Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Lo scorso 29 gennaio si è tenuta presso la sede nautica della Sezione della Lega Navale Italiana di Palermo la presentazione di "Our dream", il Jeanneau sun Odissey 53 piedi a vela confiscata alla criminalità organizzata che la utilizzava per traffici di stupefacenti e affidata alla Lega Navale Italiana.

L’affidamento di questa imbarcazione mira a un progetto ancora più alto, un sogno che diventa realtà: l’imbarcazione è stata già parzialmente modificata e diventerà totalmente accessibile per consentire a tutti, anche alle persone con disabilità, di andare sotto coperta e di vivere una navigazione a vela in sicurezza. Molti sono i lavori che ancora devono essere ultimati per completare il progetto. Oltre alle vele anche un sollevatore per consentire la discesa sottocoperta bypassando la scaletta. A visita ultimata, il Presidente della Regione Sicilia, On. Renato Schifani, si è impegnato a cercare una soluzione per consentirne la realizzazione.

Il progetto, ambizioso e unico nel Meridione, consentirà di organizzare crociere scuola realmente inclusive, uscite a mare gratuite e nuove attività tese a fare in modo che tutti, nessuno escluso, abbiano le stesse opportunità. In particolare, è già previsto che nei mesi estivi (giugno e luglio) l’imbarcazione partirà da Palermo per fare il periplo a tappe della Sicilia e, coinvolgendo associazioni e istituzioni delle varie province siciliane interessate dalle soste, si potranno imbarcare tanti ragazzi con disabilità o diversamente giovani per delle uscite a mare, per la prima volta, su una imbarcazione d’altura siciliana totalmente accessibile.

Tante le autorità presenti all’inaugurazione che hanno speso parole di encomio per il progetto. Il Presidente della Regione Sicilia Schifani, molto sensibile ai temi di disabilità, sport e legalità a vantaggio della collettività, ha dichiarato nel suo discorso inaugurale: “Oggi è una bella giornata di riscatto della società civile nei confronti della criminalità organizzata. Non potevo e non dovevo mancare a un’iniziativa di altissimo valore sociale e simbolico come questa, per più di un motivo. Oggi, infatti, c’è una sorta di risarcimento danni per le azioni criminali subite dalla nostra regione: un bene sottratto alla mafia viene inserito nel contesto sociale e soprattutto a favore dei disabili”. È seguito l'intervento il senatore Raoul Russo, membro della 10ª Commissione permanente (Affari sociali, sanità, lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) della regione siciliana, presente per testimoniare nuovamente, dopo, il Mondiale dello scorso ottobre, “un’attività così meritoria che dimostra come la Sicilia e Palermo possa essere capitale dello sport, della cultura e dei diritti dei disabili”.

L’Assessore comunale allo Sport Sabrina Figuccia ha portato i saluti del Sindaco di Palermo e sottolineato come attraverso lo sport sia possibile raccontare una storia in cui i valori della vita si fanno sostanza. Farlo attraverso una barca restituita alla legalità “ci dà la concretezza di quanto la legalità non sia soltanto un tema da affrontare nei convegni o con parole importanti, nelle aule universitarie, nei luoghi della cultura ma lo si fa anche per strada. L’informalità di questo momento, davanti alle più importanti autorità della nostra città e della nostra Regione, sedute su comuni sedie di plastica mi restituisce il senso di quanto la legalità sia davvero per strada."

Presenza importante anche quella del Prefetto di Palermo, Dott.ssa Maria Teresa Cucinotta, la quale ha tenuto a tranquillizzare la collettività sull’uso del patrimonio dei beni confiscati in quanto “utilizzare i beni confiscati è il modo migliore per dare uno schiaffo alla criminalità organizzata, che toccata nei propri interessi economici spesso non tollerano che tali beni vengano riutilizzati e continuano quella attività di intimidazione sul territorio”. 

Il Delegato Regionale LNI, Dott. Carlo Bruno, dopo avere ricordato i precedenti progetti già attuati da moltissimi anni con beni confiscati, ha letto il messaggio inviato dal Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, Amm. Donato Marzano: "Porto il saluto di tutti i Soci della Lega Navale Italiana che, come me, sono idealmente al vostro fianco in questa bella giornata di legalità, di sport, di solidarietà e di mare inteso come valore fondamentale per chi, come noi, è nato sul mare e con il mare interagisce in tutte le sue declinazioni. Oggi avevo programmato di essere con voi a celebrare l’ingresso di “Our Dream” nella flotta della LNI di Palermo e di tutta l'Associazione, ma un problema sanitario me lo ha impedito. Questo sogno è diventato oggi un’opportunità concreta per consentire a tutti di navigare in libertà e in sicurezza. Un ulteriore passo, significativo per l’Associazione tutta e per la cittadinanza verso un mare che unisce nel segno dei valori dell’inclusione sociale, dello sport, del rispetto per l’ambiente e della legalità. Infatti, questa barca sequestrata alla criminalità organizzata verrà utilizzata, come già avvenuto con successo in altre Sezioni della Lega Navale, per realizzare il sogno di andare per mare per chi ha disabilità motorie, intellettive, sensoriali, psichiche o si trova in condizioni di disagio sociale o economico, ma anche per i tanti giovani desiderosi di avvicinarsi al mare. Questa giornata di festa è dedicata a loro. Iniziative come questa ci fanno ben sperare in un futuro che sia migliore anche per chi, oggi, è più svantaggiato. Per questo sono e siamo tutti al fianco di Beppe Tisci e della sua meravigliosa “band of brothers” in questo progetto che verrà supportato dalla Presidenza Nazionale e che verrà inserito in una campagna lungo i nostri mari per avvicinare al mare ragazzi e diversamente giovani, avviarli alla vela e monitorizzare lo stato delle nostre acque e delle nostre coste con barche che lo Stato affida allo Stato perché la Lega Navale Italiana è un Ente pubblico. Ma dobbiamo continuare a meritarlo e sono certo che Beppe e i Soci di Palermo supportati dal nostro Delegato Regionale Carlo Bruno, dalle Autorità locali, da Associazioni meritorie pubbliche e private realizzeranno il “nostro sogno” di mettere il mare al centro senza barriere, forti di una lunga esperienza nella nautica solidale come testimoniano la realizzazione del pontile e dell'area logistica dedicati alle Hansa e la perfetta organizzazione del mondiale Hansa 303 nel 2021. Buon vento "Our Dream"."

Una meravigliosa giornata di sole ha fatto da sfondo al taglio del nastro e alla visita dell’imbarcazione che tutti i presenti hanno apprezzato con gioia e orgoglio.

 

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO VIDEO

Il calendario 2023 della Lega Navale Italiana è in distribuzione in questi giorni. Giunto alla terza edizione, il calendario LNI testimonia l'impegno e la voglia di partecipazione dei Soci della Lega Navale che anche quest'anno hanno inviato numerose foto relative alle attività svolte dalle Sezioni e Delegazioni, presenti su tutto il territorio nazionale, nelle quattro aree della missione istituzionale dell'Associazione: ambiente, cultura del mare, nautica solidale e inclusione, sport e formazione nautica.

Così il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, Ammiraglio Donato Marzano, presenta il calendario 2023:

Le immagini di questo calendario, diventato ormai un appuntamento tradizionale, si riferiscono alle attività che hanno visto la Lega Navale Italiana protagonista di tante iniziative con il mare al centro. Attività che sono proseguite nella divulgazione della cultura e delle tradizioni marittime, nella promozione degli sport nautici e della formazione marinaresca, nella protezione del mare in un contesto socio-economico estremamente difficile. Le belle immagini testimoniano l’impegno, la passione e l’amore per il mare ed il sociale che caratterizzano l’essere soci della Lega Navale Italiana, anche in un annus horribilis caratterizzato dalla prosecuzione degli effetti della pandemia Covid-19 e dallo scoppio di una guerra vicina ai nostri confini ed ai nostri interessi. Ma nel 2022 sono stati celebrati anche i 125 anni dalla fondazione della nostra Associazione che, forte delle sue solide radici, si proietta con un rinnovato slancio nelle sfide del terzo millennio.

Auguro ai nostri soci, ai nostri affetti, ai nostri amici e simpatizzanti un felice, proficuo, magnifico 2023.

 

Per sfogliare e scaricare la versione digitale del nuovo calendario LNI 2023, CLICCA QUI

Parte nel segno dell’innovazione digitale la campagna di tesseramento 2023 della Lega Navale Italiana.

Da quest’anno, i soci della Lega Navale saranno dotati di una tessera d’iscrizione all'Associazione e di una tessera d'iscrizione al Registro del Naviglio LNI in formato digitale. Le tessere saranno scaricabili direttamente nell’Area Soci del portale www.leganavale.it, accendendo con le proprie credenziali. La principale novità della tessera digitale LNI, una vera e propria "carta d'identità" del socio della Lega Navale, riguarda la presenza di un QR Code per verificare la validità e le modalità della propria iscrizione. Il codice presente sulla tessera plastificata in possesso del socio sarà leggibile attraverso l’app “LN Soci”, scaricabile gratuitamente e disponibile a breve negli store Android e Apple.

“Il socio della LNI rappresenta il cuore, le braccia, la mente della nostra Associazione. È fondamentale quindi diventarlo o rinnovare il proprio impegno al più presto per farne parte a pieno titolo, partecipare alle tante iniziative di mare, sport e solidarietà che le Sezioni e Delegazioni portano avanti, sentirsi a casa nelle nostre oltre 260 Basi e Strutture distribuite lungo tutto il territorio nazionale”, ha sottolineato il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana Donato Marzano.

Con una circolare diffusa lo scorso 30 dicembre, la Presidenza Nazionale della LNI comunica alle Sezioni e Delegazioni che anche per il tesseramento 2023 le quote di spettanza della PN dovranno essere regolate entro il 15 di ogni mese per i tesseramenti effettuati nel mese precedente. Per essere in regola con il tesseramento, il Socio deve provvedere a rinnovare la propria iscrizione entro il 31 marzo 2023. Lo stesso termine è fissato per i Soci iscritti nell’albo degli Esperti Velisti della LNI.

L’Associazione rinnova anche quest’anno, in linea con la sua missione istituzionale, l’impegno verso l’inclusione delle persone con disabilità e la partecipazione giovanile.

Per le persone con disabilità che si iscrivono presso una struttura periferica della Lega Navale Italiana per la sola partecipazione a corsi e attività ad essi dedicati, la tessera verrà rilasciata gratuitamente per il primo anno con il solo pagamento della quota assicurativa alla Presidenza Nazionale. I successivi rinnovi avverranno con il pagamento della quota associativa nella misura riportata nella circolare.

È autorizzato inoltre il rilascio gratuito, per il solo primo anno, della tessera ai nuovi Soci giovani che aderiscono ad uno o più progetti, segnalati ed approvati dalla Presidenza Nazionale, tesi a far conoscere le attività delle strutture periferiche LNI e corredati da una nota descrittiva che ne illustri le finalità e la tempistica di esecuzione, le modalità e il personale interessato, l’eventuale coinvolgimento di altre strutture ed enti sia privati che pubblici e tutte le informazioni utili per illustrare la valenza del progetto.

Maggiori informazioni sul tesseramento, sull’iscrizione al Registro del Naviglio LNI e sull’abbonamento alla rivista Lega Navale sono riportate nella circolare pubblicata sul portale:

https://www.leganavale.it/post/47783/tesseramento-2023

 

Per il TUTORIAL VIDEO è possibile cliccare sul link YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=1AUCm-KlY1w&ab_channel=LegaNavaleItaliana

 

Per ulteriori informazioni, è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“C’è una cosa che unisce la nostra terra, la nostra tradizione, la nostra passione: Il Mare”. È questo il tema della mostra pittorica organizzata dalla Sezione della Lega Navale Italiana di Vico Equense. 

La mostra, patrocinata dal Comune di Vico Equense, sarà in esposizione nell’atrio del palazzo comunale della città campana dal 27 al 31 gennaio prossimi. La kermesse artistica rientra nelle tante iniziative culturali organizzate dalla sede locale della Lega Navale e vuole essere anche un omaggio alla memoria di due pilastri dell’Associazione recentemente scomparsi: il comandante Giancarlo Basile, velico della Marina Militare di fama internazionale e autore di testi per la Lega Navale Italiana e il comandante Claudio Ressmann, dal 1983 al 2009 direttore della rivista Lega Navale. 

Alla mostra esporranno le loro opere i soci della Sezione LNI di Vico Equense.

La Sezione della Lega Navale Italiana di Trapani ha commemorato il giudice Giangiacomo Ciaccio Montalto a quarant'anni dalla barbara uccisione per mano della mafia. Era la sera del 25 gennaio 1983 quando i sicari di Cosa Nostra lo freddarono in Via Antonino Carollo a Valderice. Il magistrato milanese indagava sulle connessioni tra mafia, politica e massoneria, con particolare attenzione ai tornaconti economici legati al traffico di droga.

Momenti di memoria per ricordare il suo impegno e la lotta per la legalità contro la criminalità organizzata. Alla presenza di un folto numero di studenti in rappresentanza di istituti superiori, inferiori e del quinto anno della scuola elementare, di autorità civili e militari, alcuni magistrati hanno tracciato e ricordato l’alto profilo del magistrato, la sua professionalità e la sua umanità. I giudici Petralia e Genna hanno raccontato la loro personale conoscenza e testimonianza dell’operato di Ciaccio Montalto, descrivendo la grande passione con cui ha svolto il suo delicato e rischioso lavoro.

I ragazzi hanno ascoltato attentamente come in una società civile si possa vivere meglio se ognuno fa onestamente la sua parte e il suo dovere, a cominciare dagli amministratori pubblici, uomini delle istituzioni e non ultimi i cittadini, che devono scegliere la via della legalità e del rispetto delle leggi.

Da qualche anno la Lega Navale di Trapani dedica una regata velica al magistrato, appassionato di vela e socio della Lega Navale Italiana, la cui effige campeggia in uno splendido murales che lo ritrae pensieroso, come a guardare la città con alle spalle il mare che tanto amava.

 

FOTO: Telesud

La Lega Navale Italiana e il Ministero dell’Istruzione e del Merito indicono, per l’anno scolastico 2022/2023, il concorso nazionale “Il mare in sicurezza”, rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie.

Il concorso mira a diffondere la cultura della sicurezza in mare e a sensibilizzare gli studenti sui principi dell'educazione civica marittima. Gli alunni saranno chiamati ad individuare e analizzare le possibili situazioni di rischio per acquisire la consapevolezza di come l'accesso al mare, in qualsiasi forma, non possa prescindere da un comportamento prudente e responsabile.

I candidati dovranno realizzare un racconto immaginario o reale legato non solo alla semplice balneazione ma anche alla pratica sportiva e ai mestieri del mare, con il quale evidenziare la loro visione della sicurezza in mare, scegliendo tra un elaborato scritto, una fotografia, un’opera di grafica digitale o multimediale. Agli alunni che risulteranno vincitori nelle varie categorie (testi, arte, multimediale) verrà offerta la possibilità di partecipare ad un corso di vela presso una delle Sezioni della LNI o un Centro Nautico Nazionale.

Con questa iniziativa, il MIM e la LNI si propongono di favorire all’interno delle scuole la diffusione di una cultura della sicurezza in mare in tutti i suoi aspetti. È prevista infatti la programmazione di momenti divulgativi e formativi con gli istruttori LNI presso gli istituti scolastici, finalizzati a stimolare la riflessione da parte degli studenti sull’argomento e ad illustrare i comportamenti virtuosi e le buone pratiche che il mare e gli sport nautici richiedono.

 

Informazioni per partecipare al concorso

Gli studenti partecipanti potranno presentare i lavori individuali o di gruppo entro il 30 aprile 2023 al seguente indirizzo: Lega Navale Italiana –– Via Guidubaldo Del Monte, 54 – 00197 – Roma; oppure all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando, in entrambe le modalità di invio, il nome dell’istituto e la dicitura: “Il mare in sicurezza”. Non saranno presi in considerazione gli elaborati pervenuti alla Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana oltre la suddetta data.

Per maggiori informazioni sul bando consulta il sito della Lega Navale Italiana: https://www.leganavale.it/post/47784/bando-di-concorso-nazionale