Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Una flotta combattiva di 137 giovani velisti ha disputato tre giorni intensi di regata dal 23 al 25 aprile, dopo essere stata sottoposta a severi controlli di stazza nei giorni precedenti. Uno spettacolo quotidiano che ha deliziato gli occhi di chi camminava lungo la spiaggia di Scarlino. L'evento, organizzato in sinergia con la LNI Follonica, ha potuto godere della favorevole sinergia logistica tra il Camping Piper (base a terra) e la Marina di Scarlino, permettendo ai velisti e ai loro allenatori di avere una straordinaria accoglienza.

Il giovane velista con le migliori prestazioni è stato Adriano Cardi Quan, della LNI Ostia, seguito da Lisa Vucetti (SV Barcola e Grignano), che si aggiudica anche il premio del primo femminile.

Entusiasta il commento di Marcello Meringolo (Italy Optimist Team): “Una bella selezione impegnativa a Scarlino, a livello tattico ed emotivo che rivedeva i migliori timonieri azzurri in acqua insieme dopo tanti mesi. Dopo le nove prove fatte, Adriano Cardi della LNI Ostia è in testa con pieno merito, salgono sul podio Lisa Vucetti (SV Barcola Grignano) e Alessandro Cirinei (Tognazzi Marine Village). Completano la top 5, Rebecca Geiger (CV Muggia) e Alberto Avanzini (CN Bardolino).

Podio femminile per Lisa Vucetti, Rebecca Geiger e Clara Lorenzi (CN Bardolino). Appuntamento tra 10 giorni a Torbole per la seconda selezione che decreterà le squadre che rappresenteranno l’Italia definitivamente.

Ottimo lavoro per lo Yacht Club Isole di Toscana supportato dalla LNI Follonica, dei Comitati di Regata, Proteste e Tecnico presieduti rispettivamente da Guido Ricetto, Giorgio Davanzo e Francesca De Gregorio. Anche il Presidente della Federazione, Francesco Ettorre è stato due giorni a Scarlino per seguire questa regata, tanto importante per i nostri ragazzi”.

 

FONTE e FOTO: Comunicato stampa FIV

Il Settore Giovanile della Federazione Italiana Vela ha programmato uno stage IQFOIL YOUTH a Cagliari presso il Centro Federale Zonale alla Lega Navale di Cagliari dal 23 al 26 aprile 2021. Lo stage sarà aperto agli atleti nati dal 2003 al 2005. Nelle date indicate il Tecnico Federale Mauro Covre terrà allenamenti in mare e lezioni a terra come da programma allegato.

Per lo stage la Federazione metterà a disposizione 6 attrezzature IQFOIL YOUTH complete di rig da 7 mq. I posti a disposizione per coloro che non posseggono attrezzatura sono limitati a 9 atleti e le richieste verranno valutate dalla Direzione Tecnica Giovanile in accordo con il TF di riferimento e verrà inviata risposta di accettazione alla partecipazione entro il 16 aprile 2021.

Si richiede, quindi, agli interessati di inviare, attraverso la Segreteria del proprio Circolo a firma del Presidente o del Direttore Sportivo, domanda di partecipazione alla FIV-Settore Giovanile (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) entro il 16 aprile, attraverso il modulo prestabilito. E’ obbligatorio per tutti gli atleti e tecnici presenti essere in possesso di visita medica agonistica (tipo B).

Gli atleti presenti dovranno attenersi a quanto previsto dalle indicazioni del protocollo per il contrasto e contenimento COVID 19 adottato dalla Federazione Italiana Vela, oltre ad attenersi alle disposizioni tecnico-organizzative. I partecipanti dovranno autonomamente provvedere a tutti gli aspetti logistici legati alla loro presenza. I partecipanti minorenni dovranno essere affidati al proprio tecnico/accompagnatore dopo l’orario di fine attività del giorno.

 

CLICCA QUI PER IL MODULO DI PARTECIPAZIONE

 

 

 

FONTE: Comunicato stampa FIV

Il Settore Giovanile della Federazione Italiana Vela ha programmato, dal 16 al 18 aprile, uno stage di Nacra 15 a Pescara presso la ASD Svagamente. Lo stage sarà aperto agli atleti nati nel 2003 e anni successivi. Nelle date indicate, il Tecnico Federale responsabile Gigi Picciau terrà allenamenti in mare e lezioni a terra.

Entro l'11 aprile tutti gli interessati dovranno inviare domanda di partecipazione a firma del Presidente o del Direttore Sportivo del loro Circolo di affiliazione, attraverso il modulo prestabilito (CLICCA QUI PER IL MODULO).

Le richieste verranno valutate dalla Direzione Tecnica Giovanile in accordo con il TF di riferimento, entro martedì 13 aprile 2021 verrà inviata risposta di accettazione alla partecipazione. E’ obbligatorio per tutti gli atleti e tecnici presenti essere in regola con il tesseramento federale per l’anno in corso ed essere in possesso di visita medica agonistica (tipo B). Gli atleti e tecnici presenti dovranno attenersi a quanto previsto dalle indicazioni del protocollo per il contrasto e contenimento COVID 19 adottato dalla Federazione Italiana Vela, oltre ad attenersi alle disposizioni tecnico-organizzative.
I partecipanti, atleti e tecnici, dovranno provvedere autonomamente a tutti gli aspetti logistici legati alla loro presenza.

 

Nota: i partecipanti minorenni dovranno essere affidati al proprio tecnico/accompagnatore dopo l’orario di fine attività del giorno.

 

Fonte: Comunicato stampa FIV               

Il quarto posto ottenuto da Filippo Vinci (LNI Sulcis) nella seconda tappa dell’RS Aero Italian Circuit, tenutasi nel weekend a Santa Marinella, ha permesso all’atleta della Lega Navale Italiana di prendere la testa della classifica provvisoria del circuito Aero 7.

Vinci, ai piedi del podio, si è piazzato subito dietro Leopoldo Sirolli (Tognazzi Marine Village), Francesca Ramazzotti (Veliamoci ASD) e Sandro Paglialunga (Club Nautico Loano).

Nella categoria RS Aero 5 Alice Sussarello (LNI del Sulcis) è riuscita a strappare per un solo punto la vetta della classifica alla compagna di club Ludovica Cui, vincitrice della precedente tappa, che si è lasciata alle spalle con distacco Benedetta Sechi del club Veliamoci Asd.

Quante volte ci è capitato di vedere ragazzi che non conoscono la vita di mare, pur vivendo nei paesi della costa ed identificano lo stesso mare con la vita da spiaggia, senza conoscere la bellezza del navigare, del pescare, remare o semplicemente dello stare in barca?

Solo dopo aver portato i ragazzi in mare ci si accorge di quanto sia per loro una scoperta e come siano attratti dall’avventura, dalla curiosità di una visione del mare mai avuta prima.

La Lega Navale di Sestri Levante, anche per questo motivo, ha avviato un progetto “Invito alla vita di mare” con il sostegno finanziario del gruppo IREN per far conoscere ai ragazzi cosa significa andar per mare, una nuova esperienza per i ragazzi delle scuole superiori che trascorreranno due giorni su un gozzo storico ligure.

Ogni sessione è rivolta a sei ragazzi delle scuole superiori (oltre l’istruttore), per la durata di due giorni con quattro uscite. I ragazzi si avvicineranno alla barca, impareranno a remare a pescare, oltre che a cimentarsi in una gara analoga al palio marinaro (celebre competizione per gozzi liguri).

La Lega Navale, tramite il sostegno del gruppo IREN che ha cofinanziato l’iniziativa e la ristrutturazione del gozzo, e con il supporto degli Istituti scolastici di Sestri Levante, ha già avviato il progetto da metà gennaio. L’antico gozzo ligure 26 palmi (6,60 m.) “Città di Colombo”, che ha navigato nel Canal Grande durante la Vogalonga e sul Danubio, sarà restaurato presso il cantiere “Storie di Barche” per poi essere usato questa estate dai ragazzi che aderiranno al progetto.

Approfittando delle condizioni meteo favorevoli, ma soprattutto grazie alla loro solida amicizia ed amore per questo splendido sport, 5 ragazzi della LNI Molfetta hanno preso il mare alla scoperta del promontorio più grande d'Italia: il Gargano.

Tra loro, sebbene giovanissime, due esperte ragazze: Federica Altamura e Donatella Spedavecchia, entrambe sulla soglia della maggiore età, che hanno dimostrato carattere e determinazione a fianco ai veterani: Giuseppe Marino, Dario Gallo e Gianluca Pisani che, da ormai 20 anni, praticano agonisticamente la specialità acqua piatta della canoa olimpica.

Questa avventura, lontana dall'idea di voler essere una competizione, si è rivelata un primato in termini di percorrenza: in soli 2 giorni e mezzo, dalla mattina dell'11 al pomeriggio del 14 agosto, i ragazzi hanno lambito ben 72 km di costa pagaiando a pochi metri dalla battigia dalla località di Mattinata alla Foce del Lago di Varano.

Questa avventura ha dimostrato, inoltre, la grande solidarietà di tutte le sedi LNI che hanno offerto un valido e prezioso supporto logistico ai canoisti durante le loro soste: in particolare, la LNI Molfetta, nella persona del Presidente Felice Sciancalepore, porge i suoi più sinceri ringraziamenti alla LNI di Vieste, di Peschici e di Ischitella.

Lo stesso, nel rendere merito ai ragazzi per il risultato conseguito, crede fermamente che "queste occasioni dimostrano quanto la volontà, la coesione e l'amicizia siano i propulsori di un sano sport che rappresenta per le Lega Navali d'Italia una importante leva per tramandare i valori della tradizione marinara e cultura del mare alle nuove generazioni”.

 

Di Gianluca Pisani

I più letti