Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

Condizioni davvero difficili a Marina degli Aregai per la seconda giornata di regate del Mondiale 420. Nonostante un inizio incoraggiante con vento leggero, ma stabile, da levante tra i 6 e i 7 nodi, che ha consentito al Comitato di dare lo start alla prima e unica prova di giornata, le condizioni sono poi diventate troppo leggere per poter proseguire con il programma previsto. C’è comunque ancora la giornata di domani per poter procedere con l’ultima fase delle regate di qualificazione e la divisione delle flotte in gold e silver.

Alla luce dei risultati di oggi, le classifiche dopo 4 prove riservano ancora poche sorprese, con la conferma della qualità dei giovani atleti spagnoli che conservano la testa in tutte le categorie. Tra gli U17, dunque, il duo Jaime Ayarza con Mariano Hernandez (13-2-1-2) mantiene salda la prima posizione di ieri con un secondo posto di giornata. Tra le donne, conferma anche della coppia Laiseca – Laiseca (13-1-1-3) mentre tra i maschi e mixed, classifica overall difficile da comporre visto che una sola delle due flotte è riuscita a completare il percorso; la classifica provvisoria vede in testa la coppia spagnola Morales-Bethencourt (1-6-4-4), con la seconda flotta che dovrà recuperare la regata persa di ieri nella giornata di oggi.

In gara anche Aurora Casertano e Sofia Renzi, della LNI di Ostia.

 

FONTE e FOTO: Comunicato stampa FIV

Tutto pronto a Riva del Garda per il Campionato del Mondo della classe Optimist, evento di punta della vela giovanile che per quest'anno, dopo il rinvio dell'edizione 2020, ha confermato la Fraglia Vela Riva come location ospitante dal 30 giugno al 10 luglio 2021.

Con un massimo di cinque atleti per ogni nazione, selezionati con accurati processi interni, a portare i colori dell'Italia saranno Quan Adriano Cardi (LNI Ostia), Lisa Vucetti (SVBG), Alessandro Cirinei (TMV), Alex Demurtas (FVR) e Lorenzo Ghirotti (FVR), coordinati dal coach Marcello Meringolo e dal team leader Walter Cavallucci.

Una prova importante, quindi, per il portabandiera della Lega Navale Italiana, visto che Cardi è chiamato a confermarsi ad alti livelli dopo essersi laureato Campione Europeo 2020 ai Campionati che si sono disputati dal 18 al 23 ottobre scorso a Portoroz (Slovenia).

Le regate prenderanno il via venerdì con tre giorni consecutivi di qualificazioni che permetteranno di dividere la flotta nei raggruppamenti Gold, Silver, Bronze e Emerald per le fasi finali, in programma per il 7, 8 e 9 luglio. Nelle giornate di lunedì 5 e martedì 6 luglio i partecipanti saranno invece impegnati nel Campionato del Mondo a squadre.

A Riva del Garda, con un totale di oltre cento prove disputate in due giorni, la squadra italiana composta da Alessandro Cirinei, Alex Demurtas, Adriano Quan Cardi, della Lega Navale Italiana sezione di Ostia, Lorenzo Ghirotti e Lisa Vucetti ha conquistato il titolo Team Race sconfiggendo per 2-0, in finale, la squadra Tailandese. Il team Italiano si è dimostrato estremamente solido nelle due giornate di Team Racing, vincendo tutte le regate della serie, senza entrare mai nel girone dei ripescaggi. L'attività del team è stata coordinata dal Coach Marcello Meringolo e dal Team Leader Nicolas Antonelli.

Medaglia di bronzo per il Portogallo, che al turno precedente aveva eliminato gli USA. 

Piene di orgoglio le parole di Walter Cavallucci, nuovo Segretario Generale dell'Associazione Italiana Classe Optimist: "Grande risultato sportivo per la nostra squadra, ma ciò che mi preme mettere in risalto è anche la parte umana di questa vittoria: il team race è una disciplina in cui ogni componente della squadra deve saper mettere l'interesse del gruppo davanti al proprio risultato. Mentre altre team internazionali si allenano tutto l'anno con la stessa composizione per il Team Racing, noi abbiamo costituito la squadra partendo dai cinque ragazzi che erano stati selezionati per il Mondiale individuale. Sono stati bravissimi a trovare la loro sinergia in così breve tempo e a portare a casa un risultato tanto importante. Con AICO, abbiamo sempre investito sul Team Racing nel nostro Gruppo Agonistico Nazionale, e vogliamo continuare in questa direzione".

Marcello Meringolo, coach della squadra italiana, ha commentato: "Una bellissima soddisfazione mettere il sigillo su questa manifestazione iridata: i ragazzi sono stati bravissimi e non hanno mai mollato, anche nei momenti di più evidente difficoltà. Riportare a casa il titolo dopo la vittoria ad Antigua nel 2019 è una soddisfazione ancora più grande. Non ci poteva essere miglior modo per onorare la memoria Norberto Foletti, che da poco ci ha lasciato e sarebbe stato orgoglioso per questa vittoria".

 

FOTO: FIV

La Federazione Italiana Vela vara un programma tecnico e promozionale dedicato al fenomeno emergente nel mondo della vela: la tecnologia foiling che consente agli scafi di volare sull’acqua, anziché navigare nella normale condizione dislocante.

Il programma, denominato FIV Foil Academy, parte dall’analisi del trend che interessa tutta la vela mondiale, sempre più orientata su imbarcazioni e format che esaltino il concetto di velocità e spettacolarità. Ai Giochi di Parigi 2024 le imbarcazioni "foil" saranno la metà delle specialità olimpiche. Da qui l’importanza di creare un percorso guidato all’interno della filiera tecnica e formativa della Federvela, che già da tempo si occupa di curare nel migliore dei modi la crescita dei giovani atleti, dedicato nello specifico a questo settore che caratterizza la vela moderna.

L’appuntamento di esordio è avvenuto sul lago di Bracciano, alla presenza del Presidente FIV Francesco Ettorre, che ha commentato: “Lo scopo della nostra Federazione è promuovere la vela e guidare i giovani in un percorso di crescita che li possa portare fino al sogno olimpico. Il foiling, la tecnica che consente agli scafi di volare sulle onde, è un settore in forte sviluppo che merita attenzione.”

Con il progetto Foil Academy, la Federazione Italiana Vela punta ad accrescere le abilità di atlete e atleti che sono già nel giro delle squadre Under 19, tramite attività multilaterali che li portino alla progressiva scoperta e approfondimento del pianeta foil. Un programma mirato attraverso il quale i giovani velisti avranno modo di prendere confidenza e abituarsi alle alte velocità delle imbarcazioni di nuova generazione.

L’attività si incentra su stage periodici che coinvolgeranno atleti provenienti dalle classi giovanili che hanno raggiunto un buon livello agonistico. Gli stage di terranno nel corso dell’anno in tre location al Nord, Centro e Sud d’Italia. Le classi utilizzate in questi stage del FIV Foil Academy sono: il windsurf IQFoil (olimpico a Parigi 2024), il Kite foil, i singoli foil Waszp e Skeeta, il catamarano doppio misto Nacra 17 (olimpico dal 2016 e foiling da Tokyo).

Il coordinamento del programma è affidato al Direttore Tecnico Giovanile FIV Alessandra Sensini, che da tempo lavora al progetto e adesso è pronta per il suo varo ufficiale, avvenuto sul lago di Bracciano, alle porte di Roma, con il primo stage che ha coinvolto un gruppo di atlete e atleti nel giro delle squadre federali provenienti dal 420, Nacra 15, windsurf e kite.

“Ci siamo – dice Alessandra Sensini – finalmente si parte. Abbiamo una bella flotta, un programma definito, una platea potenziale di atlete e atleti molto vasta perché peschiamo nelle squadre giovanili che hanno più di 100 velisti coinvolti. E’ una formazione destinata ad atleti che hanno già un certo livello, ai quali proponiamo di iniziare a navigare in foiling.

“In questa fase della stagione ovviamente i ragazzi sono impegnati nel calendario agonistico delle rispettive classi, il programma Foil Academy diventerà sostanzioso da settembre in poi.”

La flotta è composta da due Nacra 17 (l’attuale catamarano olimpico), due Waszp (un piccolo singolo dotato di appendici foil e ali come la classe Moth), due Skeeta (deriva singolo con forme a “scow” e appendici foil), due Kite foil RRD Manta, e due windsurf IQFoil Youth, entrambe queste discipline già scelte per essere olimpiche a Parigi 2024.

In questa prima fase il programma è seguito dai tecnici delle squadre giovanili che già da due anni stanno seguendo il percorso foil sulle tavole, i kite e i catamarani con i Nacra. Da oggi si sono aggiunte anche le derive.

A Bracciano presso la base della Compagnia della Vela di Roma, dove c’è stata anche la fase di preparazione delle attrezzature, ci sono i tecnici Gianluigi Picciau, e Daniel Loperfido. Ma in futuro è previsto il coinvolgimento di altri tecnici sia della giovanile che della squadra olimpica, considerando il coordinamento tra le due realtà che già è in essere.

“Si lavora a terra e in acqua – prosegue Alessandra Sensini – Prima si studiano e analizzano le caratteristiche e le differenze tra le varie tipologie di foil su diverse barche. Ma la vera attesa sarà l’uscita in acqua, nella prima fase ci interessa far navigare i ragazzi, cercando la sensazione di alzarsi sull’acqua e navigare dritti, per poi passare gradualmente alle fasi successive e a un percorso di miglioramento delle tecniche.”

Soddisfatto anche Domenico Foschini, consigliere federale responsabile attività giovanile: “Riprendendo il percorso iniziato con le varie progettualità Under 19 e Sviluppo & Under, ora l'intenzione con Foil Accademy della FIV, è quella di favorire l'accesso e il conseguente proseguimento a bordo delle imbarcazioni e attrezzature volanti. Un percorso ovviamente all'inizio, realizzato in un periodo non facile, ma che vuole essere un punto di riferimento e un contenitore di esperienze per un percorso velico di assoluta modernità e al passo con le tempistiche sportive. Il programma prevede collaborazioni importanti, il supporto di specialisti per aiutare a crescere i nostri giovani, i loro Allenatori e i nostri Tecnici.

“Il progetto avrà le sue evoluzioni programmatiche, da chi ha già esperienze foil all’attenzione verso il mondo under 16, senza voler distogliere il tradizionale ma importantissimo ruolo che hanno le attività delle derive singole o in doppio, delle tavole a vela dislocanti per l’insegnamento e l’accrescimento agonistico progressivo dei giovani. Le risorse federali hanno consentito di dotare il programma di una attrezzatura di ottimo livello nella completezza iniziale e per quanto si andrà a utilizzare anche nelle prossime progettualità.”

FIV Foil Academy non è solo raduni tecnici: il progetto è costruito pensando agli aspetti di una comunicazione moderna di questa nuova vela, alla sua condivisione social, e al coinvolgimento di sponsor di vari brand che avranno negli elementi del programma altrettante occasioni di visibilità: dai gazebo del villaggio nelle location, ai caschi e ai salvagenti degli atleti, fino alle vele e ai mezzi menti di comunicazione della FIV.

 

 

FONTE e FOTO: Comunicato stampa FIV

Dopo il successo di ieri degli “Azzurrini” in finale contro la squadra Tailandese, con la vittoria di Adriano Quan Cardi, della Lega Navale Italiana sezione di Ostia, Alessandro Cirinei, Alex Demurtas, Lorenzo Ghirotti e Lisa Vucetti, riprendono le operazioni del Campionato del Mondo individuale nelle acque di Riva del Garda. 

Il primo giorno di finali porta in vetta alla classifica, l’americano Gil Hackel. Con piazzamenti solidi (1-2 oggi), il velista statunitense fa scivolare al secondo posto Weka Bhanubandh (17-11), che sin dalle fasi di qualificazione aveva mantenuto il controllo del ranking. Per Alex Demurtas (24-1) un buon risultato: vincitore della seconda prova odierna e primo tra gli Italiani.

Il ranking femminile continua ad essere guidato dalla Polacca Ewa Lewandowska, ma l’Italiana Lisa Vucetti accorcia le distanze con soli tre punti di ritardo sulla leader.  

Le regate riprenderanno domani alle ore 13.00 per la penultima giornata del Campionato del Mondo Optimist 2021.

Il Campionato del Mondo Optimist 2021 è organizzato dalla Fraglia Vela Riva in collaborazione con FIV, IODA, AICO, Riva del Garda Fierecongressi, North Lake Garda e Trentino. 

 

E’ in un piccolo comune in provincia di Como all’interno della famosa Villa Erba, che ha preso forma e si è sviluppata  negli anni una delle più belle realtà veliche per bambini di tutta Italia: il Circolo Vela Cernobbio (CVC). Questo centro velico, grazie all'incessante lavoro di appassionati soci e volontari ed al patrocinio del Comune di Cernobbio e della stessa Villa Erba, è divenuto negli anni tra le più importanti scuole di vela giovanile, piazzandosi lo scorso anno tra i primi dieci circoli velici d’Italia per attività di scuola vela giovanile under 12 .

L’intensa attività didattica non ha dato solo frutti in senso quantitativo ma anche qualitativo: hanno infatti iniziato in questo Circolo di Cernobbio la loro avventura velistica i fratelli Seneca ed Alex Veronelli che, nell’adrenalinica classe 29er, doppio pre-olimpico, si sono qualificati per i prossimi  Campionato del Mondo di Valencia, in programma nella seconda metà' di agosto, portando anche nel mare delle Baleari i colori di Cernobbio.

Il CVC non è solo una invidiabile e stupenda realtà lariana ma anche e soprattutto una scuola di vita e una grande fucina di giovani talenti. Nel settore agonistico il CVC oltre alla già citata 29er ha anche le ben avviate squadra Optimist e Laser a cui il prossimo anno si aggiungerà la doppio RS Feva.

 il Circolo Vela Cernobbio è pronto quindi alle nuove sfide e ad accogliere sempre più' giovani che vogliano provare questo ecologico e bellissimo sport nelle splendide acque del lago di Como.