Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Orange Color

Il 18 marzo 2019  e’ stata scelta come la giornata mondiale del riciclo per sensibilizzare tutti i cittadini sulle problematiche inerenti l’ambiente. Sara’ un’occasione per riflettere sui temi dello spreco e sulla possibilita’ di aiutare il pianeta riciclando oggetti e materiali che solitamente si gettano o che non si utilizzano piu’ .L’intento e’ quello di creare un circuito virtuoso per limitare il piu’ possibile gli sprechi e preservare le  risorse naturali che non sono inesauribili. 
Quella di oggi sarà la seconda edizione della giornata mondiale del riciclo e si focalizzerà sul potere dei giovani, della scuola e dell’innovazione per garantire un futuro al nostro pianeta. L’obiettivo sarà quello di incrementare l’economia circolare ovvero il riutilizzo di materiali già usati. Saremo cosi’ in grado di aiutare a  limitare le emissioni di gas serra ed aiutare la sostenibilità ambientale. Inoltre avviando nuovi impianti di riciclo sarà anche possibile creare nuovi posti di lavoro.In Italia nel 2017 è cresciuta la raccolta differenziata del 55,5% mentre il riciclo dei rifiuti urbani è salito del 44%. Secondo le stime del Consorzio Conai (la cui finalità è quella di recuperare e riciclare materiali senza scopo di lucro) tra acciaio, plastica, vetro, legno, carta-cartone ed alluminio sono stati riciclati circa 8,8 milioni di imballaggi e quindi all’incirca il 67,5% di quello immesso sul consumo come comunica anche Ansa canale ambiente.
 

“Plastic free oceans” , liberiamo i nostri mari dalla plastica. Il WWF ha lanciato una mobilitazione a livello mondiale per fermare con urgenza l’inquinamento marino causato dalla plastica. Durante l’incontro che si e’ tenuto oggi con il ministro Costa, l’associazione ambientalista ha consegnato oltre 700 mila firme italiane per salvare i mari.