Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

La Lega Navale Italiana traccia un bilancio positivo della partecipazione al 62° Salone Nautico Internazionale di Genova (22-27 settembre). La LNI ha accolto numerosi visitatori nei due stand allestiti in fiera e registrato un'ampia partecipazione agli eventi organizzati su tre settori strategici per l'Associazione: cultura del mare, nautica solidale e formazione sportiva.

Nella giornata di apertura del Salone Nautico, il Presidente Nazionale della LNI, Amm. Donato Marzano, ha presenziato alla cerimonia inaugurale e si è intrattenuto presso lo stand istituzionale della Lega Navale al Padiglione Blu con numerose autorità civili e militari, tra cui il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Prof. Enrico Giovannini, ll Sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Stefania Pucciarelli, il Deputato, On. Edoardo Rixi, il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. Enrico Credendino e Il Comandante generale del Corpo delle capitanerie di porto - Guardia Costiera, Amm. Nicola Carlone.

Venerdì 23 settembre, nello spazio espositivo della Lega Navale al Sailing World, si sono tenuti due eventi su cultura del mare e nautica solidale. Entrambe le iniziative hanno avuto come filo conduttore quello dell'inclusione sociale e dell'accesso al mare per tutti, da sempre al centro della missione istituzionale della LNI.

Nell'evento mattutino, il velista, disegnatore e giornalista Davide Besana ha raccontato dell’iniziativa velico-culturale “Cento giorni nel Tirreno” a bordo della sua barca Midva. Il viaggio di Besana è stato sostenuto dalla Lega Navale Italiana grazie al supporto dato da numerose Sezioni. Mostrando in anteprima agli spettatori il suo Diario di bordo, Besana ha raccontato di alcuni episodi che lo hanno particolarmente colpito nelle attività svolte con bambini e adolescenti di Save The Children, ricordando la straordinaria lezione del mare come maestro di vita in contesti sociali difficili. Durante l'incontro, il velista e disegnatore ha ripercorso alcune tappe significative della sua lunga esperienza in mare e della sua opera, sottolineando l'importanza di agire in favore della salvaguardia dell'ambiente marino. Un incontro che ha ricevuto un'accoglienza molto positiva nel pubblico e tra i giornalisti presenti e un'occasione foriera di future collaborazioni, come caldeggiato dal Presidente Nazionale Marzano.

Nel pomeriggio è stato presentato un progetto, in fase avanzata, per la realizzazione di corsi di vela su imbarcazioni classe Hansa 303, derive stabili che consentono anche alle persone con gravi disabilità fisiche e mentali di poter vivere compiutamente il mare e la vela. L'iniziativa vede capofila la Sezione LNI e la Sezione Velica della Marina Militare, entrambe della Spezia, in collaborazione con la Borgata Marinara La Spezia Centro e la Sezione LNI di Chiavari-Lavagna. L’incontro è stato moderato dal Delegato Regionale per la Liguria, Roberto Camerini e sono intervenuti Roberta Talamoni (Psicologa e vicepresidente della Sezione LNI La Spezia), Umberto Verna (Consigliere nazionale LNI e formatore Hansa 303) e Francesco Costa (Presidente della Borgata Marinara La Spezia Centro). L’iniziativa, sostenuta fin dall’inizio e con determinazione dal Sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Stefania Pucciarelli e dal Gabinetto del Ministero Difesa, è strutturata e realizzata con l’ausilio delle competenze tecnico-scientifiche e sportive di un’equipe composta da un sociologo, uno psicologo e istruttori di vela. L’attività mira anche a monitorare la condizione psico-fisica degli atleti con disabilità, oltre a promuovere l’autonomia e la piena inclusione sociale e culturale. Al termine dell’incontro ha portato un saluto il Presidente della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre che ha ribadito l’importanza di una stretta collaborazione tra FIV e LNI anche in vista di iniziative che riguardano il parasailing.

Lo scorso fine settimana, nonostante le difficili condizioni metereologiche, il Salone si è popolato di famiglie e giovani che sono stati accolti dal personale della Presidenza Nazionale, dai soci delle Sezioni della Lega Navale di Genova e dalle giovani "felpe blu" del Centro Nautico Nazionale LNI di Ferrara-Lago delle Nazioni. I visitatori hanno potuto ricevere informazioni sulle attività dell'Associazione e provare il simulatore di vela e il remoergometro nello spazio espositivo della Lega Navale al Sailing World. 

Lunedì 26 settembre molti giovani allievi degli istituti nautici di Genova con i loro docenti hanno partecipato ad un evento sulla formazione sportiva della Lega Navale Italiana. Dopo l’introduzione del Delegato Regionale della LNI per la Liguria Roberto Camerini è intervenuto Giuseppe Perrini, Responsabile Ufficio Sport e Agonismo della Lega Navale Italiana, che ha parlato dei corsi estivi e delle attività di avvicinamento e di perfezionamento nelle discipline della vela, della canoa e del canottaggio presso le Sezioni della Lega Navale Italiana e nei tre Centri Nautici Nazionali di Ferrara-Lago delle Nazioni, Sabaudia e Taranto. Durante l’incontro, hanno portato la loro testimonianza Giacomo Ellero, istruttore del Centro Nautico di Ferrara-Lago delle Nazioni, che ha tracciato un bilancio della stagione estiva appena trascorsa e un giovane allievo del Centro Nautico di Sabaudia che ha raccontato della sua esperienza positiva.

Dopo il Salone di Genova, la Lega Navale Italiana parteciperà dal 12 al 16 ottobre al Salone Nautico di Puglia (SNIM) a Brindisi con uno stand e diverse attività in programma.

 

CLICCA QUI PER IL VIDEO RIASSUNTIVO

Si è celebrata oggi, venerdì 9 settembre, presso il monumento nazionale al Marinaio d’Italia a Brindisi la 79° Giornata della memoria dei marinai scomparsi in mare. La commemorazione si tiene a perenne ricordo dei marinai, militari e civili, che hanno sacrificato la loro vita al servizio della Patria, facendo del mare il loro sacrario.

Il monumento al Marinaio d’Italia fu inaugurato il 4 novembre 1933 nella città di Brindisi. L’opera è stata finanziata ed eretta per iniziativa della Lega Navale Italiana per commemorare i caduti in mare.

Hanno presenziato alla cerimonia la Sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Stefania Pucciarelli e il Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. Giuseppe Berutti Bergotto oltre a numerose autorità civili e militari. Presente la Lega Navale Italiana con il Presidente Nazionale, Amm. Donato Marzano e alcuni ragazzi dei gruppi sportivi della Sezione di Brindisi, sia a terra che in mare.

 

FOTO: Marina Militare, Lega Navale Italiana, Sottosegretario di Stato Sen. Pucciarelli

La Lega Navale Italiana ha partecipato con il Presidente Nazionale, Amm. Donato Marzano, alla presentazione di Moto Guzzi V100 Mandello Aviazione Navale, in anteprima su Nave Cavour a Civitavecchia.

L’evento di oggi è una testimonianza dell’eccellenza delle maestranze italiane nel mondo nel segno dello storico legame tra Marina Militare e Moto Guzzi, azienda del gruppo Piaggio con sede a Mandello del Lario. Un’occasione per rafforzare anche le relazioni tra la Lega Navale Italiana e tutta la comunità della città comasca. Negli scorsi giorni il Presidente Marzano, in visita alla Sezione LNI di Mandello del Lario per incontrare gli atleti vincitori nelle competizioni nazionali e internazionali, è stato accompagnato dal Sindaco Riccardo Fasoli nello stabilimento Moto Guzzi, dove ha visitato il museo.

Moto Guzzi V100 Mandello Aviazione Navale è una speciale variante disponibile in soli 1913 esemplari, come omaggio all’anno di fondazione della forza aerea della Marina Militare, di cui fecero parte i fondatori Carlo Guzzi, Giorgio Parodi e Giovanni Ravelli.

Il modello si ispira ai caccia F-35B in dotazione alla Marina. Le grafiche ricalcano fedelmente quelle del velivolo, con le insegne su entrambi i lati del cupolino, movimentato anche dalle tipiche strisce jet intake che segnalano le prese d’aria dei jet.

L’imbarco sulle navi scuola "Amerigo Vespucci" e "Palinuro" costituisce un’esperienza fondamentale per i giovani soci della Lega Navale Italiana. Ragazze e ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 26 anni, possono in questo modo sperimentare la vita a bordo delle navi impiegate dalla Marina Militare per l’addestramento in mare degli allievi delle proprie Scuole.

Un'opportunità di formazione unica che la Lega Navale Italiana porta orgogliosamente avanti grazie all'accordo di collaborazione con la Marina Militare, rinnovato nel 2021 e finalizzato a valorizzare la cultura del mare e la formazione marinaresca nella popolazione giovanile.

Tra le decine di giovani soci LNI selezionati quest'anno per vivere l'esperienza sulle navi scuola, trenta di loro hanno avuto la possibilità nella stagione estiva, oppure l'avranno nelle prossime settimane, di trascorrere una settimana a bordo della "Nave Goletta" Palinuro e di svolgere delle attività insieme agli Allievi Sottufficiali.

"Andare per mare sulle più belle Navi Scuola a vela del mondo, le Tall Ships italiane, seguiti da un personale assolutamente qualificato e motivato ovvero gli equipaggi del Vespucci e del Palinuro rappresenta una grande opportunità per i nostri ragazzi. Ringrazio per questo la Marina Militare, sicuro riferimento per la Lega Navale Italiana con la quale condivide tanti progetti ed iniziative ed in particolare l'amore ed il rispetto del mare", ha dichiarato il Presidente Nazionale LNI, Amm. Donato Marzano.

Gabriele Febbraro, giovane socio della Sezione LNI di Tricase, ha raccontato della sua esperienza su nave Palinuro in un diario che ripercorre i principali momenti trascorsi a bordo, con lo sguardo rivolto ad un futuro professionale che ha il mare al centro:

"La mia avventura di imbarco sulla nave Palinuro della Marina Militare Italiana come giovane socio della Lega Navale Italiana è cominciata il 6 agosto con la partenza del pullman che da Maglie mi ha portato fino a Messina. All’alba del giorno dopo ero già nel capoluogo siciliano emozionato e desideroso di cominciare questa esperienza. Effettuati i controlli sanitari del caso, mi sono finalmente imbarcato alle ore 19:00 dello stesso giorno.

L’equipaggio ha poi preso il largo il 9 agosto dopo una mattinata passata a preparare gli armi della nave. La rotta seguita ha inizialmente costeggiato il canale di Sicilia, la costa della Calabria per poi arrivare alla città di Palinuro dove abbiamo accolto a bordo il sindaco con una rappresentanza della Capitaneria di Porto. Dopo la cerimonia siamo ripartiti in direzione del Monte Argentario e lì siamo rimasti per una notte. Il giorno seguente verso le ore 9:00 siamo ripartiti diretti all’Isola d’Elba. Arrivati a Porto Ferraio abbiamo approfittato per calare due motobarche e vogare per un po' intorno alla nave. Verso sera siamo poi ripartiti diretti a La Spezia.

Durante tutta la navigazione, noi ragazzi imbarcati a Messina ci siamo divisi in tre squadre, due da cinque persone e una da quattro. Siamo stati sempre affiancati dagli allievi marescialli della Scuola Sottufficiali che ci hanno assegnato tre ruoli principali: timone, vedetta e carteggio con rotazione di turni di quattro ore. Al terzo giorno di navigazione la sera ho avuto la possibilità di cenare con il Comandante e i due Secondi nella sua cabina, invece la penultima sera il Comandante è sceso dove noi dormivamo e ha cenato con il mio gruppo. Abbiamo un po' colloquiato e gli abbiamo fatto molte domande riguardanti la nave Palinuro e la sua carriera di Ufficiale di Marina.

La mia esperienza è stata veramente positiva in quanto ho imparato moltissime nuove nozioni (navigazione mista o a motore, quante vele ci sono, quante vele sono state issate, tutti i nomi delle vele, ecc.). Mi sono divertito molto a fare la vedetta sia di giorno che di notte perché bisognava segnalare tutti i tipi di barche, navi da crociera, bersagli, boe, eccetera. Per quanto riguarda il carteggio, non avendo frequentato una scuola nautica, mi hanno insegnato a rilevare i punti nave sulla carta nautica. Durante la navigazione il Nostromo nelle ore libere ha tenuto delle lezioni sull’arte dei nodi, e ci ha insegnato tanti altri nodi che non conoscevamo e che sono comunemente utilizzati sulla nave Palinuro.

Ho fatto amicizia con il personale di bordo e spero anche io un giorno di entrare a far parte della Marina Militare Italiana.

Verso le 15:20 del 15 agosto due rimorchiatori ci hanno accompagnato e aiutato nell'ormeggio della nave dentro l'arsenale di La Spezia. Nel pomeriggio il Comandante ha consegnato ad ognuno di noi un attestato che riportava le rispettive miglia percorse e le ore di moto.

La mattina del 16 agosto ci siamo preparati per accogliere a bordo due Tenenti di Vascello donne che ci hanno augurato buona fortuna. Infine, al termine della cerimonia sono sbarcato definitivamente dalla nave, dove c'era un furgone che ci ha gentilmente accompagnato dall'arsenale fino alla stazione di La Spezia per far ritorno a casa."

 

FOTO: LNI e Marina Militare

La Marina Militare e la Lega Navale Italiana insieme per la seconda edizione di “Tennis & Friends” Salute e Sport al Circolo della Stampa Sporting a Torino dal 16 al 18 settembre. Negli stand della Marina Militare ci sarà la possibilità di provare i simulatori di vela e canottaggio con il supporto degli istruttori della Sezione LNI di Torino.

Il progetto, patrocinato dal Comune di Torino, dalla Regione Piemonte e dalla ASL Città di Torino con la collaborazione della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro ONLUS, mira a promuovere e sostenere la diffusione della prevenzione gratuita, con la possibilità, nel corso dell’intera manifestazione, di effettuare screening e visite mediche gratuite.

La giornata del 16 settembre è stata dedicata ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie coinvolti in intrattenimenti ludico-creativi legati ai temi della salute, dello sport e delle tematiche sociali.

 

FOTO: Marina Militare

Il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, Amm. Donato Marzano, è stato ospite lo scorso 23 agosto dello Speciale Pomeriggio su Cusano News 7, il canale televisivo di informazione dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Intervistato da Massimiliano Morelli, il Presidente Marzano ha illustrato l’impegno della Lega Navale in favore della protezione dell’ambiente, parlando delle iniziative portate avanti dalle Sezioni su tutto il territorio italiano e dei progetti di collaborazione scientifica con enti di ricerca e università.

L’Ammiraglio Marzano è intervenuto anche sul tema della sicurezza in mare, alla luce dei recenti incidenti avvenuti a largo delle coste italiane, ribadendo l’importanza della formazione marittima per giovani e adulti, da sempre centrale per la Lega Navale Italiana.

Infine, si è parlato dell’anniversario dei 125 anni dalla fondazione dell'ente e dell’onore e della responsabilità di ricoprire l’incarico di Presidente Nazionale di un’istituzione così antica e prestigiosa, la cui missione resta più che mai attuale.

 

L’intervista completa è disponibile sul canale YouTube della Lega Navale Italiana.

CLICCA QUI PER VEDERE L’INTERVISTA

I più letti

  • Week

  • Month

  • All