Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

A Taranto, sotto la regia della LNI Taranto e alla presenza del presidente federale Marco Mugnani e del presidente della commissione tecnica arbitrale Ignazio Minoli, vanno in scena nella giornata di domenica i Campionati Italiani nella specialità lance a 10 remi.

Affermazione per la LNI Molfetta con il tempo di 12.00.13 a firma di Lucia De Nichilo, Claudia Cappelluti, Vittoria Valente, Gerolama Mancini, Filomena Facchini, Antonia La Macchia, Giovanna Vista, Giuseppina De Marino, Consiglia De Nichilo e Giovanna De Pinto (tim. Mauro Bufi) davanti alla LNI Taranto (Adriana Di Cesare, Gabriela Russano, Anna Cirillo, Pamela Bruno, Domenica Crisafi, Cosima Pulpo, Mariavittoria Gatto, Marina Miceli,  Sabina De Florio, Maria Fiore, tim. Luciano Boscaino) e all’ASD Vogatori Città di Taranto (Maria Maddalena Lippo, Giulia Lupoli, Rosa Urselli, Nagima Zenzhebekkyzi, Arianna Pignatelli, Samira Ben Jebali,  Mariacarmela De Tommaso, Cosima Recchia, Lucia Prigionieri, Maria Rosaria Linciano, tim. Francesco Rusciano).

E’ la LNI Taranto a festeggiare al termine della prova maschile, vittoria con il tempo di 17.14.67 per Antonio Patronelli, Martino Bianchi, Gaetano Molinari, Salvatore Scatigna, Enrico Gatti, Gianluca Digiacomo, Antonio d’Amore, Andrea Petti, Antonio d’Elia e Flavio Buonomo (tim. Luciano Boscaino). La LNI Molfetta conquista l’argento, staccata di soli 2 secondi, con Giovanni Palmieri, Vittorio e Domenico Gagliardi, Ernesto Buoncuore, Giacinto La Forgia, Antonio Salvemini, Moustapha Danfa, Michele Amorisco, Mauro Allegretta, Antonio Marolla (tim. Mauro Bufi) e ASD Palio di Taranto termina al terzo posto con Alessandro Benefico, Daniele Cozzi, Marco Sandi, Marco Scavarziago, Cosimo Parabita, Massimiliano Nani, Mirko Peluso, Antonio La Gioia, Francesco Grattagliano e Claudio Antonicelli (tim. Angela Maria Brescia).

 

FONTE e FOTO: Comunicato stampa FICSF

RISULTATI DEL TERZO GIORNO

 

Nacra 17 (5 equipaggi) dopo 11 prove, con 2 scarti

Dopo le tre prove di oggi e nonostante una sfortunata scuffia, il campione del mondo 2019 Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre), che per l’occasione corre con la prodiera Alice Sinno (Fiamme Azzurre) (1-2-1) sono al comando con 2 punti di vantaggio sui giovani ex olimpici giovanili 2018 Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) (2-1-2). Sempre al terzo posto Carlo Centrone e Martina Giusti (CV3V) (3-4-3).

 

49er maschile (8 equipaggi) dopo 11 prove, con 2 scarti

Allungano in testa Simone Ferrarese (CV Bari) e Leonardo Chistè (CV Arco) (1-1-2), che affrontano la giornata finale con 5 punti di vantaggio sui secondi in classifica, Marco Anessi Pè e Edoardo Gamba (AN Sebina) (OCS-3-1), mentre al terzo posto tra gli italiani Jacopo Plazzi e Matteo Celon (CC Aniene) (2-4-3), sono staccati di 14 punti dal primo e 9 dal secondo.

 

49er FX femminile (11 equipaggi) dopo 11 prove, con 2 scarti

Le azzurre Jana Germani (CNT Sirena) e Giorgia Bertuzzi (FV Malcesine), recentemente seste all’Europeo in Grecia, rafforzano il primato in classifica (1-1-2), e portano a 5 punti il vantaggio sulle seconde, Alexandra Stalder e Silvia Speri (Marina Militare) (2-2-5). Terzo posto staccate dal vertice per Carlotta Omari (Fiamme Gialle) e Sveva Carraro (Aeronautica Militare) (OCS-4-3), che a loro volta precedono di 5 punti le quarte, Arianna Passamonti e Giulia Fava (NC Castelfusano).

 

470 Mixed (23 equipaggi) dopo 9 prove con 1 scarto

Classifica ben definita, con al comando i due ex azzurri di Tokyo 2020, Giacomo Ferrari al timone e Bianca Caruso a prua, entrambi Marina Militare (1-6-5), che precedono due team stranieri e quindi i secondi italiani Maria Vittoria Marchesini (SV Barcola Grignano) e Bruno Festo (LNI Mandello) (8-9-9), quarti overall. Terzi italiani Benedetta Di Salle (Marina Militare) e Francesco Padovani (LNI Mandello) (15-12-6), settimi assoluti. Tra gli altri piazzamenti, da segnalare il 10° posto per Marco Gradoni (Tognazzi MV) e Alessandra Dubbini (Fiamme Gialle), e il 13° di Elena Berta, altra ex nazionale di Tokyo 2020, e Nicolò Bertola (Aeronautica Militare).

 

Finn (17 equipaggi) dopo 9 prove con 1 scarto

Si invola al comando il grinder di Luna Rossa Enrico Voltolini (CV Erix) (1-1-2), che precede di 9 punti Marko Kolic (FV Peschiera) (5-4-3), e di 13 Roberto Strappati (LNI) (3-3-4). Quarto a 9 punti dal podio è Matteo Iovenitti (CC Aniene) (4-2-1).

ILCA 6 (24 equipaggi) dopo 9 prove con 1 scarto

Il giorno di vento più forte cambia il volto alla classifica del singolo femminile. La prima overall resta la lituana Gintare Scheidt, moglie del fuoriclasse Robert vincitore di 5 medaglie olimpiche tra Star e Laser, seguita al secondo dalla francese Louise Cervara. La classifica delle azzurre infiamma la corsa al tricolore: terza assoluta e prima italiana è Federica Cattarozzi (CV Torbole) (1-5-3), che precede di 1 solo punto Carolina Albano (Fiamme Gialle) (4-6-5) e di 3 punti Chiara Benini Floriani (Fraglia Vela Riva) che paga una ultima prova opaca (3-4-10). La quarta italiana è Alessia Palanti (CV Torbole), a 17 punti dal podio. Domenica sarà una ultima giornata di emozioni.

 

ILCA 7 (52 equipaggi) dopo 9 prove con 1 scarto

Rafforza il primato Nicolò Villa (CV Tivano) (1-2-3), che ha 6 punti di vantaggio sul secondo, Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle) (3-4-2), e 14 sul terzo, dove da stasera siede il triestino Alessio Spadoni (CC Aniene), protagonista di una ottima giornata (6-1-1) con il vento più fresco che preferisce. Alla lotta per il podio parteciperà anche Dimitri Peroni (FV Malcesine), quarto a 11 punti dal terzo.

 

iQFOiL maschile (44 equipaggi) dopo 14 prove con 3 scarti

I primi tre posti maschili sono tutti stranieri con in testa l’olandese Jan Tak che ha ben 19 punti di vantaggio sul brasiliano Ghannam e 21 sullo svizzero Elia Colombo, terzo. Passa in testa tra gli italiani il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna, quarto assoluto, davanti a Matteo Iachino (YC Italiano) e Daniele Benedetti (Fiamme Gialle, undicesimo).

 

iQFOiL femminile (13 equipaggi) dopo 14 prove con 3 scarti

Sempre più solida la leadership femminile con la cagliaritana Marta Maggetti (Fiamme Gialle), in testa davanti all’altra azzurra Giorgia Speciale (Fiamme Oro). Terza la tedesca Steinlein, mentre Sofia Renna è scesa in quinta posizione overall, pur conservando il terzo posto nella classifica tricolore a 6 punti dal podio assoluto. Domenica gli iQFoil torneranno in acqua ancora alle 8:30 per disputare le ultime prove di questo Campionato ricchissimo di regate.

 

Formula Kite maschile (23 equipaggi) dopo 14 prove con 2 scarti

Riccardo Pianosi (CV Portocivitanova) con una grande giornata (4-1-3-3-2) prende la testa overal superando l’inglese Connor Bainbridge. Secondo italiano e terzo overall Lorenzo Boschetti (CV Portocivitanova) (2-DNC-4-1-1), e terzo Mario Calbucci (CV Portocivitanova), sesto overall.

 

Formula Kite femminile (6 equipaggi) dopo 14 prove con 2 scarti

Alle spalle della specialista francese Laurane Nolot, si scatena la lotta per il titolo tra le italiane, con Maggie Pescetto (YC Italiano) (DNC-2-2-2-2) che precede di 2 punti Sofia Tomasoni (WC Cagliari) (3-DNC-DNC-1-3), più staccata la terza italiana è Tiana Laporte (Chia Wind Club), quinta overall (1-5-3-3), quarta a 8 punti dal podio resta Irene Tari.

 

Hansa Singolo (17 equipaggi) dopo 7 prove con 1 scarto

Cambio al vertice con Marco Gualandris (CV Sarnico) che supera Vincenzo Gulino (CV Crotone), mentre è sempre terzo Fabrizio Olmi (LNI Milano), e quarto Gianpietro Emiliano (LNI Milano).

 

2.4mR (17 equipaggi) dopo 9 prove con 1 scarto

Prende la testa della classifica Davide Di Maria (SCG Salò), che stacca Domenico Ciavatta (LNI Mandello), che resta in lotta con il terzo Giancarlo Mariani (Liberi nel vento) e il quarto Angelo Boscolo per le piazze d’onore del podio.

 

FONTE e IMMAGINE: FIV

 

 

Secondo giorno di regate sul Garda per il CICO 2021 Frecciarossa, il Campionato Italiano Classi Olimpiche, con 324 atlete e atleti dall’Italia e da altre 23 nazioni, impegnati in 11 classi olimpiche e Para Sailing.

 

Una giornata di sole e ancora tante regate per tutte le classi sui sei campi di regata ricavati tra Malcesine (classi Hansa e 2.4mR), Navene (Kiteboard), Torbole (470 Mixed, Finn, windsurf iQFOiL), Arco (49er, FX, Nacra 17) e Riva del Garda (ILCA 6 e ILCA 7).

 

La giornata ha vissuto anche due eventi FIV: nel primo pomeriggio si è parlato di sostenibilità in un seminario alla Fraglia Vela Riva, mentre nella serata in una sala di Fieracongressi a Riva è stata rievocata l’Olimpiade di Tokyo 2020 con tutti gli atleti della vela azzurra e tanti ospiti. L’evento è stato trasmesso in diretta e puo’ essere rivisto sulla pagina facebook della Federazione Italiana Vela.

 

RISULTATI DEL SECONDO GIORNO

 

Nacra 17 (5 equipaggi) dopo 8 prove, con 1 scarto

Sorpasso al comando dei giovani ex olimpici giovanili Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) (1-1-dnf-1 i piazzamenti odierni), su Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Alice Sinno (Marina Militare) (2-2-3-5), terzo posto per Carlo Centrone e Martina Giusti (CV3V) (3-3-2-2.5).

 

49er maschile (8 equipaggi) dopo 8 prove, con 1 scarto

In testa Simone Ferrarese (CV Bari) e Leo Chistè (CV Arco) (4-2-2-1). Secondo posto in forte rimonta per Marco Anessi Pè e Edoardo Gamba (1-1-1-2) e terzo posto tra gli italiani per Jacopo Plazzi e Matteo Celon (CC Aniene) (3-4-3-4), preceduti nella classifica overall da Akira Sakai e Russell Aylsworth (Hong Kong) (2-3-4-3).

 

49er FX femminile (11 equipaggi) dopo 8 prove, con 1 scarto

Jana Germani (CNT Sirena) e Giorgia Bertuzzi (FV Malcesine), prime in classifica (2-2-1-1), seguite da Alexandra Stalder e Silvia Speri (Marina Militare) (1-1-9-2), che precedono Carlotta Omari (Fiamme Gialle) e Sveva Carraro (Aeronautica Militare) (4-5-3-5).

 

470 Mixed (23 equipaggi) dopo 6 prove con 1 scarto

In testa sempre i due ex della squadra olimpica di Tokyo 2020, Giacomo Ferrari al timone e Bianca Caruso a prua, entrambi Marina Militare (1-3-6). Al secondo Maria Vittoria Marchesini (SV Barcola Grignano) e Bruno Festo (LNI Mandello) (5-5-17), e al terzo tra gli italiani un’altra ex dell’ultima campagna olimpica, Benedetta Di Salle (Marina Militare), con a prua Francesco Padovani (LNI Mandello) (17-2-10).

Finn (17 equipaggi) dopo 6 prove con 1 scarto

Balza in testa un uomo del team di Luna Rossa, Enrico Voltolini (CV Erix) (1-1-2), davanti a Marko Kolic (FV Peschiera) in testa (2-2-UFD), terzo Roberto Strappati (LNI) (4-5-1).

 

ILCA 6 (24 equipaggi) dopo 5 prove con 1 scarto

Due regate per le timoniere del singolo femminile. La classifica delle italiane, alle spalle della prima overall, la lituana Gintare Scheidt, vede nuova leader Chiara Benini Floriani (Fraglia Vela Riva) (1-4) che supera Carolina Albano (Fiamme Gialle) (3-6),) mentre è sempre terza Federica Cattarozzi (CV Torbole) (7-1)

 

ILCA 7 (52 equipaggi) dopo 6 prove con 1 scarto

In testa a metà campionato Nicolò Villa (CV Tivano) (4-1-2), al secondo posto risale forte Gianmarco Planchesteiner (Fiamme Gialle) (5-4-1), mentre terzo è Dimitri Peroni (FV Malcesine) (15-2-4).

 

iQFOiL femminile (13 equipaggi) dopo 8 prove con 1 scarto

Cambio al vertice tra le surfiste azzurre in classifica: Marta Maggetti (Fiamme Gialle) (1-1-17) supera Giorgia Speciale (Fiamme Oro) (7-2-3-3), terza Sofia Renna (CS Torbole) (2-4-4-2).

 

iQFOiL maschile (44 equipaggi) dopo 6 prove con 1 scarto

Balza al comando lo specialista è Matteo Iachino (YC Italiano) (1-1-1). Il secondo degli italiani è il 5° assoluto Nicolò Renna (CS Torbole) (4-4-4), e il terzo sempre Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), 10° overall (10-10-10).

 

Formula Kite maschile (23 equipaggi) dopo 9 prove con 2 scarti

In testa overall l’inglese Connor Bainbridge, subito davanti al primo italiano che è Riccardo Pianosi (CV Portocivitanova) (3-4-3-2). Le altre due piazze d’onore italiane sono di Lorenzo Boschetti (CV Portocivitanova), quinto overall, e Mario Calbucci (CV Portocivitanova), settimo overall.

 

Formula Kite femminile (6 equipaggi) dopo 9 prove con 2 scarti

Seconda overall e prima azzurra Sofia Tomasoni (WC Cagliari), già oro alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018 (3-3-1-2), seconda Tiana Laporte (Chia Wind Club), qui nta assoluta (1-5-3-3) e terza in rimonta Irene Tari (5-6-5-6).

 

Hansa Singolo (17 equipaggi) dopo 4 prove

Prende la testa Vincenzo Gulino (CV Crotone) (1-2), superando Marco Gualandris (CV Sarnico) (2-3), mentre è sempre terzo Fabrizio Olmi (LNI Milano) (UFD-1).

2.4mR (17 equipaggi) dopo 6 prove con 1 scarto

 

Resiste al primo posto Domenico Ciavatta (LNI Mandello) (1-2-6), ma si avvicina al secondo Davide Di Maria (SCG Salò) (2-1-2). Sempre terzo Giancarlo Mariani (Liberi nel vento) (3-6-1).

IL CICO 2021 Frecciarossa è organizzato da un consorzio di sette Circoli velici (Fraglia Vela Riva; Lega Navale Italiana di Riva; Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole, Circolo Vela Torbole, Kite Navene e Fraglia Vela Malcesine), con la collaborazione di Garda Trentino, Trentino, ITAS, Negrinautica, e gli sponsor FIV: Falconeri, Cetilar, Garmin, Armare Ropes, Acqua Fonteviva, Mercedes-Benz, U-Sail, Yamaha Marine, Bimar.

 

L’evento FIV conferma il suo appeal verso i regatanti italiani e non solo: il CICO Frecciarossa è sempre più internazionale, quest’anno numero record di atleti stranieri da ben 23 nazioni, anche extraeuropee. Sono infatti in regata velisti arrivati da: Svizzera, Austria, Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, Hong Kong, Repubblica Ceca, Russia, Olanda, Polonia, Brasile, Israele, Belgio, Nuova Zelanda, Ungheria, Grecia, Messico, Lituania, Bermuda, Svezia, Canada.

 

In programma regate fino a domenica 26 quando è prevista la premiazione.

 

 FONTE e IMMAGINE: FIV

 

 

Federica Chisena e Nicola Michele Rizzi del gruppo di canottaggio della Lega Navale Italiana sezione Barletta gareggeranno domani in Portogallo al World Rowing Beach sprint finals.

Le due medaglie d'oro ai Campionati italiani di beach sprint disputati dal 10 al 12 settembre a Barletta sono pronti a rappresentare, insieme ad altri sportivi, l'Italia intera. A questo si aggiunge il compito di portare alta la bandiera della sezione di Barletta della Lega Navale Italiana, che desidera esprimere un grande in bocca al lupo ai due giovanissimi: “Abbraccio forte Federica e Nicola. Rivolgo a loro e alle due famiglie un grosso augurio – a dichiararlo è Giuseppe Gammarota, presidente della Lega Navale Italiana sezione Barletta. Insieme ai soci e a tutta la cittadinanza faremo il tifo per questi due splendidi ragazzi, che già in occasione dei Campionati italiani hanno regalato grandi emozioni”.

Saliti sul podio più alto nel doppio mix nella categoria junior ai Campionati italiani di Coastal rowing e beach sprint, Federica Chisena e Nicola Michele Rizzi, hanno ottenuto l’accesso diretto al Campionato del Mondo in programma domani, 24 settembre, a Oeiras in Portogallo. Ad accompagnarli Roberto Pio Rizzi, presidente del Comitato Organizzativo Campionati Italiani e del Comitato regionale F.I.C. Puglia e Basilicata.

Il programma del World Rowing Beach sprint finals prevede per venerdì 24 l’inizio dei time trials alle 9.00, con i vari round che andranno avanti fino all’ultima partenza prevista per le 17.15; sabato 25 dalle ore 10 alle ore 11.40 ultimi round e poi dalle 12.20 avranno inizio i quarti di finali, a seguire semifinali e finali. Domenica 26, infine, dalle 11.10 ultima tornata di finali.

 “Siamo fieri del percorso e della tenacia che Federica e Nicola hanno dimostrato in questi mesi di duro allenamento – conclude il presidente Giuseppe Gammarota. Qualunque sarà il risultato, noi della Lega Navale Italiana Barletta, saremo pronti a far festa al loro ritorno. Forza ragazzi! Forza azzurri”.

La cerimonia inaugurale presso il Circolo Surf Torbole, alla presenza del Vicepresidente FIV Giuseppe D’Amico ha aperto ufficialmente l’edizione 2021 del CICO Frecciarossa, il Campionato Italiano Classi Olimpiche, la piccola “Olimpiade” della vela azzurra che assegna i titoli tricolori nelle discipline a cinque cerchi.

Lo “stadio velico” dell’alto Garda è mobilitato: sette Circoli velici (Fraglia Vela Riva; Lega Navale Italiana di Riva; Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole, Circolo Vela Torbole, Kite Navene e Fraglia Vela Malcesine) ospitano in tutto 11 categorie in gara. Otto sono le classi olimpiche di Parigi 2024, una è il singolo Finn che ha corso a Tokyo 2020 la sua ultima Olimpiade, e tre sono classi Parasailing, attività intensa con la prospettiva che la vela torni alle Paralimpiadi.

In gara 5 equipaggi del catamarano misto foiling Nacra 17 (quello della medaglia d’oro della vela azzurra agli ultimi Giochi, con Ruggero Tita e Caterina Banti, che qui non sono al via ma saranno protagonisti insieme ai compagni di squadra della festa olimpica di venerdi 24 a Riva del Garda), in gara a Porto S. Nicolò presso la LNI Riva. Poi 52 timonieri del singolo ILCA 7 maschile e 25 dell’ILCA 6 femminile, impegnati a Riva davanti alla Fraglia. Gli acrobatici skiff sono di base al CV Arco: i 49er hanno 8 equipaggi al via, mentre il 49er FX femminile ne allinea 11. Il 470 misto, novità del quadriennio-triennio olimpico, è di scena al CV Torbole con 24 barche al via, insieme al Finn (21). L’altra novità Kite ha 30 iscritti e regata a Navene, e il nuovo windsurf iQFOiL è la classe più numerosa con 56 tra uomini e donne, presso il CS Torbole. Le classi Parasailing infine alla Fraglia Vela Malcesine: il singolo a chiglia 2.4mR ha 17 barche al via, l’Hansa tra singoli e doppi conta 32 barche.

L’evento FIV conferma il suo appeal verso i regatanti italiani e non solo: il CICO Frecciarossa è sempre più internazionale, quest’anno numero record di atleti stranieri da ben 23 nazioni, anche extraeuropee. Sono infatti in regata velisti arrivati da: Svizzera, Austria, Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, Hong Kong, Repubblica Ceca, Russia, Olanda, Polonia, Brasile, Israele, Belgio, Nuova Zelanda, Ungheria, Grecia, Messico, Lituania, Bermuda, Svezia, Canada.

All’apertura sono intervenuti i sindaci di Torbole, Gianni Morandi, e di Riva, Cristina Santi, il presidente del CONI Trento Paola Mora, il presidente di Garda Trentino Silvio Rigatti, i presidenti dei club organizzatori: Gianni Testa (FV Malcesine), Mauro Versini (CV Torbole), Armando Bronzetti (CS Torbole), Carlo Pompili (LNI Riva) e Alfredo Vivaldelli (FV Riva), coordinati dal presidente del consorzio Gianpaolo Montagni.

E’ quindi intervenuto il Vicepresidente FIV Giuseppe D’Amico, che ha portato i saluti del Presidente Francesco Ettorre e ha ricordato “le eccellenze organizzative alle quali la FIV ha affidato l’evento di quest’anno”, dando il benvenuto al nuovo sponsor Frecciarossa, e annunciando alcuni importanti eventi che faranno da contorno al CICO Frecciarossa: “La festa per le nostre medaglie olimpiche e per tutta la squadra, venerdi 24, e nello stesso giorno il primo convegno FIV sulla sostenibilità, al quale teniamo particolarmente. Un grazie ai Circoli, ai tecnici, agli atleti, benvenuti a tutti.” Quindi D’Amico ha detto: “Dichiaro ufficialmente aperto il Campionato Italiano Classi Olimpiche CICO Frecciarossa 2021”.

In programma regate da giovedi 23 a domenica 26 quando sono previste le Medal Race.

 

 

FONTE e FOTO: Comunicato stampa FIV