Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

Si è concluso il 4 dicembre con la terza e ultima prova il Campionato autunnale di vela organizzato dalla Sezione della Lega Navale Italiana di Trapani. Il campionato si è articolato in tre regate: Trofeo "Ciaccio Montalto", Trofeo “Prof. Sebastiano Tusa” e Trofeo “LILT - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori”.

Il trofeo finale è stato dedicato alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) che celebra quest’anno il centenario dalla sua costituzione. La LILT è ente pubblico associativo con sede a Roma, vigilato dal Ministero della Salute, articolato in 106 Associazioni Provinciali, il cui primario compito istituzionale è diffondere la "cultura della prevenzione" (primaria, secondaria e terziaria) come metodo di vita. L'associazione ha stipulato un protocollo d’intesa con la Sezione della Lega Navale di Trapani e da qualche anno collabora con la LNI per diffondere la conoscenza delle attività e per contribuire, come in questa occasione, ad una raccolta di fondi.

Le imbarcazioni partecipanti al Campionato erano suddivise in quattro classi: Crociera/Regata, Gran Crociera, Vele Bianche, Minialtura. Ottima la prova degli equipaggi della Sezione LNI di Mazara del Vallo che hanno ottenuto i primi posti nelle categorie Crociera/Regata, Gran Crociera e Vele Bianche. Al termine delle regate si è svolta la premiazione dei vincitori e lo scambio degli auguri fra tutti i partecipanti, alcuni dei quali provenienti anche dalla Sezione LNI di Sciacca. Una bella giornata di sport, inclusione e solidarietà sociale.

“Ringrazio il presidente Avv. Nicola Di Vita e tutta la sezione di Trapani per l’accoglienza riservataci e la grande disponibilità verso i nostri equipaggi in trasferta, mi auguro una sempre maggiore collaborazione tra nostre le sezioni e quelle viciniore – ha detto il presidente della Lega Navale di Mazara del Vallo Giampiero Tilotta – voglio complimentarmi con gli armatori Mazzella, Buscaino, Rifiorito e con i loro equipaggi formati da atleti e soci della nostra sezione, dimostrazione del grande lavoro fatto dal Gruppo vela LNI della nostra sezione”.

Il 6 novembre la Sezione della Lega Navale Italiana di Cagliari ha organizzato nella sede di Marina Piccola un giro a vela su Freedom, l'imbarcazione classe Hansa 303 che consente anche alle persone con gravi disabilità di vivere il mare senza barriere.

Freedom è stata varata lo scorso anno nell'ambito del progetto "IngegniAMOci", promosso dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari e dall'associazione ICS insieme alla Lega Navale di Cagliari, con il supporto dello sponsor Valsir e ha partecipato lo scorso giugno al Campionato Nazionale Hansa 303 disputato a Marina di Torregrande (Oristano). La prova in acqua è stata organizzata dalla Sezione locale della LNI con un istruttore federale e un gommone di assistenza e ha avuto un grande successo.

Il superamento delle barriere a mare, a bordo e nelle infrastrutture portuali è al centro del progetto lanciato dall’Ordine degli Ingegneri di Cagliari ed esteso quest'anno a tutto il territorio nazionale grazie al Protocollo d'Intesa, siglato lo scorso maggio, tra il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e la Lega Navale Italiana. Un accordo che impegna la LNI a mettere a disposizione le proprie strutture, istruttori, soci e professionalità delle 259 Sezioni e Delegazioni, mentre il CNI, attraverso la propria Fondazione e con la collaborazione dei Consigli territoriali, si impegna a fornire le proprie competenze per l'individuazione delle criticità presenti nelle infrastrutture, per la redazione di documenti tecnici da sottoporre alle autorità competenti e per la formulazione di proposte di progetto congiunte finalizzate a realizzare attività di nautica solidale e in favore dell'abbattimento delle barriere architettoniche.

 

FOTO: Giulia Foresti / LNI Cagliari

Taranto tornerà ad ospitare il 23 e 24 settembre del prossimo anno l'Italy Sail Grand Prix, la manifestazione internazionale di vela per "catamarani volanti". I migliori atleti della categoria gareggeranno a bordo dei velocissimi catamarani F50, equipaggiati con tecnologia foil che permetterà agli scafi di “volare” sulle acque cristalline del Mar Grande a velocità incredibili di quasi 50 nodi (circa 100 km/h).

A trionfare nell’unica tappa italiana del SailGP, disputata nel giugno 2021 nel capoluogo ionico, fu il team del Giappone. Un successo sportivo non solo nipponico. Al timone dell'imbarcazione c'era infatti Francesco Bruni, velista palermitano con all'attivo tre partecipazioni alle Olimpiadi, 7 titoli Mondiali, 5 Europei e 15 Nazionali in varie classi. Una vittoria celebrata in modo originale da Bruni con un tuffo nel canale navigabile, davanti al Castello Aragonese, rimasto nella memoria (e sugli smartphone) di molti tarantini.

Il torneo, soprannominato dagli esperti la "Formula 1 della vela", è stato fondato nel 2018 dal magnate e armatore due volte vincitore dell’America's Cup Larry Ellison e dal campione olimpico di vela Russell Coutts. Nel 2023 si disputerà la quarta stagione. "Non vediamo davvero l’ora - ha affermato Coutts, co-fondatore e amministratore delegato di SailGP - di tornare a Taranto a settembre 2023, tappa del nostro lungo calendario della Stagione 4. È stato un evento spettacolare della Stagione 2 e siamo pronti a ripartire da quell'esperienza, non solo attraverso la gara, ma soprattutto continuando il lavoro che abbiamo iniziato con il Comune fuori dall’acqua, con lo scopo di aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi ambientali, al fine di accelerare il cambiamento verso un futuro più pulito".

SailGP mira anche a promuovere il programma #raceforthefuture attraverso eventi ad impatto climatico positivo, "compensando - scrive l'organizzazione - più dell’impronta di carbonio prodotta per la realizzazione del campionato".

Il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ha annunciato di aver confermato la presenza di Taranto anche per la quinta stagione del 2024 “anche in preparazione ai XX Giochi del Mediterraneo 2026”.

 

FOTO: Sail GP

Nel fantastico scenario dell’arcipelago toscano il 7 ottobre è stata data la partenza del Trofeo velico “Perle di Livorno”, organizzata dalla Sezione della Lega Navale di Livorno con il patrocinio dei Comuni di Livorno, Capraia e Diocesi di Livorno, giunta quest'anno alla decima edizione.

Il percorso, che ha regalato splendide emozioni, tra cui l’avvistamento di un capodoglio, ha visto le barche giungere dai vari porti della Toscana e della Liguria e sfidarsi nel tragitto Livorno-Gorgona-Capraia-Elba-Livorno, per un totale di 111 miglia, tradottesi poi in circa 130.

Alla partenza (26 le barche, 32 quelle iscritte), data alle ore 17 del venerdì, un leggero Maestrale ha condotto i regatanti fino a circa 4 miglia dalla Gorgona isola splendida e che poi, per lunghissime ore, fino quasi all’alba, si è lasciata ammirare nella cornice di un fantastico tramonto.

Un leggero Scirocco ha poi ridato vita alla flotta per portare le imbarcazioni al traguardo intermedio della Capraia, lasciandole benevolmente proseguire, non senza esitazioni determinate da improvvise ma per fortuna non troppo prolungate bonacce, sino allo Scoglietto di Portoferraio.

Dalla bolina al gran lasco, con i gennaker a riva, per poi nuovamente bolinare, per l’ingresso   del levante, da San Vincenzo sino all’arrivo nella notte sulla domenica, per i primi. Le barche più piccole giungevano al traguardo nella tarda mattinata, comunque tutte entro il tempo limite a dispetto della debolezza del vento che su tutto il percorso non ha mai superato i 10 nodi, salve le bonacce.

A tagliare per prima il traguardo in reale Miles Quick del Circolo Nautico Livorno.

La competizione giunta, come detto, alla sua decima edizione, da qualche anno è stata arricchita da nuovi trofei: il Trofeo challenge LNI d’altura memorial Gaetano D’Alesio (4^ edizione), creato dalla Sezione di Livorno e basato sulla classifica overall di altre competizioni d’altura (4 il totale) organizzate nel corso dell’anno dalla Delegazione di Capraia, dalle Sezioni di Lerici e Milano ed appunto dalla “Perle” e dalla “Gorgona Express” organizzate da questa Sezione.

La classifica divisa in categorie ha considerato inoltre i partecipanti alla 2 Perle, con percorso ridotto (arrivo in Capraia) e la Perle x 2 (double handed).

Da quest’anno è stata inoltre messa in palio la coppa challenge “Laviosa 100”, main sponsor della competizione.

Molto articolata quindi la premiazione che ha visto assegnare il Trofeo challenge LNI d’altura memorial Gaetano D’Alesio all’imbarcazione “Dagobah 2” (sulla base dei risultati ottenuti nelle 4 prove disputate).

Si è conclusa ieri l’edizione 2022 del Campionato Italiano delle Classi Olimpiche Next Edison (2-6 novembre), disputato presso il Circolo Nautico Caposele di Formia. La competizione, che riunisce tutte le classi che saranno impegnate a Marsiglia in occasione delle Olimpiadi di Parigi 2024 (ILCA 6 e ILCA 7, 49er, 49erFX, Nacra 17, 470 Mix, iQFOiL maschile e femminile, Formula Kite maschile e femminile; per il parasailing: 2.4m e Hansa 303 singoli e doppi), ha regalato soddisfazioni agli atleti della Lega Navale Italiana.

Nella classe 470 Misto il titolo italiano va a Bianca Caruso e Giacomo Ferrari  (Gruppo sportivo della Marina Militare), quest’ultimo cresciuto sportivamente nella Sezione della Lega Navale di Ostia. Chiudono al secondo posto Bruno Festo (LNI Mandello del Lario) ed Elena Berta (Aeronautica Militare) e al terzo posto Andrea Totis (LNI Mandello del Lario) e Alice Linussi (SV Barcola Grignano).

Nella classe Hansa 303 singolo vince Carmelo Forastieri, presidente dell’Associazione Italiana Classe Hansa e vicepresidente della Sezione LNI di Palermo, che ha collezionato ben quattro primi (unico scarto il 4° nell’ultima prova), superando Vincenzo Gulino (Club Velico Crotone) e Andrea Quarta (Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa). Nella classe Hansa 303 doppio Silvia Ranni e Fabrizio Valente della Lega Navale di Trieste hanno ottenuto il secondo posto.

“Da Presidente della Classe Hansa è stata già una bella emozione vedere le Hansa 303 regatare insieme ai grandi campioni delle classi olimpiche più importanti. Vincere questa edizione rappresenta per me un grande sogno dal momento che con la Lega Navale di Palermo abbiamo intrapreso cinque anni fa questo percorso di crescita con l’acquisto delle prime Hansa 303. Dopo cinque anni abbiamo ottenuto questo importantissimo successo che spero ci porti a risultati ancora più significativi con la partecipazione al Campionato mondiale Hansa che si terrà a Portimão in Portogallo ad ottobre 2023”, ha dichiarato Carmelo Forastieri.

Il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, Amm. Donato Marzano, si è complimentato al telefono con Carmelo Forastieri e ha espresso le sue congratulazioni agli atleti della LNI che, in questa come in altre occasioni, rappresentano il migliore biglietto da visita per la Lega Navale.

 

CLICCA QUI PER LE CLASSIFICHE

 

FOTO: Martina Orsini / FIV

 

La Lega Navale Italiana ha partecipato alla 54ª edizione della Barcolana, la regata velica internazionale più partecipata al mondo nata nel 1969 per iniziativa della Società Velica di Barcola e Grignano. Alla regata del 9 ottobre nel Golfo di Trieste hanno partecipato oltre 120 imbarcazioni con guidone LNI. 

Nell’ambito delle attività legate alla manifestazione, il personale della Sezione di Trieste ha accolto presso lo stand della Lega Navale Italiana i visitatori e le scolaresche e fornito informazioni sulle attività dell’Associazione. La Lega Navale ha collaborato, come in altre occasioni, con la Marina Militare e gli istruttori LNI hanno fornito il loro supporto per il simulatore di vela. Hanno visitato lo stand, tra gli altri, il Direttore Generale della Lega Navale Italiana Gabriele Botrugno, il Delegato Regionale LNI per il Triveneto Pierpaolo Scubini e il Presidente della Società Velica Barcola e Grignano Mitja Gialuz. 

Il 7 ottobre è stata disputata nel Golfo di Trieste la Regata Armatori LNI - 1° Memorial Claudio Spangaro organizzata dalla Lega Navale di Trieste con 50 imbarcazioni iscritte. I vincitori sono stati premiati lo scorso 17 ottobre presso la sede della Sezione. 

Tra gli impegni istituzionali, sabato 8 ottobre a bordo di Nave Vespucci il Direttore Generale Botrugno ha presenziato all’evento di presentazione della Settimana Velica Internazionale, in programma a Livorno dal 22 aprile al 1 maggio 2023. 

 

I più letti