Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Il 3 dicembre si è celebrata la “Giornata internazionale delle persone con disabilità”.

Indetta nel 1992 dalle Nazioni Unite con la Risoluzione dell’Assemblea Generale 47/3, la Giornata mira ad aumentare la consapevolezza verso la comprensione dei problemi connessi alla disabilità e l'impegno per garantire la dignità, i diritti e il benessere delle persone con disabilità.

Il tema della Giornata di quest'anno è stato "Leadership e partecipazione delle persone con disabilità verso un mondo post-COVID-19 inclusivo, accessibile e sostenibile". Oggi la popolazione mondiale è di oltre 7 miliardi di persone e più di un miliardo, ovvero circa il 15% della popolazione mondiale, vive con qualche forma di disabilità; l'80% vive nei paesi in via di sviluppo.

La Lega Navale Italiana, da sempre attenta alla tematica della disabilità, promuove i valori della Giornata e individua come impegno primario il superamento delle barriere fisiche, cognitive, sensoriali e culturali nei luoghi della cultura. La promozione delle attività sportive “in acqua” senza limiti di età e con particolare attenzione alle categorie sociali meno agiate e alle persone con disabilità, rappresenta una delle principali aree di attività dell’Ente istituzionale.

Sono tantissime, infatti, le attività che la Lega Navale Italiana porta avanti a sostegno dell’inclusione, attraverso corsi di cultura marinaresca per persone con disabilità all’interno delle proprie sezioni sparse su tutto il territorio italiano (come “Vela senza esclusi” e “Disequality”), anche grazie al protocollo siglato con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e il supporto del Ministro per le disabilità.

Non ultimo, il grande successo dei Campionati italiani 2021 della classe Hansa 303, imbarcazione a vela progettata con particolare attenzione alle persone con disabilità, e il Campionato del mondo per l’appena citata classe di derive, organizzato lo scorso ottobre dalla Sezione di Palermo della Lega Navale Italiana, in concorso con la Federazione Italiana Vela e il Comitato Italiano Paralimpico.

“Il 3 dicembre rappresenta un’occasione importante per riflettere sui diritti delle persone con disabilità nel nostro Paese. La Lega Navale Italiana – ha dichiarato il Presidente Nazionale, ammiraglio Donato Marzano – da 124 anni diffonde la cultura marittima nella popolazione, avvicina tutti al mare ed alla natura, anche attraverso le discipline sportive nautiche, senza barriere, limiti di età, di categoria sociale e di abilità fisiche o mentali. Proprio partendo da “un mare senza barriere”, sempre più dedicato alle giovani generazioni, ritengo si possa arrivare ad un futuro più inclusivo, più accessibile e quindi migliore per tutti".

 

CLICCA QUI PER L'ARTICOLO DI AVVENIRE SULLE ATTIVITA' LNI RIVOLTE ALLE PERSONE CON DISABILITA'

Lo scorso 20 novembre, presso la sede della Lega Navale di Taranto, si è  celebrata la “Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia ed adolescenza”, grazie ad una iniziativa del “Comitato per la Qualità della Vita”. La giornata commemora quel 20 novembre 1954, quando presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York è stata sottoscritta la Dichiarazione dei Diritti del Bambino.

È stato il coro dei bambini della scuola per l’Infanzia “Piccoli Passi” ad affermare la centralità dei diritti dei bambini nella nostra società. Dalle loro voci un tenero inno alla città di Taranto, un tuffo nelle origini della sua fondazione, ma anche un commovente pensiero ad “un bambino morto di freddo”, con evidente allusione ai tristi e recenti fatti di cronaca accaduti sulla frontiera bielo-russa dove è stato negato il basilare diritto alla vita.

Nell'occasione è  stato sottoscritto dalla presidente della Sezione di Taranto Rosangela Martongelli e dal presidente del Comitato per la Qualità della Vita Carmine Carlucci un protocollo di intesa che consentirà l’organizzazione di iniziative finalizzate allo sviluppo di occasioni per la crescita delle giovani generazioni con il focus sulla cultura e l'ambiente marittimo.

Il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ha visto anche quest’anno la Lega Navale Italiana schierarsi in prima linea dalla parte delle donne vittime di ogni genere di abusi e sopraffazioni. La LNI esprime costantemente la propria solidarietà partecipando ad iniziative su questo tema, come avvenuto ad esempio lo scorso luglio con il patrocinio della campagna di sensibilizzazione “10000 di solidarietà contro la violenza sulle donne. Cambiamo rotta insieme!” rappresentata da un simbolico nastro rosso posto in testa d’albero di tutte le imbarcazioni in regata.

“Le storie di violenze sulle donne riempiono purtroppo sempre più spesso le pagine della cronaca quotidiana suscitando orrore e vergogna in ogni persona di buon senso - dichiara il presidente nazionale della LNI Ammiraglio Donato Marzano - la Lega Navale Italiana sostiene con forza un cambio di rotta deciso anche attraverso il mare come veicolo di integrazione, cultura, solidarietà e rispetto”.

La giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel dicembre 1999 designando il 25 novembre come data della ricorrenza in memoria del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal a causa dell'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leònidas Trujillo (1930/1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre 30 anni. In Italia si è iniziato a celebrare questa giornata dal 2005 attraverso numerose iniziative sociali, politiche e culturali.        

La Sezione di Taranto della Lega Navale Italiana ha festeggiato sabato 13 novembre i 120 anni dalla sua fondazione. I festeggiamenti si sono svolti a Taranto, nella storica sede del lungomare affacciata sulla rada di Mar Grande, con l’evento “Il mare, orizzonti infiniti”, voluto e organizzato dalla Presidente di sezione, prof.ssa Rosangela Martongelli. Il tema scelto per l’iniziativa rappresenta gli orizzonti infiniti di Taranto con le istituzioni della Marina Militare, della scuola, dell’Università e del Politecnico di Bari, delle associazioni di categoria e di volontariato, delle imprese, delle associazioni sportive e ambientali.


Trai presenti all’evento il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il Presidente Nazionale L.N.I., Amm. Donato Marzano, il Comandante Comando Marittimo Sud, Amm. Salvatore Vitiello, e la giornalista di Rai International, la tarantina Tiziana Grassi.


Sono seguite le premiazioni di Daniele Nasole e Valentina Benefico, Emanuela Carucci, dei Rematori Taranto Magna Grecia, della LNI Canoa Polo Taranto, Enza Tomaselli, Gianluca Lomastro, Vincenzo Fanelli, Carmelo Fanizza.
Il presidente nazionale Marzano ha ricevuto la targa "Talento Jonico" conferitagli dal Comitato Qualità della Vita e consegnata dal Presidente, Prof. Carmine Carlucci, dalla vicepresidente, prof.ssa Anna Maria La Neve, e dall‘Amm. Claudio Confessore.


Il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha premiato la squadra Rematori Taranto Magna Grecia, vincitrice del primo campionato italiano assoluto lance a 10 remi, ringraziando la presidente della sezione cittadina della Lega Rosangela Martongelli e il presidente nazionale Donato Marzano, per l’impegno nella promozione dello sport e il sostegno a importanti campagne sociali. «Con la Lega Navale abbiamo avviato un proficuo confronto – le parole del primo cittadino –, sottoscrivendo anche un’intesa per sostenere le loro attività e rendere ancor più accessibile la pratica degli sport legati al mare. Con SailGP abbiamo dimostrato come Taranto sia pronta ai grandi eventi sportivi di questo genere, grazie anche alla collaborazione con loro e con la Marina Militare, stasera rappresentata dall’ammiraglio Salvatore Vitiello al quale vanno anche i ringraziamenti di tutta la città. Siamo pronti a proseguire lungo questa strada: buon vento a tutti».

 

Per rivedere i momenti dei festeggiamenti per i 120 anni della sezione di Taranto i video di: 

Studio100

https://fb.watch/9i8b1EQUdw/

NorbaOnline

http://www.norbaonline.it/ondemand-dettaglio.php?i=119312

 

 

Il Ministero dell’Istruzione e la Lega Navale Italiana (LNI) hanno indetto per l’anno scolastico 2021/2022 il Concorso Nazionale “Tutti a bordo, nessuno escluso!”, rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie.

Il progetto si pone il fine di diffondere la cultura dell’attività motoria e sportiva come strumento di inclusione sociale dei ragazzi con disabilità ma anche con disagio psico-sociale. Gli studenti potranno riflettere su come la pratica sportiva, opportunamente condotta, ed in particolare gli sport nautici, permettano di rimuovere le barriere, i pregiudizi, le limitazioni culturali, che troppo spesso impediscono alle fasce più disagiate l’accesso allo sport ed in particolare alle attività nautiche. A tal fine, si richiede ai candidati di immaginare o raccontare per esperienza diretta come le situazioni di emarginazione che purtroppo si verificano nella quotidianità possano essere superate grazie all’inclusione in un unico ideale equipaggio in cui, attraverso l’attività in mare, tutti possano sentirsi uguali, accolti, apprezzati e guidati.

La Lega Navale Italiana è da sempre al fianco di chi vuole avvicinarsi al mare senza barriere fisiche, motorie, sociali, psicologiche, infrastrutturali, in linea con una missione che dura da 124 anni. Con questa iniziativa il Ministero dell’Istruzione e la Lega Navale si propongono pertanto di favorire all’interno delle scuole la diffusione della cultura del mare in tutti i suoi aspetti, sportivi ed educativi fornendo anche l’opportunità di momenti divulgativi/formativi per avvicinare il più possibile i ragazzi alle tematiche dell’inclusione. Allo scopo gli istruttori delle Sezioni della Lega Navale saranno disponibili ad intervenire direttamente nelle classi per raccontare alle scolaresche degli Istituti scolastici che parteciperanno al Concorso le loro esperienze ed i risultati ottenuti nei vari progetti di nautica solidale che la Lega Navale da sempre sostiene.

Agli alunni che risulteranno vincitori nelle varie categorie la LNI offrirà la possibilità di partecipazione ad un corso di vela presso una delle Sezioni o presso un Centro Nautico Nazionale.

 

Le domande di partecipazione andranno inoltrate entro il 13 maggio 2022. Per maggiori informazioni e per consultare il bando del concorso collegarsi ai seguenti link:

https://www.miur.gov.it/web/guest/competizioni-e-concorsi-per-studenti

Bando di concorso nazionale “Tutti a bordo, nessuno escluso!” : LEGA NAVALE ITALIANA

Si sono svolte fra l'11 e il 13 novembre le celebrazioni del 50° anniversario della sezione follonichese della Lega Navale Italiana. L'evento, che prevedeva una mostra fotografica e di attrezzature veliche e subacquee, è culminato con la presentazione del libro “Lega Navale a Follonica. Sport, ambiente, società”. Fra i numerosi ospiti vi erano presenti molte autorità civili e militari, fra cui il sindaco Andrea Benini che ha elogiato l'attività della sezione riconoscendone i meriti sportivi, culturi, sociali e ambientali.

Un fine settimana da ricordare per la Lni di Follonica, reso ancor migliore dai risultati finali della stagione agonistica velica. Enormi soddisfazioni sono arrivate infatti dalle categorie Ilca.

A Passignano sul Trasimeno si è svolta l'ultima tappa del Campionato zonale, dove fra gli Ilca 4 hanno ottenuto ottimi risultati i follonichesi Irene Sardella, 1' femminile e 2' assoluta, Nicole Creati, 3' assoluta, ed Edoardo Vignozzi, 4' assoluto, cui si aggiunge il primo posto fra i Master Ilca 6 di David Nocchi. La prestazione sfoderata al Trasimento è valsa un ottimo piazzamento nella classifica finale nella classifica della II Zona dove tutti e tre i giovani follonichesi risultano essere nelle prime cinque posizioni (Sardella 2', Creati 3', Vignozzi 5') per la gioia di coach Leoni che coglie i frutti del lavoro svolto in questi anni per la crescita dei suoi allievi, certificando una volta in più il tradizionale, per quanto assolutamente non scontato, valore degli atleti follonichesi e degli istruttori della Lni di Follonica, capaci di imporsi in competizioni regionali, nazionali e internazionali al pari di circoli di dimensioni, economiche e geografiche, ben più ampie.

Assente giustificato Alessandro Fracassi. Ospite di un raduno nazionale a Carrara, Fracassi non ha potuto partecipare alla regata del Trasimeno, venendo purtroppo, come da regolamento, escluso dalla classifica finale che fino ad allora lo vedeva in prima posizione. Ciò nonostante, in un Campionato di Distretto tenutosi al Garda fra il 5 e il 7 novembre, in cui gli atleti follonichesi non sono riusciti a replicare l'exploit zonale, complici anche le condizioni di vento non ottimali, Fracassi conferma di essere uno dei più interessanti velisti toscani, con ancora molti margini di miglioramento, strappando un 7' finale nonché un 3' U-19.

Nonostante siano passati cinquanta anni da quando la sezione follonichese della Lni venne fondata,   fra organizzazione di competizioni nazionali e internazionali, attività sociali e ambientali e successi agonistici, il 2020 ha riconfermato l'estrema vitalità di questa importante associazione follonichese.