Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Il wingfoil, il nuovo sport che sta conquistando gli amanti del mare, arriva nel golfo di Napoli. Il 4 e 5 giugno, infatti, a Castellammare di Stabia si terrà il Wingfoil National Grand Prix con la presenza di tanti campioni mondiali.

Utilizzando una vela gonfiabile e una semplice tavola, gli istruttori della nuova disciplina conquistano sempre più giovani. La manifestazione nazionale è stata presentata nella sede della Lega Navale stabiese. È stata la presidente Patrizia Chierchia a spiegare l'iniziativa ad una platea di giovanissimi velisti.

Alla presentazione presente anche l'ex campionessa olimpionica di windsurf Alessandra Sensini: "È uno sport per chi ama la libertà. Il mio traguardo più importante è stata la medaglia d’oro olimpica in Australia".

Hanno spiegato gli organizzatori: "Si tratta di un appuntamento da non perdere per l’emergente disciplina sportiva del  WingFoil, fortemente attrattiva per tutte le fasce d’età e che per la prima volta arriverà , con un evento agonistico,  anche in Campania con la sezione della Lega Navale di Castellammare sempre pronta con nuove sfide organizzative che contribuiscono a rafforzare il sistema velico campano".

Tra gli atleti partecipanti ci sarà anche Ernesto De Amicis, giovane astro nascente di questo e il campione stabiese Vincenzo  Cotticelli, che già da tempo si allena nelle acque stabiesi.

Con una rattristata cerimonia di premiazione, sul piazzale del Brigantino, in Accademia Navale, si è conclusa anticipatamente la Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno, edizione 2022.

Nella serata del 30 aprile era stata adottata l’opportuna decisione di interrompere le regate ancora previste per il giorno 1 maggio, e di far contemporaneamente cessare gli eventi a sostegno chiudendo anticipatamente il Villaggio Vela, in conseguenza del tristissimo evento in cui l’atleta cinquantunenne  Massimo Patelli è purtroppo deceduto, per cause da accertare, nel corso della regata ILCA Laser Master. Ad apertura della cerimonia un commosso minuto di silenzio.

Tra le varie categorie premiate nella giornata (la precedente cerimonia si era svolta in data 25 Aprile allorquando vennero premiati gli atleti della classe J 24, regata organizzata dalla Sezione LNI di Livorno) anche quella della classe Hansa le cui regate sono state organizzate da Assonautica Livorno. A premiare il primo classificato singolo, il giovane atleta Vincenzo Gulino di Crotone l’Ammiraglio Piero Vatteroni che gli ha consegnato la coppa del Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, Ammiraglio Donato Marzano.

Nel programma anche la premiazione della regata Vele d’Epoca,  con le sue varie classi.

Inizialmente prevista su due prove, la regata è stata poi disputata sull’unica  prova del 30 Aprile, nelle acque di Rosignano Marittimo. Ad organizzarla la Sezione LNI di Livorno insieme al Marina Cala de’ Medici.

L’edizione di questo anno ha visto un notevole incremento dei partecipanti: 11 le barche in acqua, di cui 3 della M. M. I. (Chaplin, Artica II e Grifone) che si sono cimentate su un percorso a bastone di 9 miglia.

Le categorie: Classe 5.50 S. I., Vele Epoca, barche Classiche e Vele Storiche (Overall).

I premi sono andati a:

  • Classe 5,50 S. I. a Grifone (M. M. I.), prima classificata ed a Twins X°
  • Vele Epoca: Margaret, Ilda, Barbara
  • Vele Classiche: prima Ojala’ II e poi nell’ordine Grifone e Kerkyra
  • Vele Storiche (Overall): prima Ojalà II seguita da  Grifone e Margaret

A rappresentare la LNI nella consegna dei premi l’Ammiraglio Piero Vatteroni, Delegato Regionale Toscana, ed il Col. Fabrizio Monacci, Presidente della Sezione di Livorno

Con le regate del 25 Aprile si è concluso il primo lungo week end  della Settimana Velica Internazionale, il classico evento sportivo velico livornese curato dal Comitato Circoli Velici Livornesi, l’Accademia Navale ed il Comune.

A scendere in acqua per prime le barche delle classi Optimist, Tridente 16, Laser IlcA e J24, regata questa organizzata dalla locale Sezione LNI, prova valida per il campionato italiano. 13 le barche iscritte, provenienti da Lazio, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana con la significativa partecipazione di una barca tedesca, proveniente da Amburgo.

Al via, Sabato 23, 11 gli equipaggi per la necessaria defezione di due barche iscritte, causa Covid, a ricordarci che l’emergenza sanitaria non è ancora conclusa. Il primo giorno di regate sono state disputate 3 prove, con vento robusto da Scirocco e mare formato, con “La Superba” (M.M.) a dettare il passo, inseguita da vicino da “United 5” (la barca tedesca) e da Jamaica, del Presidente di Classe Pietro Diamanti.

Il giorno successivo, il Comitato di Regata, presieduto da Giorgio Friso e con segretario Marco Malacarne, in accordo con gli organizzatori ed il Presidente di Classe, si vedeva costretto ad annullare le prove previste per il peggiorare della situazione meteo, come ribadito anche dall’allerta emesso dalla Autorità Marittima. La serata vedeva comunque gli equipaggi riuniti per il crew dinner, come da tradizione della Sezione.

La mattina del 25, con condizioni meteo decisamente migliorate (vento da SW di media intensità e mare lungo) alle 10 la prima partenza, ed in rapida successione le altre prove (4 quelle disputate).

La classifica finale ribadiva in sostanza il risultato del primo giorno di regate.

Alla premiazione, effettuata sulla bellissima terrazza Mascagni, orgoglio del lungomare livornese, presso il villaggio “Tutto Vela” (il 2022 è l’anno del rilancio, voluto dal Comune, di questa attrazione precedentemente interrotta) si sono succeduti sul palco:

“La Superba”, ITA 416 della M. M. (equipaggio Bonanno Ignazio, Scontrino Simone, Vano Vincenzo, Picaro Francesco, Branciforte Alfredo) cui è andato il premio destinato al primo equipaggio militare (in acqua erano scese anche due imbarcazioni della Accademia Navale), premio consegnato dall’Ammiraglio di Divisione Flavio Biaggi, comandante dell’Accademia,) ed ovviamente il premio per il vincitore della prova nazionale. A consegnarlo, in rappresentanza del Presidente Nazionale Amm. Sq. Donato Marzano, l’Amm. Piero Vatteroni,  Delegato Regionale.
“United 5”, Ger 5281 (equipaggio Jan kahler, Olaf Zietz, Tina Lulfink, Ino Petesen, Chlistian Evers  ) cui è andato il secondo premio, consegnato dal Presidente di Sezione, Col. Fabrizio Monacci.
“Jamaica”, ITA 212 (equipaggio Pietro Diamanti, Errani Alberto, Errani Lorenzo, Lupo Anton, Tronfi Matteo) a cui il terzo premio è stato consegnato dal dr. Giorgio Friso, presidente del CdR.

L’appuntamento per questa classe è per il 2023, mentre le regate della Settimana Velica proseguiranno nel prossimo we, con al momento in acqua le barche impegnate nella Regata dell’Accademia Navale (RAN), sulla lunga rotta (630 le miglia) da Livorno alla boa di Porto Cervo, quindi alla successiva a Capri, per poi dirigere sull’arrivo a Livorno; la regata è organizzata dallo Yacht Club Livorno, in sinergia con lo Yacht Club Costa Smeralda.

Il prossimo impegno della Sezione LNI di Livorno sarà la Regata delle Vele d’Epoca che, per l’organizzazione, sarà affiancata dallo Yacht Club Cala de’ Medici. Le prove (30 Aprile e 1° Maggio) saranno disputate a Rosignano nel cui marina le barche saranno ospitate.

A giudicare dalle premesse, la I Coppa Italia 420 di Lerici si annuncia come uno degli eventi di maggior successo della stagione targata Associazione 420 Uniqua Italia. Poco conta che il 2022 sia ancora alle battute iniziali: dalla sinergia nata tra il sodalizio che promuove e coordina l'attività di questo diffuso doppio giovanile e la Lega Navale Italiana sezione di Lerici è nato un doppio appuntamento che, tra il 9 e il 20 marzo, richiamerà l'attenzione di appassionati e addetti ai lavori verso San Terenzo (Lerici) e il Golfo dei Poeti.

Riflettori che renderanno denso il traffico tra le boe del campo di regata, vista una partecipazione che dovrebbe superare i centoventi equipaggi, con la confermata presenza di tutti i binomi che si sono segnalati ai vertici della Ranking List dello scorso anno.

Si inizierà il 12-13 marzo con le regate valide per l'Interzonale I, II, III, XV Zona 420, evento che, forte di numeri già importanti, servirà ad introdurre e la I Coppa Italia, la cui apertura è prevista per giovedì 17. Le prove, valide per definire la prima Ranking List stagionale, proseguiranno fino a domenica 20, quando l'evento giungerà a conclusione con lo svolgimento della cerimonia di premiazione, prevista in piazza, a pochi metri dalla Spiaggia della Marinella.

"Con l'approssimarsi del primo evento il tempo pare scorrere sempre più veloce e c'è sempre la sensazione di non averne abbastanza, ma grazie alla fattiva collaborazione che si è sviluppata con la Lega Navale Italiana di Lerici, con le istituzioni locali e alla professionalità di un Event Manager come Matteo Sangiorgi, siamo riusciti a mettere in moto la macchina organizzativa con buon anticipo e questo ci ha permesso di lavorare alla promozione, garantendoci, specie per la I Coppa Italia, una partecipazione davvero importante" spiega Andrea Lelli, presidente dell'Associazione 420 Uniqua Italia.

"Dopo diversi anni di assenza torna nel Golfo di La Spezia una regata giovanile Under 19 ed è un valore aggiunto che protagonisti saranno i ragazzi del 420, un'imbarcazione che, tanto in Italia come all'estero, raccoglie il meglio dei velisti più giovani - spiega Matteo Sangiorgi, Event Manager dei due attesi appuntamento - Il livello tecnico è elevatissimo e il numero di partecipanti sempre importante. Credo si tratti di un'ottima opportunità per questo straordinario golfo e per il territorio per riavviare l'attività giovanile, specie organizzando regate come queste, che portano in zona ragazzi, e nuclei familiari, da tutta Italia".

La sei giorni di vela targata San Terenzo sarà presentata ufficialmente il prossimo 7 marzo. Alle 10.30 del mattino è in programma una conferenza stampa presso la Sala consiliare del Comune di Lerici. Ma la I Coppa Italia 420 di San Terenzo non è solo un grande evento sportivo, è anche un’occasione di valorizzazione del territorio, all’insegna del turismo consapevole e della sostenibilità, reso possibile grazie alla collaborazione della Lega Navale sez. di Lerici e dell’Associazione 420 Uniqua Italia, con istituzioni, associazioni e partner locali.

 

 

FONTE: Comunicato stampa 420.it

E’ partita la 13a edizione della RORC Caribbean 600, organizzata dal Royal Ocean Racing Club. Da regolamento, Maserati Multi70, insieme ai 9 multiscafi iscritti alla regata nella classe MOCRA, ha tagliato la linea di partenza 30 minuti dopo, alle 11:30, testa a testa con PowerPlay.

Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi70, che detengono il record di velocità della regata fissato nel 2019 in 1 giorno, 6 ore e 49 minuti, affrontano i diretti rivali: l’inglese PowerPlay di Peter Cunningham, capitanato da Ned Collier Wakefield, che vede a bordo il grande navigatore francese Loick Peyron; e l’americano Argo di Jason Carroll con Brian Thompson. Antoine Rabaste e Jacek Siwek partecipano con il Maxi Multi Ultim Emotion 2 di 80 piedi.

Da Antigua, la flotta di 75 barche, che affronterà la corsa caraibica di 600 miglia, navigherà con molte manovre tra le isole dell’arcipelago delle Piccole Antille: prima Barbuda, Nevis, Saba e Saint Barth, a seguire l’isola di Saint Martin e poi un giro attorno a Guadalupa, prima dell’ultima boa al largo di Barbuda con traguardo ad Antigua.

“Le condizioni sono favorevoli: avremo un Aliseo stabile intorno ai 13/14 nodi,” spiega Giovanni Soldini: “I passaggi più critici saranno a Guadalupa, un’isola alta e montagnosa attorno a cui ci possono essere calme piatte. Fare rotta tra le isole significa affrontare continui cambi di direzione, venti e correnti. PowerPlay e Argo sono due team di altissimo livello, le barche sono tutte e tre molto simili e quindi è anche una bella occasione per osservare i risultati delle ricerche sui foil che ognuno di noi ha sviluppato in modo diverso. Su una distanza di 600 miglia, non ci si può distrarre perché ogni minuto è importante: lotteremo con il coltello tra i denti”.

Maserati Multi70 partecipa alla RORC Caribbean 600 per la quarta volta dopo aver corso le edizioni del 2017, 2019 e 2020. In questa regata, Giovanni Soldini sarà accompagnato da un equipaggio di 7 velisti. Torna a bordo Guido Broggi e, al team che qualche settimana fa ha vinto la RORC Transatlantic Race, si aggiunge anche il navigatore francese Gwénolé Gahinet. Completano l’equipaggio Vittorio Bissaro, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol e Matteo Soldini.

 

 

FONTE: Maserati.soldini.it

FOTO: Alberto Origone

Dallo scorso 3 febbraio e fino al 15 maggio 2022 è possibile iscriversi al Giro dei Venti, la la prima competizione amatoriale internazionale con gara ciclistica e veleggiata con imbarcazioni da diporto. La Regione che avrà la fortuna di ospitare questa gara è la Puglia, dove sono previste le maggior parte delle tappe in programma.

 

La gara è una corsa a tappe, che si terrà dal 27 giugno al 1 luglio 2022, in cui alle tipiche tappe in bicicletta si alterneranno delle regate. Alla competizione si partecipa in coppia e ad ogni arrivo di tappa sarà assegnato un punteggio di 10 punti al primo classificato, 20 al secondo 30 al terzo e così via. Se nelle veleggiate il punteggio sarà unico per tutto l’equipaggio, nelle gare ciclistiche ci sarà il calcolo del punteggio dei due ciclisti a seconda del loro arrivo individuale.

 

Cinque le tappe previste: 

  • si parte il 27 giugno con la tappa ciclistica “Santa Maria di Leuca – Otranto – Santa Maria di Leuca”. 
  • Il 28 Ia vela da Santa Maria di Leuca a Corfù. 
  • Il 29, a Corfù, si disputerà la terza tappa in bici. 
  • l 30 giugno da Corfù a Santa Maria di Leuca 
  • Il 1 luglio la quinta e ultima tappa, in bicicletta, con la tappa “Santa Maria di Leuca – Gallipoli – Santa Maria di Leuca”.

 

La manifestazione sarà anche un’occasione per il territorio, le scuole locali, la cultura e lo spettacolo, che saranno chiamate a partecipare attivamente. 

 

Previsto il racconto della cultura e delle tradizioni salentine e greche, che verranno celebrate durante lo spettacolo conclusivo organizzato da Muse Milano sotto la direzione artistica di Samanta Demontis e con coreografie di danza contemporanea.