Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Si è svolta ieri, nell'aula magna del Palazzo Arsenale a Torino sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell'Esercito, la serata inaugurale dell’Assemblea Generale dei Soci (A.G.S.) della Lega Navale Italiana (LNI), presieduta dal presidente nazionale, ammiraglio di squadra (a) Donato Marzano alla presenza di oltre 200 presidenti in rappresentanza dei 50.000 soci delle  duecentosettanta sezioni e delegazioni di tutta Italia.

Quest’anno l’assemblea, organizzata dalla sezione LNI di Torino, assume il significato emblematico di una ripartenza a pieno regime delle attività dell’associazione dopo le necessarie limitazioni e restrizioni imposte nell’ultimo anno e mezzo a causa delle norme anti covid-19. Si tratta quindi di un confronto finalmente “in presenza” tra la Presidenza Nazionale e gli organi di vertice della LNI con le strutture periferiche per discutere di attività, problematiche e progetti futuri.

Nell’occasione di ieri è stato anche ricordata la ricorrenza del 120° anniversario della sezione di Torino della LNI, una delle più antiche d'Italia che, come ha sottolineato l’ammiraglio Marzano, “contribuisce, assieme alle altre sparse su tutto il territorio nazionale, alla diffusione della cultura del mare".

La cerimonia di apertura, dopo il saluto del Generale di divisione Mauro D'Ubaldi Comandante la Scuola di Applicazione, ha visto gli interventi del Sottosegretario di Stato alla Difesa, sen. Stefania Pucciarelli, del Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Aurelio De Carolis, di altre autorità nazionali e locali, alla presenza di rappresentanti della stampa locale e ospiti, tra i quali il regista teatrale, attore e conduttore televisivo Prof. Michele Mirabella. 

L'assemblea prosegue nella giornata di oggi, sabato 23 ottobre, con i lavori veri e propri.

 

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO DEL TGR PIEMONTE (MINUTO 12:19)

Questa mattina, presso la sede dello Stato Maggiore della Marina, è stato firmato il rinnovo dell’accordo di collaborazione tra la Marina Militare (MM) e la Lega Navale Italiana (LNI).

L’accordo, firmato dal capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, e dal presidente nazionale della Lega Navale Italiana, ammiraglio di squadra Donato Marzano, conferma  la volontà di Marina Militare e Lega Navale di  proseguire nel  percorso di reciproca collaborazione per la valorizzazione ed il rilancio della cultura del mare e della tutela ambientale e la  volontà  di operare in stretta  sinergia nell’avvicinamento della popolazione alla nautica in modo inclusivo e solidale, con particolare riguardo a quella giovanile.

 “Da tempo cerchiamo di risvegliare le coscienze nel nostro Paese promuovendo, in ogni occasione che ci si presenta, il concetto di marittimità. In quest’ottica deve essere inquadrata la collaborazione tra Marina Militare e Lega Navale Italiana: due soggetti complementari che lavorano sinergicamente in questa opera senza sosta, con uno sguardo attento verso l’auditorio delle scuole e dei più giovani.” Queste le parole del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone.

La diffusione della cultura marittima, l’andare per mare senza barriere fisiche, mentali , sociali  e l'impegno per la tutela dell'ambiente marino, costituiscono la missione istituzionale delle Lega Navale”, ha dichiarato il presidente  nazionale ammiraglio Donato Marzano, “ed in questo senso, la possibilità di continuare ad operare in simbiosi con la Marina Militare, come sancito dall’Accordo appena rinnovato, rappresenta uno strumento prezioso ed un valore aggiunto per il conseguimento dei nostri reciproci obbiettivi”.

La Lega Navale Italiana e la Marina Militare contribuiscono con il loro operato alla conservazione della memoria storica delle tradizioni marinaresche del Paese, anche al fine di promuovere le opportunità di lavoro che il mare offre ai giovani. Il nuovo accordo agevola inoltre l’integrazione delle comunità militari con quelle locali, crea sinergie fra l’attività della L.N.I. e quelle di altri Enti ed Organismi collegati alla Marina Militare e contribuisce a diffondere i principi dell’etica, della solidarietà, dell’amore per lo sport e del mare e del rispetto dell’ambiente. 

Per cultura e tradizione il legame tra la Marina Militare italiana e la vela è da sempre un rapporto indissolubile; l’insegnamento e la cultura della navigazione a vela è stato e sempre sarà uno dei pilastri fondamentali ed imprescindibili nei programmi addestrativi e didattici degli istituti di formazione della Marina Militare.

APPROFONDIMENTO

Il 2021 è un anno che ha visto un forte rilancio della vela nella Marina Militare, sia dal punto di vista sportivo che da quello organizzativo. Per lo sviluppo e promozione dell’attività velica è stato riattivato lo storico MARIVELA, ovvero l’ufficio dello Stato Maggiore della Marina Militare che si occupa esclusivamente dello sport velico, lasciando all’Ufficio Sport la gestione della componente agonistica di tutti gli altri sport. Questo permetterà anche di incrementare la capacità delle 13 sezioni veliche presenti su tutto il territorio nazionale.

La Lega Navale Italiana è un Ente Pubblico non economico a base associativa e senza fine di lucro che da oltre 120 anni continua l’opera di diffusione della conoscenza della cultura marittima e degli sport nautici, con particolare attenzione ai giovani, al volontariato, all’ambiente e all’inclusione sociale, attraverso oltre 50.000 soci, 80 basi nautiche e circa 270 strutture periferiche presenti su tutto il territorio nazionale.

 

FONTE IMMAGINE: Marina Militare

I Campioni d'Italia, contro i tumori al seno.

Il gruppo voga della Lega Navale Italiana Sezione Taranto - Rematori Taranto Magna Grecia, vincitore del primo Campionato Italiano Assoluto della FICSF, tinge di rosa i suoi remi, a sostegno della lotta contro i tumori al seno e delle donne che quotidianamente lo combattono.

Il gruppo sportivo, infatti, promuove l'esercizio fisico ,che previene le ricadute e può ridurre la mortalità fino al 40%, contribuendo in generale alla salute di corpo e psiche. La LNI di Taranto, così, promuove la prevenzione e gli screening precoci.

Conoscere se stessi significa prevenire.

Sabato scorso (9 ottobre) si sono conclusi a Palermo i Campionati del mondo di vela per la classe Hansa 303, organizzati dalla Sezione di Palermo della Lega Navale Italiana, in concorso con la Federazione Italiana Vela (FIV) e il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e con il supporto delle Istituzioni e sponsor locali.

Questa classe di imbarcazione, progettata e costruita proprio per soddisfare le esigenze degli atleti con disabilità, ha visto un grande successo dell’edizione 2021 del Campionato del Mondo per numeri e risultati: oltre 180 atleti provenienti da 5 continenti,  25 nazioni con 118 imbarcazioni in gara. Tutto grazie alla volontà e all'impegno dei soci della LNI, guidati e motivati dal Presidente Tisci , dei volontari e di tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo importante evento.

Un plauso va a tutti gli atleti, ai vincitori delle tre categorie del campionato, agli ottimi piazzamenti degli atleti della LNI, tra i quali Gianluca Capone della LNI Palermo, arrivato 21esimo assoluto nella categoria "Singolo" e la coppia Aytano - Bortoletto della LNI Genova Sestri Ponente, classificatasi al 5' posto assoluto nella categoria "Doppio".

"Gare completate nonostante il tempo non proprio favorevole, organizzazione logistica e operativa efficace, flessibile, puntuale ma soprattutto una calda ospitalità ed un clima di amicizia che fin dal primo giorno ha caratterizzato il Mondiale di Palermo. Risultati concreti dovuti  alla passione ed all'iniziativa di un gruppo di sognatori che ringrazio, a partire dal Presidente della Sezione di Palermo Beppe Tisci, il primo promotore della candidatura di Palermo,  il Delegato Regionale della LNI Carlo Bruno ma soprattutto i Soci e gli splendidi volontari che hanno realizzato questa grande impresa, stimolo per tutti noi a far sì che la vela ritorni al più presto tra le discipline comprese nelle Paralimpiadi" ha affermato il Presidente Nazionale della LNI, ammiraglio Donato Marzano.

Il 22 e 23 ottobre 2021 si svolgerà a Torino, nella suggestiva storica sede del Palazzo dell'Arsenale in Via dell'Arsenale n. 22 sede del Comando per la formazione e Scuola di applicazione dell'Esercito, l’Assemblea Generale dei Soci (A.G.S.) della Lega Navale Italiana (LNI), presieduta dal presidente nazionale, ammiraglio di squadra (a) Donato Marzano, cui prenderanno parte i presidenti delle circa duecentosessanta sezioni e delegazioni distribuite su tutto il territorio nazionale, in rappresentanza di oltre 50.000 Soci.

L'Assemblea Generale dei Soci è l'organo di vertice della L.N.I. che delibera gli indirizzi strategici, le politiche generali di pianificazione, le verifiche delle attività dell'associazione e le eventuali modifiche allo Statuto da sottoporre all'approvazione del Ministro della Difesa nonché il bilancio di previsione e il rendiconto generale.

Si tratta di un evento che si svolge annualmente, in una località d’Italia sempre diversa, attraverso il quale si intende sottolineare, portandolo all’attenzione delle autorità e delle istituzioni, l’importante ruolo che l’associazione riveste ormai da centoventiquattro anni nel panorama associazionistico del Paese, per diffondere nella popolazione italiana, soprattutto nei giovani, l’amore per il mare e le tematiche ad esso legate, sviluppando iniziative promozionali, culturali, sociali, sportive, ambientalistiche e naturalistiche aperte a tutti senza limiti di età e con particolare attenzione alle categorie sociali meno agiate e alle persone con disabilità.

Quest’anno l’assemblea, organizzata dalla sezione di Torino, assume una rilevanza particolare, dopo che la sosta forzata degli eventi in presenza a causa delle restrizioni dovute alle norme anti covid-19 ha comportato lo svolgimento dell’edizione 2020 sotto forma di videoconferenze on-line. Si tratterà quindi di un confronto “in presenza” tra la Presidenza Nazionale e gli organi di vertice della LNI con le strutture periferiche per discutere di attività, problematiche e progetti futuri.

La manifestazione inizierà nel pomeriggio di venerdì 22 ottobre nell’Aula Magna del Palazzo Arsenale con la cerimonia di apertura alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa sen. Stefania Pucciarelli, del Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Aurelio De Carolis, di altre autorità nazionali e locali, ospiti, tra i quali il noto regista teatrale, attore e conduttore televisivo Prof. Michele Mirabella, e proseguirà nella giornata di sabato 23 con i lavori dell’assemblea.

Nell’ambito delle attività di collaborazione previste dal Protocollo di Intesa stipulato dalla Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana con l’Università del Salento è stato indetto il MASTER di II livello “Esperto della QUalità Biologica dell'Ambiente Marino” ( EQUBAM), organizzato dall'Università del Salento  congiuntamente con la Lega Navale Italiana, Sezione di Brindisi.

La prima edizione, rinviata lo scorso anno a causa dei problemi derivanti dalla seconda ondata di pandemia, è stata spostata all'anno 2021-22 con inizio previsto al 1 Febbraio 2022 (scadenza iscrizioni 15 Settembre 2021, prorogata al 15 Novembre 2021).

Il Master  è un percorso formativo post-universitario rivolto a giovani laureati che intendono specializzarsi in gestione e conservazione dell’ambiente marino e delle sue risorse e costituisce una preziosa opportunità di formazione e aggiornamento per quanti intendano sviluppare capacità e competenze nei settori della blue growth, dalla raccolta dei dati alla conservazione e alla gestione ecosostenibile delle risorse marine.

Il programma,  ricco e qualificato, è descritto in dettaglio nella scheda di progetto (CLICCA QUI).

Per facilitare la partecipazione (in presenza) di iscritti non residenti, le attività saranno svolte nei fine settimana (giorni venerdì-sabato-domenica) e/o nel periodo estivo presso la sede della Lega Navale Italiana Sez. Brindisi, oltre che a bordo dell'imbarcazione dell'Università "Pelagia".

I più letti