqua dove le porte sono galleggianti a due metri di altezza dal piano vasca. Si deve cercare di fare goal portando avanti la palla con le mani o con la pagaia; il tutto in due tempi effettivi di dieci minuti ciascuno. Schemi ed impostazioni di gioco si rifanno in gran parte alla Pallamano ed al Basket.

“Sono felicissima per la mia convocazione in Nazionale, sono entrata nel giro azzurro fra raduni ed allenamenti in giro per l’Italia, grazie al lavoro svolto con la mia squadra femminile che ha una bravissima allenatrice, ma non mi sarei mai aspettata di partecipare ad una competizione così importante”, ha affermato la diciottenne canoapolista della Lega Navale di Ancona. Dal 2012, prima con la squadra under 14 e poi inserita nella squadra titolare che milita nel Campionato Nazionale in serie “A1”, Gaia Lombardi ha dimostrato tutta la sua bravura, affrontando con disinvoltura allenamenti e partite con i suoi compagni nella maggior dei casi maschi.

L’allenatore giocatore e papà Luigi Lombardi si complimenta con la figlia che con sacrificio ha sempre seguito i suoi consigli tecnici ed è felice innanzitutto di poter giocare ancora insieme nella stessa squadra. Quest’anno la LNI Ancona con soddisfazione ha conquistato la meritata salvezza in Serie “A1” e la convocazione per i Mondiali di Gaia corona una stagione di successi.

Gaia Lombardi raggiungerà le compagne azzurre nel raduno indetto dalla Federazione a Catania per poi volare in Francia. Di fronte avrà le agguerrite squadre delle nazionali europee: Francia, Germania, Olanda, Gran Bretagna, Polonia, Spagna, e le "new entry" Nuova Zelanda ed India.

Un appassionato e caloroso in bocca al lupo a Gaia e alle sue compagne di squadra da parte di tutta la Lega Navale Italiana.

 

FOTO: AB Fotografia

Tra poco più di un mese Salerno diventerà la capitale italiana della vela. I Campionati italiani giovanili sono programmati in due distinte manifestazioni che si terranno dal 28 al 30 agosto e dall’1 al 4 settembre prossimi. La prima parte della manifestazione prende il nome di Coppa Primavela, Coppa Presidente, Coppa Cadetti e Campionato italiano O’pen Skiff, e raggruppa gli atleti delle fasce d’età 9-17 anni (Optimist, O’pen Skiff e Techno 293) mentre la seconda parte caratterizzata dai Campionati italiani giovanili in singolo è dedicata agli atleti della fascia d’età 12-19 anni (Optimist, ILCA, Techno 293 e IQ Foil) (www.giovanilisalerno2022.it).

L'evento, presentato lo scorso 18 luglio nella sala del Gonfalone del Comune di Salerno alla presenza del Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, dell'assessore al Turismo e alle Attività Produttive, Alessandro Ferrara, del presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, del presidente della V Zona Fiv Francesco Lo Schiavo e dei presidenti dei quattro circoli consorziatisi per l’organizzazione Fabrizio Marotta della Lega Navale Italiana – Sezione Salerno, Giovanni Ricco del Circolo Canottieri Irno, Elena Salzano del Club Velico Salernitano, Gianni Carrella del circolo Azimut Salerno, è l’appuntamento agonistico più importante del calendario nazionale della Federazione Italiana Vela dedicato ai giovani.

“I numeri della manifestazione sono importanti – ha ricordato Fabrizio Marotta, presidente della Sezione LNI di Salerno - oltre 1000 atleti, suddivisi in tre classi veliche nella prima parte e cinque nella seconda e che saranno seguiti da duecento gommoni con i rispettivi allenatori. Per far fronte a questa imponente presenza, il Comitato Organizzatore metterà a disposizione una squadra di 150 persone tra volontari e professionisti e saranno coinvolte nelle operazioni in acqua tutte le forze appartenenti ai corpi militari nonché squadre di primo soccorso”.

Il wingfoil, il nuovo sport che sta conquistando gli amanti del mare, arriva nel golfo di Napoli. Il 4 e 5 giugno, infatti, a Castellammare di Stabia si terrà il Wingfoil National Grand Prix con la presenza di tanti campioni mondiali.

Utilizzando una vela gonfiabile e una semplice tavola, gli istruttori della nuova disciplina conquistano sempre più giovani. La manifestazione nazionale è stata presentata nella sede della Lega Navale stabiese. È stata la presidente Patrizia Chierchia a spiegare l'iniziativa ad una platea di giovanissimi velisti.

Alla presentazione presente anche l'ex campionessa olimpionica di windsurf Alessandra Sensini: "È uno sport per chi ama la libertà. Il mio traguardo più importante è stata la medaglia d’oro olimpica in Australia".

Hanno spiegato gli organizzatori: "Si tratta di un appuntamento da non perdere per l’emergente disciplina sportiva del  WingFoil, fortemente attrattiva per tutte le fasce d’età e che per la prima volta arriverà , con un evento agonistico,  anche in Campania con la sezione della Lega Navale di Castellammare sempre pronta con nuove sfide organizzative che contribuiscono a rafforzare il sistema velico campano".

Tra gli atleti partecipanti ci sarà anche Ernesto De Amicis, giovane astro nascente di questo e il campione stabiese Vincenzo  Cotticelli, che già da tempo si allena nelle acque stabiesi.