Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

Si terrà dal 21 al 24 ottobre, a Napoli, l’Europa Cup Italy, unica tappa italiana dell’Europa Cup 2021 della classe ILCA (ex Laser). Una sorta di Champions League della vela, per un evento, l’ottavo di una stagione continentale che comprende dieci tappe, organizzato da Accademia dell’Alto Mare e Reale Yacht Club Canottieri Savoia in collaborazione con EurILCA, Associazione Italia Classi Laser e Federazione Italiana Vela – V Zona.

La tappa partenopea, valida anche come ranking nazionale 2021, vedrà impegnati i migliori velisti europeo dell’ILCA (International Laser Class Association). L’isola di Nisida ospiterà, per quattro giorni, spettacolari regate in mare, per un massimo di otto prove per ogni flotta, in contemporanea su due campi di regata. A terra, invece, si terranno eventi e attività ludiche per scoprire Napoli e i suoi luoghi più belli, per una kermesse che vuole unire sport e turismo. È la prima volta che l’Europa Cup – in Italia ogni due anni – sceglie la città di Napoli come tappa di un circuito continentale.

Circa 300 velisti prenderanno parte all’appuntamento, di età compresa tra i sedici e i trenta anni. Ad oggi, quella napoletana è la tappa con il numero più alto d’iscritti, superando anche quella di Hyères (da sempre la più partecipata) ed eguagliando il numero d’iscritti dell’Europa Cup Italy 2019 tenutasi a Torbole sul Lago di Garda in periodo pre-Covid.

Dunque, un incoming dai numeri importanti, che ha reso necessaria una macchina organizzativa imponente per garantire il perfetto svolgimento di tutte le attività.

In questo senso, fondamentale il supporto della Marina Militare che, nella base di Nisida, darà ospitalità alle imbarcazioni ed ai mezzi di trasporto (furgoni, carrelli ed auto), mentre i gommoni saranno varati ed alati presso il Comando Logistico ed ormeggiati al porticciolo dell’Accademia Aeronautica, sempre all’interno della base Militare.

I partecipanti arrivano da tutta l’Europa: Malta, Grecia, Inghilterra, Croazia, San Marino, Finlandia, Svizzera, Italia.

In più, è stato accolta l’adesione di una delegazione proveniente da Singapore, un sail team composto da sei atleti e un allenatore con i loro accompagnatori, che non hanno voluto rinunciare all’opportunità di prender parte ad un evento unico, sia per impegno agonistico che per bellezza della location.

“Napoli con la sua capacità organizzativa si conferma la capitale italiana della vela – afferma il Presidente del RYCC Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta – E’ dalla Olimpiade del 1960 che la città arriva puntuale e organizzata alle grandi manifestazioni sportive. D’altra parte in un miglio nautico, dal Molosiglio a Santa Lucia e Posillipo, caso unico nel mondo, vi sono ben otto Circoli che sfornano campioni negli sport nautici. Nei fatti, smentiscono la frase della Ortese, “il mare non bagna Napoli”. Questo evento, con il valore aggiunto della grande partecipazione della Marina Militare, darà sicuramente ulteriore impulso alla promozione sportiva ma anche sociale, culturale e turistica della città”.

"E' sotto gli occhi di tutti come la vela incarni la quintessenza dell'essere Marinai e di come la Città di Napoli, per le tradizioni marinare che può vantare, sia da sempre indissolubilmente legata alla Marina – sottolinea l'Ammiraglio Giuseppe Abbamonte Comandante Logistico Marina Militare - Di conseguenza la Marina, ed il Comando Logistico che la rappresenta nella Città di Napoli, ha aderito con straordinario entusiasmo a questo evento che sottolinea ed evidenzia una volta di più il legame inscindibile tra la nostra terra, la Marina Militare e la vela, che a loro volta sono sinonimi della cultura e dei valori alla base della formazione di ogni marinaio ed indice di quella vocazione marittima che accomuna tutta la nostra Nazione, il cui sviluppo e prosperità sono ineludibilmente dipendenti dal mare".

"Siamo particolarmente orgogliosi di ospitare questa tappa dell'Europa Cup ILCA – evidenzia l'Avv. Alfredo Vaglieco, Presidente della Lega Navale di Napoli – Lavorando in sinergia con la Marina Militare Italiana, con il Circolo Savoia e con la Federazione Italiana Vela – V Zona, siamo riusciti ad offrire a Napoli una splendida opportunità, quella di farsi conoscere in tutta la sua bellezza paesaggistica e ricchezza culturale. Oltre, ovviamente, a tenere viva la grande tradizione velistica della nostra Regione".

"La tappa di Europa CUP nel cuore di Nisida è un'altra grande occasione sportiva che rafforza la ripartenza dell'organizzazione velica del territorio con quella sinergia che da sempre rappresenta il punto di forza dei grandi eventi velici di Napoli e del suo Golfo, che vede insieme i Circoli e la Marina Militare - commenta Francesco Lo Schiavo, Presidente della V ZONA FIV -. Con questa regata, si rafforza il profilo internazionale di Napoli e della Campania nel panorama dei grandi eventi sportivi legati al mare e si trasmette un forte segnale per le nuove sfide del quadriennio olimpico".

 

 

FONTE e FOTO: Reale Yacht Club Canottieri Savoia

Primo vero giorno di regate, dopo il maltempo, al campionato Mondiale 2021 della Classe Paralimpica Hansa di vela in corso a Palermo fino al 9 ottobre.

Al primo posto, dopo le due regate disputate questo pomeriggio, Piotr Cichocki, polacco, attuale campione europeo. Quarto posto per Marco Gualandris reduce dalle paralimpiadi. Settimo il campione del mondo singolo in carica, Christopher Symonds.

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE PROVVISORIE

 

Per avere informazioni sempre aggiornate sulla competizione: www.hansaworlds2021.org

Il polacco Piotr Cichocki è il campione del mondo della classe paralimpica Hansa 303 di vela. Il verdetto è arrivato al termine delle regate che si sono svolte nel corso del Campionato mondiali della Classe Paralimpica che si è svolto a Palermo e che si è concluso questo pomeriggio alla Cala con la cerimonia di premiazione.

Cichocki, campione del mondo ed europeo in carica, ha preceduto la francese Cecil Venuat e il britannico Rory Mickinna. CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE DEL SINGOLO

Nel doppio, sempre classe Hansa 303, ha vinto il duo australiano formato da Symonds-Klinger, davanti ai polacchi Cichocki- Gournas Grudzien e ai francesi Guyon-Ducruix. CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE DEL DOPPIO

Nella classe Liberty si è imposta Vera Voorbach (Olanda), davanti a Gerard Eychenne (Francia) e a Paul Phillips (Gran Bretagna). CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE DELLA CLASSE LIBERTY

Alla cerimonia di questo pomeriggio nel Villaggio delle Nazioni allestito alla Cala di Palermo è arrivato il messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “È con vivo piacere che porgo un caloroso saluto agli equipaggi partecipanti al campionato del mondo Hansa 303 che in questi giorni si svolge a Palermo. Oltre 180 atleti provenienti da 25 nazioni, con 118 imbarcazioni in gara: è davvero un successo straordinario per uno sport che mostra come sia possibile superare le barriere. Lo sport è un diritto di tutti, e occorre impegno da parte delle istituzioni affinché il suo esercizio possa superare ogni ostacolo, fisico e ambientale. Sullo straordinario esempio positivo dei campioni paralimpici, non posso che augurare che lo sport diventi sempre più uno strumento di inclusione, di partecipazione sociale e di affermazione personale.  Rivolgo un apprezzamento a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento a partire dalla sezione della Lega Navale di Palermo che, nella ricorrenza del suo 120 compleanno, ospita questa bellissima manifestazione.  Buon vento a tutti”.

Intervenuta con un videomessaggio anche il ministro delle Disabilità, Erika Stefani: “Il mare – ha detto - sa eliminare le barriere perché mette tutti sullo stesso piano. Qualche settimana fa sono stata  in visita in Sicilia e mi sono resa conto ulteriormente di queste enormi potenzialità che ha questa regione sul fronte sello sport in mare”.

“Abbiamo cercato di fare del nostro meglio – ha detto Beppe Tisci, presidente della Lega Navale di Palermo, che ha organizzato la manifestazione -. Tutti i nostri soci si sono impegnati per questa splendida festa. Nonostante le cattive condizioni meteo, siamo riusciti ad assegnare i titoli di campioni del mondo. Tutti hanno fatto la loro parte, a partire dalle istituzioni: Regione Siciliana, Comune di Palermo, Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali. Fondamentale l’appoggio dei nostri partner: l’assessorato regionale allo Sport e la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele. Un grazie anche a tutti gli sponsor, alla Fiv che ci ha permesso di organizzare questo evento, all’ammiraglio Donato Marzano, presidente nazionale della LNI”.

Alla cerimonia ha preso parte anche l’ammiraglio Luciano Magnanelli, vicepresidente della Lega Navale Italiana: “Abbiamo assistito a una vera festa dello sport e del mare. Uno dei più importanti eventi dopo le paralimpiadi, avete dimostrato che le barriere si possono abbattere, non solo quelle fisiche ma anche quelle sociali e burocratiche. Siamo rimasti colpiti dal grande coinvolgimento dei soci e dei volontari della sezione di Palermo della Lni”.

Presente anche l’assessore comunale Sergio Marino: “Siete una potenza. Oggi voi siete tutti campioni del mondo, al di là delle classifiche. Nella vita si vive di emozioni e non c’è diversità nelle emozioni che voi ci avete dato in questi giorni”.

 

 

Per avere tutte le informazioni sulla competizione: www.hansaworlds2021.org

Centinaia di atleti hanno fatto da sfondo questo pomeriggio alla cerimonia di apertura del campionato Mondiale 2021 della Classe Paralimpica Hansa di vela, in corso a Palermo fino al 9 ottobre.

Un lunghissimo serpentone di bandiere ha sfilato all’interno del Village della Nazioni, lo spazio allestito alla Cala dalla Lega Navale di Palermo, in collaborazione con assessorato Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana e grazie al fondamentale contributo della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale. A fare gli onori di casa Giuseppe Tisci, presidente della Lega Navale di Palermo. Presenti oggi fra gli altri anche il presidente nazionale della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre; il presidente nazionale della Lega Navale, Donato Marzano; l’assessore all’Ambiente della Regione Siciliana, Toto Cordaro.

La manifestazione ha proiettato Palermo al centro del mondo della vela a livello internazionale: in città sono arrivati i nomi più importanti della classe Hansa. Il Village delle Nazioni si è trasformato in una cittadella dello sport e dell’inclusione: affollata in questi giorni da atleti con disabilità e dai loro accompagnatori.

I numeri della manifestazione

25 Paesi: Australia, Brasile, Cile, Filippine,  Giappone, Namibia, Oman, Turchia, UK, USA, Cina, Nuova Caledonia, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Irlanda, Lituania, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna.

185 atleti partecipanti: 115 uomini, 70 donne

58 atleti in carrozzina + 4 non vedenti, 59 doppi, 73 singoli (52+21 cat. suppl.), 16 Liberty (di cui 7 Servo assistiti).

118 barche in acqua.

 

Per avere informazioni sempre aggiornate sulla competizione: www.hansaworlds2021.org

 

IL PROGRAMMA

 

Martedì 5 ottobre

Ore 10.30 – Regate singoli

Ore 14.30 – Regate doppio

Ore 18 - Klaxxon Event:  presentazione “Progetto Wow” con Andrea Stella

 

Mercoledì 6 ottobre

Ore 10.30 – Regate doppio

Ore 11 – Uscita Wow - Catamarano Spirito di Stella

Ore 14.30 – Regate singoli

 

Giovedì 7 ottobre

Ore 10.30 – Regate singoli

Ore 11 – Uscita Wow - Catamarano Spirito di Stella

Ore 14.30 – Regate doppio

 

Venerdì 8 ottobre

Ore 10.30 – Regate doppio

Ore 11 – Uscita Wow - Catamarano Spirito di Stella

Ore 14.30 – Regate singoli

 

Sabato 9 ottobre 

Ore 10.30 – Regate singoli

Ore 11 – Uscita Wow - Catamarano Spirito di Stella

Ore 13.30 – Regate doppio

Ore 16.00 - Cerimonia di chiusura e premiazione

Continua il predominio polacco e australiano nel secondo giorno di regate al campionato Mondiale 2021 della Classe Paralimpica Hansa di vela in corso a Palermo fino al 9 ottobre.

Nei singoli è rimasta quasi invariata la classifica generale. Il campione europeo Piotr Cichocki, in arrivo dalla Polonia, anche oggi si è aggiudicato il gradino più alto del podio, seguito dalla francese Cecile Venuat. Terzo il campione del mondo in carica nel singolo: l’australiano Christopher Symonds.

Anche nel doppio una super Polonia ha piazzato al primo e secondo posto i propri equipaggi: Bury-Wozniak seguiti da Cichocki-Gornas Grudzien. Subito dopo ancora l’Australia con la coppia Symonds-Klinger.

Oggi si torna in acqua di mattina con le regate doppie e nel pomeriggio con i singoli.

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE DI IERI DEL SINGOLO E DEL DOPPIO

 

 

Per avere informazioni sempre aggiornate sulla competizione: www.hansaworlds2021.org

Tre belle giornate di sport hanno animato lo scorso fine settimana la costa rimenese che ha ospitato la quarta tappa del Circuito nazionale Open Skiff e l'ottava tappa dell'imbarcazione RS Aero. Circa cento gli atleti al via che hanno affrontato la kermesse sportiva caratterizzata da belle giornata con vento dai 10 ai 13 nodi che ha reso le regate davvero competitive e con risultato incerto fino all'ultima prova.

Almeno, questo è quello che si è verificato nello skiff in singolo RS Aero 7 dove il cagliaritano Filippo Vincis (LNI del Sulcis) si è aggiudicato la vittoria solo a conclusione dell'ultima giornata, davanti a Giulio Sirolli (Tognazzi Marine Village). Nell'ultima giornata Vincis è riuscito a portare a casa tre primi posti che gli hanno permesso di raggiungere l'atleta romano che nella prima giornata era riuscito a portare a casa un risultato altrettanto brillante. Il "sorpasso" c'è stato all'ottava con Vincis che ha chiuso davanti a Sirolli di tre posizioni, aggiudicandosi così la vetta della classifica finale. Fra i Master vittoria di Attilio Dall'Agnola (C.V. Torbole) che ha avuto la meglio sul presidente della classe Guido Sirolli. Meno combattuta, ma altrettanto entusiasmante da vedere è stata la conquista del podio nella classe RS Aero 5 con la vittoria di Elias Nonnis davanti all'irlandese Roy Van Maamen.

Nella classe giovanile Open Skiff erano 75 in concorrenti in regata, distinti nelle tre categorie: Prime, Under 13 e Under 17. Fra i Prime ad avere la meglio è stata Irene Cozzolino del Circolo Nautico Monte di Procida che ha totalizzato dieci punti sulle otto prove disputate, davanti ad Antonio Gaetano Ugdulena della ASD Vento di Tramontana. A completare il podio è il campano Valerio Improta. Nella categoria Under 13 Matteo Attolico della LNI di Procida ha vinto senza grandi difficoltà su Edoardo Oscar dell'Associazione Nautica Sebina  e sul palermitano Pietro Passariello, rispettivamente in seconda e terza posizione. Nella categoria maggiore Under 17 Manuel De Felice del Circolo Nautico Monte di Procida si impone nuovamente sull'avversario gardesano Riccardo Michellotti che si è dovuto accontentare della medaglia d'argento. Sul terzo gradino del podio, a soli tre punti di distacco, troviamo Niccolò Giomarelli del C.V. Castiglionese.

Durante la tre giorni di regate si è tenuta l'assemblea annuale dell'associazione di classe che ha confermato alla presidenza Guido Sirolli che verrà affiancato per il quadriennio dai consiglieri Laura Pennati, Gianfranco Muolo, Carlo Pompili, Dado Cavallo, Luca Magia e Rossella Marchi. Nel collegio dei Probiviri sono stati eletti Enrico Vaccaro, Attilio Dall'Agnola e Carlo Valeri mentre Andrea Musone è stato eletto revisore dei Conti.

"Ringrazio i dirigenti che mi hanno accompagnato fino ad oggi e quelli che iniziano adesso questo nuovo percorso per lo sviluppo dello skiff in Italia - ha detto il presidente Guido Sirolli -. Durante l'assemblea abbiamo annunciato le prime novità per il futuro, con l'introduzione di una vela da 3,5 mq per la classe Open Skiff in sostituzione della vela da 3,8 mq. Questa decisione a livello internazionale ha spinto la classe italiana a prevedere dei contributi per chi dovrà effettuare la sostituzione della vela, così come abbiamo annunciato che la classe Internazionale sta rivedendo l'organizzazione dello skiff giovanile nelle tre categorie Under 12, Under 15 e Under 17 che potrebbero essere operative già dal prossimo anno".

 

FONTE: Open Skiff

FOTO: Roberto Baroncini