Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Green Color

A Taranto tre regate con vento leggero e grande competizione tra tutti gli otto team che hanno optato per la riduzione di equipaggio, da cinque a tre atleti, e quindi di peso a bordo per consentire ai veloci F50 di alzarsi sui foil e correre sull’acqua.

La giornata si chiude con SailGP Usa e SailGP Japan a pari punti, 21, seguiti da SailGP Spain, condotto da Phil Robertson, al terzo posto con 17 punti. 

Checco Bruni, neo ambasciatore di One Ocean Foundation, ha detto: “Come prima cosa invito i cittadini di Taranto, gli appassionati sportivi, i velisti ecc. ad aderire a leggere e sottoscrivere la Charta Smeralda”.

Alla domanda sul perché non c’è ancora un team italianoha detto: “Penso prima di tutto perché abbiamo dedicato le energie alla Coppa America, e creare un team è un lavoro importante. James è salito a bordo del team americano che già esisteva e io su quello giapponese. Sono certo che in futuro riusciremo a creare una squadra italiana su queste incredibili barche, sempre in evoluzione e sviluppo”. 

 

Fonte: Pressmare

The Ocean Race Europe, la nuova regata oceanica per team professionisti, che si snoda su tre tappe con due classi di barche super tecnologiche, i monotipi VO65 e gli IMOCA 60 foiling, parte dalla località francese di Lorient sabato 29 maggio alle ore 13.45 italiane.

Questa edizione inaugurale della regata si concluderà a Genova, il 19 giugno, e include tappe a Cascais in Portogallo e ad Alicante in Spagna. Oltre alle tappe, che assegneranno uguali punti, nelle sedi di Cascais e Genova i team parteciperanno anche a regate costiere più corte, con punti bonus per i primi tre classificati.

Online

Tutti i contenuti digitali di The Ocean Race Europe saranno gestiti dalla sede di Alicante di The Ocean Race, dove sono stati prodotti anche gli incredibili contenuti delle tre ultime edizioni del giro del mondo.

Il sito web di The Ocean Race www.theoceanrace.com entrerà in modalità race il giorno precedente alla partenza, ed è il centro di tutti i contenuti di punta di The Ocean Race Europe, fra cui: video e foto dalle barche; risultati; ultime notizie e durante le tappe offshore, una cartografia elettronica che mostra la posizione delle barche.

Partenze live

Ogni partenza verrà trasmessa in diretta su www.theoceanrace.com e sul canale Youtube di The Ocean Race e sulle alle piattaforme social. La partenza della regata da Lorient in Francia il 29 maggio sarà anche disponibile in tutti i paesi europei con commenti nella lingua locale su Eurosport (vedi sotto).

Copertura durante le tappe

Ogni giorno di regata alle ore 18.00 durante le tappe offshore, ci si potrà collegare alla trasmissione The Daily Fix, un riassunto di quanto successo in mare, con immagini dalle barche, che sarà trasmessa sul sito www.theoceanrace.com e sui canali ufficiali YouTube e Facebook.

Per le partenze, gli arrivi e le regate costiere gli highlight di giornata saranno pubblicati sulle piattaforme social e sul sito di The Ocean Race.

Eurosport

Eurosport/Discovery è il partner televisivo di The Ocean Race Europe per le dirette e la distribuzione tv. Eurosport raggiunge 150 milioni di case in 65 diversi paesi e produce in oltre 20 lingue. Discovery ha una base totale di abbonati di 3,8 miliardi di persone e ha un pubblico mensile di 300 milioni di spettatori.

Sabato 29 maggio Eurosport trasmetterà in diretta la partenza della prima tappa da Lorient, a partire dalle 13.30. La trasmissione della durata di 1 ora sarà disponibile in 54 paesi e 21 lingue fra cui: francese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese, italiano, svedese, norvegese, danese, olandese e polacco.

Eurosport produrrà e metterà in onda anche dei programmi dedicati della durata di 23 minuti sui canali Eurosport 1 e 2, da verificare sui palinsesti locali:

Episodio uno - 27, 28 maggio

Episodio due - 7 giugno

Episodio tre - 14, 15 giugno

Episodio quattro - 22, 23 giugno

Notizie e aggiornamenti su The Ocean Race Europe saranno pubblicati anche sui social media e sui canali digitali di Eurosport.

Canali social media The Ocean Race

I canali social di The Ocean Race saranno aggiornati costantemente durante tutto lo svolgimento di The Ocean Race Europe con tutte le ultime notizie, i video e le foto dalle barche, e con lo show quotidiano The Daily Fix, oltre a tutte le altre news e informazioni legate alla regata.

Facebook: www.facebook.com/theoceanrace

Instagram: www.instagram.com/theoceanrace

Twitter: twitter.com/theoceanrace

YouTube: www.youtube.com/theoceanrace

Sito ufficiale: www.theoceanrace.com

 

 

FONTE e FOTO: The Ocean Race Press

Domani prenderà il via, dopo tanta attesa, l’Italy Sail Grand Prix.

La competizione di punta a livello mondiale tra catamarani volanti F50, vedrà il via già oggi con le regate di prova, mentre sabato 5 e domenica 6 giugno (alle ore 13:30) si terranno Gara 1 e Gara 2.

Qui di seguito il programma completo:

 

Il prossimo 31 maggio la FIV svelerà i vincitori della 27ª edizione del Premio Velista dell’Anno. In gara, nella sezione VELISTA DELL’ANNO FIV, presenti anche due atleti della Lega Navale Italiana: Domenico Lamante (Lega Navale Italiana Pescara) e Rocco Guerra (Lega Navale Italiana Manfredonia).

Di seguito le varie categorie con i candidati vincitori.

 

VELISTA DELL’ANNO FIV

 

Ruggero Tita 20/03/1992, Rovereto. Gruppo sportivo Fiamme Gialle

Caterina Marianna Banti 13/06/1987, Roma. Gruppo sportivo: Circolo Canottieri Aniene

Risultati 2020: Campioni europei classe Nacra 17.

 

Giovanni Soldini 16/05/1966, Milano

Risultati 2020: primo posto assoluto alla Rolex Middle Sea Race con Maserati Multi 70 con il tempo di 2 giorni, 8 ore, 26 minuti e 27 secondi.

 

Rebecca Geiger. Atleta triestina classe 2006, portacolori del Circolo della Vela Muggia.

Risultati 2020: Campionessa Europeo Optimist

 

Domenico Lamante, 16 anni pescarese atleta della Lega Navale Italiana Pescara.

Risultati 2020: Campione Europeo Laser 4.7 Under 16. Terzo posto assoluto ai Campionati europei Laser 4.7. Bronzo Campionati europei Laser 4.7

 

Rocco Guerra, pugliese classe 2004 con il nickname: Rats on Fire è un atleta della Lega Navale Italiana sezione di Manfredonia. Risultati 2020: Campione italiano E-sailing

 

BARCA DELL’ANNO 2021 – TROFEO CONFINDUSTRIA NAUTICA

 

ClubSwan 36

Il ClubSwan 36, progettato con un sistema di foil, combina il divertimento e il brivido delle regate dei dinghy con quelle delle barche a chiglia e da un accesso dedicato ad armatori ed equipaggi in uno dei più esclusivi club dello yachting internazionale. Il design innovativo è caratterizzato da un piano di coperta flush deck, pozzetto aperto e bompresso retrattile, una prua smussata e un C-foil scorrevole trasversale. L’albero in carbonio offre numerose opzioni di messa a punto per regatare a bordo di questa innovativa sport boat entry-level della gamma ClubSwan.

 

Persico 69F

Presentato per la prima volta al grande pubblico nel corso del Salone Nautico di Genova nel settembre 2019, il Persico 69F, monotipo foiling da regata, rappresenta la nuova frontiera della vela volante. Grazie al concetto di easy foiling che lo caratterizza e a una gestione della flotta innovativa e dinamica, il Persico 69F ha riscontrato un immediato successo tra armatori, velisti ed equipaggi di tutte le età, anche nel corso di un anno difficile come il 2020 ed è presente a livello internazionale con diversi circuiti di regate.

 

Italia Yacht 11.98

Performante e facile da condurre, l’Italia Yacht 11.98 si presenta con un design essenziale e pulito, perfetto per l’utilizzo in regata, avendo vinto il Campionato del Mondo ORC 2019 e il Campionato Italiano ORC 2020 in gruppo B. Un grande lavoro di design negli interni garantisce abitabilità e allestimenti inusuali per vivere lunghe crociere nel massimo comfort. Italia 11.98 reintroduce il concetto di una imbarcazione all-round, realmente capace di sostenere gli sforzi dei migliori sailing team, così come di vivere la barca in life style.

 

 

 

ARMATORE/TIMONIERE DELL’ANNO 2021 – TROFEO MERCEDES-BENZ

 

Filippo Pacinotti

Risultati 2020: Campione del Mondo classe Melges 20 su (Cala Galera) al timone di Brontolo Melges 20

 

Vincenzo De Blasio

Risultati 2020: Campione Italiano Vela d’Altura ORC 2020 (Gaeta) al timone di Scugnizza Italia Yachts 11.98

 

Vincenzo Addessi

Risultati 2020: Vincitore St. Maarten Heineken Regatta 2020 cat. CSA 1 al timone di Fra Diavolo Mylius 60

 

 

CLICCA QUI PER VOTARE

L’edizione inaugurale di The Ocean Race Europe ha avuto inizio oggi, con la flotta delle 12 veloci barche oceaniche che hanno lasciato Lorient, sulla costa bretone francese, prua verso Cascais, in Portogallo. Questa nuova regata europea, composta di tre tappe, è stata pensata per dare un palcoscenico nuovo a team professionistici nel panorama della vela oceanica.

Gli equipaggi hanno ricevuto un caldo arrivederci da Lorient, dove velisti e organizzatori hanno dovuto lavorare applicando uno stringente protocollo Covid 19, realizzato e implementato dalla società spagnola Quirónprevención, per garantire la sicurezza per tutti e per tutta la durata della regata.

Fra le molte personalità presenti sulle banchine di Lorient per augurare buon vento agli equipaggi anche Fabrice Loher, sindaco di Lorient e presidente di Lorient Agglomération.

La flotta di 12 team, che vede rappresentate nove nazioni, effettuerà tappe prima a Cascais, poi ad Alicante in Spagna e infine arriverà per uno storico finale a Genova, prima volta in Italia per un evento di questa portata. La conclusione di The Ocean Race Europe è in programma nel capoluogo ligure 19 giugno, quando si disputerà la regata costiera finale e, forse, decisiva per la classifica overall.

Due i velisti portacolori per l’Italia velica: Giulio Bertelli a bordo di AkzoNobel Ocean Racing e Nadir Balena con Viva México.

Le condizioni nell’area della partenza sono state di vento molto leggero, con i team che sono riusciti a tagliare la linea anche grazie alla corrente di marea favorevole, per passare poi una boa di disimpegno e dirigersi verso il mare aperto.

Secondo Wouter Verbraak, navigatore a bordo del VO65 olandese Team Childhood I, le condizioni di vento leggero della partenza potrebbero essere cruciali per determinare il posizionamento per il resto della tappa.

“Sarà un momento chiave della regata, quindi cercheremo di non fare scelte troppo radicali e di rimanere nel gruppo, per non restare indietro.” Ha spiegato Verbraak. “Poi il resto della tappa sarà abbastanza difficile da interpretare perchè ci aspettiamo vento piuttosto sostenuto a Capo Finisterre e oltre, quando saremo al lasco verso il largo e ritorno. Ma poi le ultime fasi saranno ancora con vento leggero. Come in molte regate oceaniche, devi essere bravo un po’ in tutto. Quindi, per noi l’importante è avere prestazioni costanti, ed è su questo che ci concentreremo.”

L’equipaggio portoghese del VO65 Mirpuri Foundation Racing Team di sicuro sogna di arrivare nel porto di casa, e sede degli allenamenti effettuati prima di The Ocean Race Europe, da vincitore. Lo skipper francese del team Yoann Richomme, ha però dichiarato che l’obiettivo è la vittoria overall, grazie anche a molte ore di training passate a bordo, ma che il suo equipaggio non dà nulla per scontato. “L’obiettivo è sempre stato la vittoria, ovvio.”Ha detto Richomme. “Abbiamo tutto quel che serve per raggiungerlo. Ma la regata è la regata, e sarà dura, bisognerà evitare anche il minimo errore. Sappiamo tutti che faremo molti errori, cercheremo di farne meno degli altri.”

La velista svizzera di 11th Hour Racing Team Justine Mettraux ha detto di aver molta fiducia nelle lunghe ore di preparazione pre-partenza che il noto navigatore del team, il britannico Simon Fisher (conosciuto anche come SiFi) ha dedicato alla prima tappa di The Ocean Race Europe.

“Non penso sarà facile uscire dalla Bretagna e da Lorient. Bisogna decidere qual’è il modo più veloce per uscirne, la rotta da prendere, perché deve essere quella che ti porta più velocemente fuori dalla bolla di vento leggero.” Ha detto Justine Mettraux. “SiFi ha moltissima esperienza e ho completa fiducia nelle sue scelte, farà del suo meglio per farci andare veloci. Penso che le parti difficili saranno soprattutto la partenza e i primi giorni, e poi vedremo a che punto saremo.”

Con le condizioni di quasi bonaccia piatta al momento della partenza, alle 13.45, il comitato di regata ha deciso di dare una partenza al lasco verso un cancello di disimpegno, per dare anche modo alla flotta di sfruttare la corrente di marea favorevole. Ma l’aria leggera ha lasciato le barche quasi immobili su un mare a specchio, mentre tutti i velisti si sforzavano di vedere anche la più piccola bava di vento all’orizzonte. Il team Mirpuri Foundation Racing Team è stato il migliore a togliersi dalla mischia delle barche allo start e lentamente, ma costantemente, ha allungato tenendosi in testa al gate.

Nel proseguo della giornata la flotta dovrebbe trovare condizioni migliori nel Golfo di Biscaglia e verso la punta nord-occidentale della penisola iberica a Capo Finisterre.

La partenza delle regata è stata seguita da moltissimi appassionati sulle piattaforme digitali di The Ocean Race, oltre che dagli spettatori di Eurosport in tutto il vecchio contimente, con dirette in oltre venti lingue diverse. Tutta la regata potrà essere seguita su entrambe le piattaforme.

 

 

FONTE e FOTO: The Ocean Race Press

 

Per la prima volta, si è svolta in forma digitale la conferenza di presentazione del calendario sportivo dello Yacht Club Costa Smeralda unitamente al programma agonistico del team Young Azzurra. Moderata dall’opinionista di Sky Sport Giovanni Bruno, la conferenza ha visto la presenza del Segretario Generale e Direttore Sportivo Edoardo Recchi, il Commodoro dello YCCS Michael Illbruck.

La conferenza stampa si è aperta con un messaggio di saluto da parte della Principessa Zahra Aga Khan, Presidente del Consiglio Direttivo YCCS, che ha ricordato a tutti gli effetti della pandemia: “Le lezioni che dobbiamo imparare da questa crisi sono sicuramente tante, tra queste rientra il ripensare un modo più sostenibile di vivere il nostro mare e personalmente mi riferisco a quello della Sardegna. La ripresa delle attività dello YCCS sarà all’insegna del rispetto ambientale e ovviamente della passione per lo sport della vela.”

La parola è passata successivamente al Commodoro Michael Illbruck: “Essere qui oggi, al primo evento digitale che organizziamo, rappresenta per noi una risposta positiva a quanto abbiamo vissuto. Stiamo aprendo a tutti, anche se solo digitalmente, le porte dello YCCS per questo evento annuale, si tratta di un’ulteriore testimonianza della fiducia che nutriamo nella ripresa delle attività, affermando l’impegno e la determinazione del nostro Club in questa direzione. Un segnale per il mondo della vela in Mediterraneo, in Sardegna e per il territorio, compresa la comunità di cui facciamo parte. Lo YCCS è una realtà solida, in primis per il supporto della famiglia Aga Khan ma anche grazie al sostegno di tutti i nostri partner istituzionali, Rolex, Allianz, la new entry Jaguar Land Rover, a cui diamo il benvenuto, e tutti gli altri che ci manifestano comunanza di valori e il loro supporto nell’organizzazione delle regate.”

Il calendario sportivo è stato introdotto dal Comandante Edoardo Recchi, che ha recentemente aggiunto al suo ruolo di Direttore Sportivo anche l'incarico di Segretario Generale, che già in passato aveva ricoperto. “Desidero innanzitutto ringraziare a nome di tutto lo YCCS – ha spiegato Recchi - il Segretario Generale uscente Jan Pachner, che potrà dedicarsi integralmente alla One Ocean Foundation. I risultati raggiunti dallo YCCS grazie alle sue competenze sono visibili a tutti, da parte mia assumo l’incarico consapevole di avere a mio supporto le valide professionalità del Club”.

La stagione 2021 dello Yacht Club Costa Smeralda si aprirà con la Piana Superyacht Regatta dal 1 al 5 giugno. La novità di quest’anno sarà il debutto dei multiscafi, una categoria che offre ampie prospettive di crescita. Tra i 14 iscritti ad oggi, ben 6 yacht sono del cantiere Southern Wind, la regata sarà infatti l’occasione per festeggiare il trentennale del Southern Wind Trophy and Rendezvous. La flotta dei superyacht navigherà ancora una volta tra le boe naturali costituite dall’Arcipelago di La Maddalena, in un contesto unico al mondo.

Dal 21 al 26 giugno andrà scena un altro evento velico che costituisce una novità, seconda tappa di Swan Sardinia Challenge - The Nations League, il circuito che il cantiere finlandese dedica alle sue classi monotipo: Swan 45, ClubSwan 42, ClubSwan 50 e l’ultimo nato, ClubSwan 36.

La prima metà del mese di luglio sarà dedicata alla Persico 69F Cup, regata nella quale compete anche Young Azzurra. Dal 5 al 10 andrà in scena il Grand Prix 2.1 mentre dal 12 al 17 luglio sarà la volta del Grand Prix 2.2.

Il mese di luglio prosegue, dal 23 al 25, con la Coppa Europa Smeralda 888 mentre nel mese di agosto è previsto a bordo dei J/70 il Campionato Sociale, il 7 e 8, preceduto nel week end antecedente da un warm up di allenamento sui J/70. A fine agosto, lo YCCS offre il suo supporto agli organizzatori della regata d’altura Palermo – Porto Cervo – Montecarlo, la cui flotta transiterà attraverso un cancello posto di fronte l’Osservatorio Regate.

Dal 5 all’11 settembre è in programma una delle regate per cui lo YCCS è conosciuto a livello mondiale: la Maxi Yacht Rolex Cup, giunta alla sua 31^ edizione, che vedrà un’ampia e composita flotta di yacht di lunghezza superiore ai 60 piedi competere nelle acque smeraldine.

A fine settembre, dal 24 al 26, l’Invitational Smeralda 888 farà tornare in scena l’elegante monotipo disegnato da German Frers, nato come barca sociale dello YCCS. La stagione si conclude con la Sailing Champions League, ormai divenuta un classico: dal 7 al 10 ottobre si affrontano sui monotipi J/70 della flotta dello YCCS le migliori squadre internazionali di club, per definire il vincitore assoluto europeo della stagione 2021.

A partire da quest’anno, in continuazione alla promozione della sostenibilità ambientale, le regate dello YCCS aderiranno al progetto RECO, ideato dal velista Alberto Leghissa e promosso da One Ocean Foundation, che prevede su base volontaria la nomina di un Responsabile Ecologico di Bordo, il quale si occuperà di far rispettare un preciso decalogo di norme all’interno del team.

Durante la Conferenza Stampa è stato presentato anche il programma sportivo Young Azzurra, nato ad agosto del 2020 per partecipare alla Youth America’s Cup di Auckland, poi annullata a causa della pandemia. In sostituzione è stata organizzata su tre tappe, ma con le medesime caratteristiche regolamentari, la Youth Foiling Gold Cup a bordo del Persico 69F, la barca utilizzata come piattaforma di allenamento. La prima tappa, svolta in marzo a Gaeta, ha visto Young Azzurra conquistare il secondo gradino del podio. In parallelo Young Azzurra prende parte con la stessa formazione alla Persico 69F Cup. L’equipaggio di Young Azzurra è formato dallo skipper Ettore Botticini, dal flight controller Federico Colaninno e dalle veliste Francesca Bergamo ed Erica Ratti che si alternano nel ruolo di randista. Il coach Gabriele Bruni, allenatore della squadra olimpica italiana del catamarano misto foiling, ha inoltre fatto provare in allenamento un’inedita formazione con le due ragazze in equipaggio con lo skipper.

 

Fonte notizia: Pressmare

Immagine dalla diretta YouTube di YCCS