Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

Con la disputa di due terzi degli incontri del girone all’italiana, inizia ad intravedersi chi potrebbe staccare il biglietto per la fase successiva del Match Racing eSailing 2021.

Al termine di questa Fase Tre (Girone all’italiana, 16 giocatori) i primi otto si sfideranno nei quarti di finale in incontri ad eliminazione diretta (chi arriva prima a 3 punti) previsti per il 29 Novembre alle ore 22:00. I quarti saranno poi seguiti dalle Semifinali (chi arriva prima a 3 punti) previste per il 1° dicembre alle ore 22:00. La finale per il titolo di Campione Italiano Match Racing eSailing 2021(chi arriva prima a 5 punti) è invece prevista per Domenica 5 dicembre alle ore 22:00 e quella per la medaglia di bronzo per le ore 21:00.

Gli incontri saranno come sempre visibili sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della Federazione Italiana Vela.

 

Fonte: FIV

 

 

 

 

L’appuntamento in Oman è il primo per le tre classi dopo i Giochi di Tokyo e si svolge presso il Barcelo Mussanah Resort. Le condizioni particolari del vento mettono a dura prova tutti gli equipaggi che devono lavorare soprattutto sulla tattica di gara: al mattino vento più leggero che poi sale di intensità durante la giornata.

La seconda giornata regala buone prestazioni per i portacolori italiani che si mettono in evidenza in tutte e le classi, altre nove prove e primo scarto che assesta meglio le varie classifiche. Bene nei Nacra 17 Bissaro-Frascari che si trovano dopo sei gare al comando, buone prove in 49erFX per la costanza di Germani-Bertuzzi e la vittoria in R6 di Omari-Carraro. Decisamente in risalita dopo le difficoltà di ieri il 49er di Ferrarese-Chistè.

 

49er

La classifica vede al comando gli australiani Henry-Davey con 17 punti, con lo stesso punteggio in seconda posizione si assestano i tedeschi Meggendorfer-Spranger, terza piazza per gli altri tedeschi Fischer-Graf con 20 punti.

Gli italiani:

17° Ferrarese-Chistè punti 36 (9,(17),11,5,5,6)

Questo il commento di Ferrarese: “Siamo soddisfatti per questa seconda giornata, abbiamo avuto un pochino più di vento (tra i 10 e 12 nodi)che ci ha permesso di avere molta velocità. Una giornata positiva che ci ha permesso di crescere come equipaggio e nel dialogo con il tecnico Zucchetti con il quale stiamo costruendo una buona relazione. Ci auguriamo di continuare così nei prossimi giorni cercando di spingere sempre più forte.”

Il tecnico Zucchetti: “Oggi è stata una giornata piuttosto simile a quella di ieri però la flotta maschile ha iniziato a regatare dopo per cui i ragazzi hanno avuto modo di vedere l'evoluzione della vento nella giornata. Questo ha permesso di impostare meglio una strategia e di godere di un vento di intensità leggermente superiore. Soprattutto la bolina dei ragazzi è stata molto buona perché hanno raggiunto ottime velocità nonostante la continua instabilità del vento spesso bucato. Bene anche le partenze che hanno permesso di non rimanere bloccati nella flotta.”

 

49erFX

La classifica vede al comando le olandesi Aanholt-Ruyter con 15 punti, secondo posto per le norvegesi Naess-Ronningen con 20, terzo posto per le finlandesi Gronblom-Hokka con 24 punti.

Le italiane:

6° Germani-Bertuzzi punti 38 ((12),5,7,4,11,11)

12° Omari-Carraro 48 ((19),6,10,19,12,1)

16° Stalder-Speri 58 (11,(19),18,9,10,10)

17° Passamonti-Fava 64 (2,15,15,16,16,(18))

Questo il commento dell’equipaggio Omari-Carraro “Come visto nei giorni di avvicinamento il campo è molto complicato e ci sta mettendo a dura prova. Oggi rientriamo a terra con il sorriso per essere riuscite a rimanere "semplici" e chiudere la giornata con una bella vittoria! R6 è la nostra carica di energia per domani e stay simple dovrà essere il motto di tutto il campionato!”

Il tecnico Sibello: “Giornata con condizioni molto simili a ieri anche se con intensità del vento mediamente inferiori. Da segnalare la splendida vittoria di Omari-Carraro nell'ultima prova. In generale tutti i nostri equipaggi devono riuscire  a consolidare in maniera più  incisiva le situazioni favorevoli che in ogni prova si creano. Domani sarà fondamentale per tutte le ragazze capitalizzare il più possibile per accorciare la classifica.”

 

Nacra 17

La classifica vede al comando Vittorio Bissaro e Maelle Frascari che sfruttano al meglio la seconda giornata di regate per balzare al comando della classifica con 16 punti. Secondo posto per i tedeschi Kohlhoff-Stuhlemmer a 18 punti come i britannici Gimson-Burnet.

Gli italiani:

1° Bissaro-Frascari 16 (2,(12),7,2,4,1)

6° Ugolini-Giubilei 24 (4,6,2,5,(10),7)

Questo il commento di Frascari: “Oggi abbiamo iniziato a regatare a fine mattinata, quindi con vento più leggero che si è poi disteso nella seconda e terza prova. Abbiamo interpretato al meglio le partenze che spesso si rivelano un momento cruciale. Il nostro obiettivo era tenere la parte destra, e oggi era ancor più importante di ieri, e così abbiamo fatto dopo averlo analizzato in sede di debriefing con Ganga (Bruni). Ci siamo mossi bene e abbiamo interpretato sempre in maniera reattiva le condizioni che abbiamo affrontato. Sono molto felice perché abbiamo fatto un buon lavoro.”

Il tecnico Bruni: “Bellissima giornata qui in Oman, clima ideale e vento in aumento fino a 12 nodi.

Bissaro-Frascari sono stati i migliori del giorno totalizzando 2-4-1. Molto buona la loro velocità e la sapiente gestione del campo di regata che anche oggi si è dimostrato non proprio facile. Siamo soltanto all’inizio di questo campionato ma fa piacere vedere un team italiano in vetta alla classifica. Qualche errore di troppo per Ugolini-Giubilei oggi, ma hanno una buona velocità e sono fiducioso che possano recuperare nelle prossime giornate.

 

 

FONTE e FOTO: FIV

Brillantissimo risultato del giovane equipaggio composto da Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei ai mondiali della classe Nacra 17, conclusisi oggi nelle acque di Mussanah, in Oman. I due giovani portacolori della Federazione Italiana Vela, presenti alla rassegna iridata con i campioni mondiali 2019 Vittorio Bissaro e Maelle Frascari hanno dimostrato grande tenacia e continuità, restando sempre nella parte alta del tabellone e grazie alla vittoria nella medal race finale sono riusciti a superare i tedeschi Paul Kohlhoff e Alica Stuhlemmer pur dovendosi inchinare agli inglesi John Gimson e Anna Burnet, detentori del titolo in carica e medaglia d'argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 alle spalle degli italiani Riggero Tita e Caterina Banti.

L’equipaggio Ugolini e Giubilei, poco dopo la cerimonia finale a Mussanah ha dichiarato: “Siamo qui, appena conclusa la premiazione per il mondiale assoluto Nacra 17 in Oman; ancora abbiamo difficoltà a renderci conto di quello che siamo riusciti a fare. Ci siamo posizionati secondi in mezzo alla medaglia d'argento e alla medaglia di bronzo delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Per noi un risultato veramente bello che portiamo a casa grazie anche al supporto di tutta la Federazione, della nostra squadra, che è una squadra fortissima. Un grazie particolare al nostro allenatore Ganga Bruni, al presidente Francesco Ettorre, al dt Michele Marchesini e a tutta la Federazione. Grazie mille e forza Italia!”

L'allenatore della squadra italiana dei Nacra 17, Gabriele Bruni, ha commentato così il risultato ottenuto in Oman: “Sono contentissimo per questo argento al Campionato del Mondo di Nacra 17 soprattutto perché viene da un equipaggio di ragazzi giovanissimi: Gigi e Maria che si sono fatti in quattro per aiutare Ruggero Tita e Caterina Banti a vincere la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokyo (erano gli sparring partner dei campioni olimpici nd.r.). Ciò ha consentito a questo equipaggio di crescere e di renderli degni rappresentanti della nostra squadra di Nacra 17, che è fortissima. Questo risultato a fine anno è una cosa che mi fa un piacere immenso: sono cresciuti tanto e nel prossimo triennio olimpico saranno uno degli  equipaggi da battere.”

Gli olandesi brillano nei 49er maschili e femminili

Le olandesi Odile van Aanholt ed Elise de Ruyter  hanno vinto il titolo mondiale 49erFX, mentre i connazionali Bart Lambriex e Floris van der Werken hanno conquistato l'oro nella flotta 49er. Entrambe le squadre sono di nuova formazione ma hanno dimostrato grande continuità. E' la prima volta che una nazione si aggiudica contemporaneamente i titoli 49er e 49erFX.

Le norvegesi Helene Naess e Marie Ronningen hanno mantenuto vive le loro speranze di medaglia d'oro guadagnando sei punti sugli olandesi nell'ultima regata di flotta.  Nella medal race, le norvegesi hanno navigato brillantemente, ma non abbastanza per superare le olandesi. Le due volte olimpioniche brasiliane  Martine Grael e Kahena Kunze, non sono stati in grado di recuperare abbastanza per risalire oltre il terzo posto, nonostante abbiano superato metà della flotta nell'ultima bolina, ma hanno comunque aggiunto l'ennesima medaglia al loro già ricco carniere. Migliori fra le italiane presenti in Oman Jana Germani e Giorgia Bertuzzi (Sirena CNT e Fraglia Vela Malcesine) che sono riuscite ad accedere alla medal race finale, chiudendo con un onorevolissimo decimo posto in classifica.

Nel 49er maschili gli olandesi volanti Lambriex e van der Werken hanno vinto per soli due punti, correndo  la Medal Race con lo stesso coraggio dimostrato nell'intero corso del campionato. "Sono stato un po' di anni lontano dal 49er, ma è bello essere tornato" ha detto Floris van der Werken, che non ha avuto la conferma della vittoria fino a quando la maggior parte della flotta aveva tagliato il traguardo.

I tedeschi Tim Fischer e Fabian Graf hanno dovuto accontentarsi dell'argento, mentre il bronzo è andato ai danesi Frederick Rask e Jacob Precht Jensen che hanno superato gli americani Ian Barrows e Hans Henken (USA) per un solo punto.

 

 

 

FONTE e FOTO: FIV

Si è conclusa la prima giornata dei Mondiali delle Classi Olimpiche acrobatiche con nove prove totali (tre a testa) con un vento particolare che ha reso difficili i campi di regata. L’appuntamento in Oman è il primo per 49er, 49erFX e Nacra 17 dopo i Giochi di Tokyo e si svolge presso il Barcelo Mussanah Resort.

Bene gli equipaggi nella classe Nacra 17 che al momento si trovano al terzo (Ugolini-Giubilei) e sesto posto (Bissaro-Frascari). Bene anche nei 49erFX Germani-Bertuzzi che chiudono al settimo posto.

 

49er

La classifica vede al comando gli inglesi Hawkins-Tomas con 9 punti, identico punteggio per i francesi Fischer Guillou-Delpench, seguono gli australiani Henry-Davey con 10 punti.

Gli italiani:

27° Ferrarese-Chistè punti 38 (9,18,11)

Il tecnico Zucchetti analizza così la giornata: “Prima giornata di campionato e piazzamenti non brillanti: due regate intorno al nono posto che potevano tranquillamente portare anche ad un miglior piazzamento e seconda prova invece impostata non con la corretta attenzione. I ragazzi devono riuscire ad interpretare meglio il vento - oggi leggero per loro – che ha delle evoluzioni durante la giornata che necessitano di una migliore interpretazione. Mi auguro che domani, facendo tesoro della giornata odierna, possa essere preso un ritmo diverso. Bisogna comunque sottolineare come la flotta sia agguerrita con equipaggi di buon livello.”

 

49erFX

La classifica vede al comando le finlandesi Gronblom-Hokka con 11 punti, seguite dalle norvegesi Naess-Ronningen con 16, terzo posto con 20 punti per le francesi Granier-Riou.

Le italiane:

7° Germani-Bertuzzi punti 24 (12,5,7)

12° Passamonti-Fava 32 (2,15,15)

13° Omari-Carraro 35 (19,6,10)

17° Stalder-Speri 48 (11,19,18)

Queste le dichiarazioni di Jana Germani: “Il primo giorno del mondiale in Oman è finito. Abbiamo concluso tre prove con vento medio leggero un po’ ballerino. Abbiamo fatto ottime partenze che ci hanno permesso di navigare da subito tra le prime posizioni e ci hanno facilitato il resto della regata dove cercavamo comunque di recuperare ogni punto possibile. Siamo felici per la nostra prestazione e domani cercheremo di migliorare ancora un paio di cose che ci auguriamo  che ci possano permettere di stare sempre nella parte alta della classifica.”

Gianfranco Sibello sottolinea: “la flotta 49erFX è una flotta composta da 22 equipaggi; un numero abbastanza ridotto che però contiene equipaggi di assoluto livello come Martine Grael e Kahena Kunze, campionesse olimpiche, e altre che hanno partecipato a Tokyo 2020. Questo Mondiale diventa quindi un buon banco di prova per le nostre ragazze diventando un punto di riferimento per il sottoscritto per capire il grado di preparazione dei nostri equipaggi e quale sarà il lavoro da impostare per il futuro. A Mussanah, in Oman abbiamo trovato un campo di regata molto complicato causa l'instabilità del vento determinata dalla temperatura molto elevata dell'acqua del mare. Oggi nello specifico abbiamo trovato una giornata caratterizzata da un bellissimo vento di intensità intorno agli 8/12 nodi; probabilmente la giornata migliore da quando siamo in Oman. Il campionato è iniziato abbastanza bene per l’equipaggio Germani Bertuzzi che hanno approfittato di ottime partenze e sono riuscite ad avere una discreta costanza in regata, fondamentale al termine del campionato, soprattutto considerando le condizioni predominanti di questo campo di regata. Altalenanti invece le prove delle altre nostre ragazze: nei prossimi giorni dovranno trovare maggiore solidità soprattutto partendo dai punti di forza che abbiamo riscontrato durante la fase di preparazione in loco.”

 

Nacra 17

La classifica vede al comando i francesi Mourniac-Berthomieu con 8 punti, seguiti dai britannici Gimson-Burnet con 9 punti, terzo posto per gli italiani Ugolini-Giubilei a 12 punti.

Gli italiani:

3° Ugolini-Giubilei 12 (4,6,2)

6° Bissaro-Frascari 21 (2,12,7)

Questo il pensiero di Gianluigi Ugolini: “Oggi la barca è sta molto veloce, abbiamo fatto tre regate con vento medio e il campo era molto complicato; siamo riusciti interpretarlo bene in alcuni casi meno bene in altri ma diciamo che abbiamo portato a casa una giornata solida per essere un campionato del mondo. Ovviamente siamo solo al primo giorno, c'è ancora tanta strada da fare.”

Ganga Bruni spiega meglio il campo di regata: “Oggi il vento ha rispettato la previsione: è nato da nord ed è ruotato fino a 60 °, con intensità che iniziava da 7 nodi ed è finito a 12 nodi. La classe Nacra ha regatato alle 14:00 e ha pagato principalmente la destra del campo. Bissaro-Frascari hanno fatto un'ottima prima prova finendo secondi, sono stati molto veloci ma putroppo nella seconda hanno avuto un piccolo incidente che li ha attardati e nella terza sono rimasti bloccati nella flotta. Discreta giornata per Ugolini-Giubilei che al momento con costanza sono terzi in classifica. Il campionato è ancora lungo e i valori in campo sono abbastanza allineati.”

 

 

FONTE e FOTO: FIV

L’appuntamento in Oman è il primo per le tre classi dopo i Giochi di Tokyo e si svolge presso il Barcelo Mussanah Resort. Vento in aumento che regala gare tirate e veloci. Rispetto alla giornata di ieri gli italiani in generale faticano un po’ di più: buone notizie dal Nacra 17 che regala a metà mondiale i primi quattro piazzamenti in cinque punti.

 

49er

La classifica vede al comando gli olandesi Lambriex-Werken con 31 punti, seconda piazza per i tedeschi Fischer-Graf con 35 punti, terzi i tedeschi Meggendorfer-Spranger con 38 punti.

Gli italiani: 17° Ferrarese-Chistè punti 64 (9,(17),11,5,4,6,5,13,11)

Il tecnico Zucchetti: “La giornata poteva avere una piega decisamente migliore proprio sulla settima regata: Ferrarese-Chistè stavano per girare primi ma una manovra a dir poco azzardata degli inglesi Hawkins Thomas ha fatto pagare molte posizioni (6 ndr): era una regata che si sarebbe potuta vincere, un peccato. Le altre due sono state un po’ mal gestite perché i ragazzi hanno trovato un vento di gradiente che aveva fatto girare il vento a sinistra: questa situazione se l’aspettavano ma non sono riusciti a sfruttarla bene chiudendo le altre due regate con piazzamenti più anonimi.”

 

49erFX

La classifica vede al comando le olandesi Aanholt-Ruyter con 15 punti, secondo posto per le norvegesi Naess-Ronningen con 20, terzo posto per le finlandesi Gronblom-Hokka con 24 punti.

Le italiane: 9° Germani-Bertuzzi punti 69 ((12),5,7,4,11,11,12,7,12) 12° Omari-Carraro 81 ((19),6,10,19,12,1,8,18,7) 16° Stalder-Speri 95 (11,(19),18,9,10,10,13,8,16) 17° Passamonti-Fava 112 (2,15,15,16,16,(18),14,16,18) Questo il commento dell’equipaggio Germani-Bertuzzi: “La giornata di oggi è stata più impegnativa delle altre a causa dell’intensità del vento più elevata e un tipo di onda molto lunga e irregolare. È stata molto dura per noi, soprattutto di poppa, che era il lato più difficile. Un buon feeling con la barca faceva tanto la differenza sulle avversarie, ma a causa della mancanza di ore in acqua con questa condizione, abbiamo faticato a trovare il giusto compromesso per poter gareggiare al meglio. Siamo comunque soddisfatte di aver avuto l’opportunità di poter fare esperienza con queste condizioni perché ci ha fatto capire dove dobbiamo lavorare durante l’inverno per riuscire a performare al meglio .” Il tecnico Sibello: “Oggi è stata una giornata finalmente con condizioni differenti grazie ad un'onda lunga che ha reso le regate tecnicamente interessanti. Una condizione dove c'è molto lavoro da fare per raggiungere la semplicità d'azione degli equipaggi che primeggiano la classifica. Da domani sarà fondamentale migliorare lo score in maniera tale da dirigerci con maggiore tranquillità verso l'obiettivo della Medal Race”

 

Nacra 17

La classifica vede al comando i tedeschi Kohlhoff-Stuhlemmer con 27 punti, secondi gli inglesi Gimson-Burnet con 29 punti e terzi Bissaro-Frascari con 30 punti.

Gli italiani: 3° Bissaro-Frascari 30 (2,(12),7,2,4,1,1,6,7) 4° Ugolini-Giubilei 31 (4,6,2,5,(10),7,3,3,1)

Questo il commento di Bissaro: “è stata una bellissima giornata di regate noi era tanto che non prendevamo onda, ed è stato molto divertente ritornare a regatare in queste condizioni. Purtroppo la giornata poteva essere migliore per noi ma abbiamo interpretato malissimo un salto in approccio della prima bolina dell'ultima prova nella quale eravamo in ottima posizione. Bella invece la prima prova e la seconda in recupero. La classifica è ancora molto corta e sappiamo che possiamo giocarci le nostre carte, vediamo di farlo fino alla fine.”

Il tecnico Bruni: “Oggi è stata un’altra giornata bellissima. I Nacra hanno regatato alle 14:00 con vento di intensità intorno ai 10 nodi. La giornata è stata diversa da ieri c’era molta instabilità e umidità per cui il campo era abbastanza chiazzato. I migliori del giorno sono stati Ugolini-Giubilei con mio estremo piacere. Con 3-3-1 si riportando a ridosso del podio a conferma di quanto avevo dichiarato ieri. Bissaro-Frascari hanno vinto benissimo regata 7 e poi hanno patito qualche piccola sbavatura nelle altre due prove, ma la classifica per i primi 4 è molto corta. L’Italia c’è!”

 

 

FONTE e FOTO: FIV

Gli organizzatori di Oman Sail sono pronti ad accogliere la flotta di 148 imbarcazioni in rappresentanza di 29 paesi partecipanti al Campionato del Mondo 49er, 49erFX e Nacra17 2021, che aprirà ufficialmente martedì 16 novembre. Il campionato visita l’Asia per la prima volta nella sua storia e è il primo evento per le tre classi, dopo i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, oltre a segnare l'inizio della campagna di qualificazione per i Giochi di Parigi 2024.

Le regate si svolgeranno dal 16 al 21 novembre 2021 presso il Barcelo Mussanah Resort, confermando l'Oman nel ruolo di destinazione di primo livello per la vela agonistica. La flotta comprende olimpionici, giovani velisti promettenti, equipaggi consolidati e membri della squadra nazionale dell'Oman, tutti desiderosi di iniziare la loro campagna olimpica 2024.

La vela olimpica italiana è molto ben rappresentata, in primis nella classe Nacra 17 con i campioni mondiali 2019 Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre/CC Aniene) e Gianluigi Ugolini con Maria Giubilei (CV Roma), campioni iridati giovanili per tre anni consecutivi nel 2018, 2019 e 2021 (nel 2020 il campionato non si è disputato), che dovranno vedersela tra gli altri con i britannici, argento a Tokyo 2020 John Gimson e Anna Burnet.

“E’ bello per noi tornare a regatare insieme sul Nacra.” Ha detto Vittorio Bissaro. “Negli scorsi mesi abbiamo potuto fare esperienze diverse, ma l’intensità e l’agonismo che si trovano in una classe olimpica, sono difficili da trovare altrove. La location è ideale, c’è sempre sole, il caldo giusto e mai nuvole. Il contesto è perfetto, in acqua stiamo trovando condizioni molto leggere che non sono ideali per noi, però abbiamo lavorato bene per essere al massimo. Penso riusciremo a fare bene, malgrado non siamo allenatissimi, siamo molto, molto motivati. Non abbiamo aspettative di risultato, la flotta è ridotta, benché ci siano medaglie olimpiche, e tanto tempo che non vediamo i nostri avversari in acqua e che non regatiamo insieme, e lavoreremo su noi stessi.”

 

Gianluigi Ugolini ha spiegato: “Si tratta di un campionato del mondo particolare, dal livello alto e purtroppo dal numero ridotto, siamo solo 15 barche ma con un livello molto alto. Le nostre aspettative sono forti, perché arriviamo da un periodo di preparazione intenso anche se purtroppo interrotto all’europeo per un infortunio di Maria (Giubilei, la prodiera n.d.r.) e siamo carichi. Qui in Oman abbiamo anche scelto i vari materiali, e testato il campo di regata, caratterizzato da condizioni di vento leggero. Siamo carichi e non vediamo l’ora di iniziare e scendere in acqua.”
A guidare i due equipaggi italiani della classe Nacra17 il tecnico siciliano Gabriele Bruni.

Quattro gli equipaggi italiani nella classe femminile 49erFX: le convocate dalla Federazione Italiana Vela Jana Germani e Giorgia Bertuzzi (Sirena CNT e Fraglia Vela Malcesine); Arianna Passamonti e Giulia Fava (NC Castefusano e AV Civitavecchia); Alexandra Stalder e Silvia Speri (Marina Militare) e Carlotta Omari e Sveva Carraro (GdF e Aeronautica Militare). La triestina Carraro, alla vigilia del campionato ha detto: “Siamo in Oman da una settimana e abbiamo potuto interfacciarci con le condizioni meteo, sempre di vento leggero e instabile a volte con onda un po’ fastidiosa. Sicuramente un campo molto impegnativo che richiederà tanta attenzione nella conduzione della barca. La flotta sta muovendo i suoi primi passi dopo l’Olimpiade e infatti non è molto numerosa, però vede la partecipazione di campionesse, le americane e le olandesi che hanno appena vinto l’europeo, e l’oro olimpico in carica. Il nostro obiettivo è concentrazione e solidità, essendo anche noi un equipaggio di nuova formazione.”  
Le veliste della classe 49erFX sono coordinate dall'allenatore ligure Gianfranco Sibello.

 

La classe 49erFX vedrà infatti la partecipazione delle medaglie d’oro di Tokyo 2020, le brasiliane Martine Grael e Kahena Kunze e delle campionesse europee, le olandesi Emma Siewers e Odile van Aanholt.

Per i 49er in Oman è presente l'equipaggio italiano composto da Simone Ferrarese e Leonardo Chistè (Circolo Vela Bari e Aeronatica Militare) che gareggerà in una flotta piccola ma agguerrita, di cui danno parte anche gli olimpionici polacchi Łukasz Przybytek e Pawel Kolodzinski, gli austriaci Benjamin Bildstein e David Hussl, e gli ex numero 1 del mondo, i britannici  James Peters e Fynn Sterritt.

"In questo ciclo ridotto in vista dei Giochi di Parigi 2024, ogni regata è importante. Con una flotta così forte e varia, il livello della competizione dovrebbe essere molto alto, tutta la settimana. L'Oman è un campo di regata ideale, e una grande scelta per il primo Campionato del Mondo 49er, 49erFX e Nacra in Asia. A nome della lasse, auguro a tutti i concorrenti la migliore fortuna mentre fanno i primi passi sulla strada per Parigi 2024". Ha dichiarato Ben Remocker, responsabile della classe 49er.

Khamis Al Jabri, CEO di Oman Sail, ha detto: "Ospitare i Campionati del Mondo 49er, 49erFX e Nacra 17 del 2021 è un grande onore per Oman Sail e il Sultanato dell'Oman. Non vediamo l'ora di accogliere i velisti, gli allenatori e i sostenitori a Mussanah per quello che promette di essere un eccellente spettacolo in tutte le classi. Il Sultanato dell'Oman è diventato il palcoscenico per la vela nella stagione invernale e gli atleti possono aspettarsi condizioni ideali, brezze leggere e le strutture di livello mondiale che sono diventate sinonimo di sport in questo paese".

Al Jabri ha aggiunto: "Ospitare eventi di alto profilo come questo migliora la nostra posizione nel settore della vela internazionale e fornisce un'opportunità per le imprese locali di offrire un'esperienza autentica ai velisti in visita, fornendo anche benefici economici positivi per la comunità. Ci auguriamo che gli atleti colgano questa opportunità per esplorare il Sultanato dell'Oman e conoscere questo meraviglioso paese".

Come già sperimentato durante i campionati qui organizzati, Oman Sail e le classi 49er e Nacra 17 si concentreranno sull'ambiente riducendo al minimo i rifiuti, promuovendo il riciclo e puntando a lasciare il mare in condizioni migliori. Il campionato offre anche un'esperienza coinvolgente per i fan, con la trasmissione in diretta dell'evento e un'approfondita copertura e sui social media. Il villaggio dell'evento in loco offrirà cucina locale e internazionale e attività culturali complete per le famiglie, in linea con le ultime indicazioni di distanziamento sociale e di salute del Ministero della Salute.