Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Dopo una annata difficile per tutti sta ripartendo, con le precauzioni necessarie, l’attività velica agonistica. La Lega Navale Italiana Sezione di Firenze - Prato e Delegazione di Pistoia è sulla linea di partenza pronta a partecipare attivamente a molte delle manifestazioni in programma, a partire dalla “Roma per tutti” prevista per il prossimo 10 aprile.

Nutrito il calendario della vela d’altura e numerose sono le imbarcazioni della LNI impegnate che prenderanno parte o a singoli eventi o al Campionato Italiano di Vela d’Altura; segno evidente del crescente e costante interesse che si sta sviluppando nel Gruppo Sportivo della LNI FI-PO e PT.

Sulla linea di partenza del primo appuntamento, la “Roma per Tutti” (prima prova del Campionato Italiano), il 36.7 Dream Away di Sergio Poli della Delegazione di Pistoia e X-442 Mùzyka II di Simone Taiuti della Sezione di Firenze. Gli equipaggi sono formati dai soci di ambedue le associazioni seguendo lo spirito cooperativo e sportivo che contraddistingue le due realtà toscane.

La regata prende il via da Riva di Traiano nei pressi di Civitavecchia per raggiungere Ventotene e successivamente Lipari da dove farà ritorno a Riva di Traiano per un percorso non stop di circa 530 miglia. Prova complessa che, per la stagione in cui si svolge e il percorso sul quale si sviluppa, può far incontrare condizioni estremamente complesse e impegnative.

Dream Away e il suo armatore, Sergio Poli, sono fra le barche “storiche” della Roma per tutti, avendo partecipato a quasi tutte le edizioni della regata transtirrenica. Poli, veterano della vela d’altura, ha vinto la Roma per tutti per due volte, l’ultima lo scorso anno nell’edizione estiva (causa del Covid), ed ha ottenuto numerosi piazzamenti.

In questa occasione dovrà quindi difendere il trofeo challange assegnato a chi vince la regata da un nutrito gruppo di combattivi contendenti.

L’X-442 Mùzyka II, invece, quest’anno compie 25 anni ma nonostante l’età, come negli anni passati, si farà temere dalle imbarcazioni più giovani che competono al Campionato Italiano d’Altura. Anche Taiuti ha partecipato a numerose edizioni della Roma per tutti ottenendo sempre buoni risultati.

Sempre fra le prime barche italiane del campionato negli ultimi anni, a Muzyka II è sempre sfuggito per pochi punti il podio nazionale; un buon risultato alla Roma per tutti (che ha il coefficiente più alto assieme alla Palermo – Montecarlo e alla 500 di Caorle) è fondamentale per raccogliere punti importanti per il risultato finale.

Buon vento a entrambe dalla Lega Navale Italiana sezione di Firenze Prato e delegazione Pistoia in attesa della Lunga Bolina, il 24 Aprile, dove ritroveremo Mùzyka II assieme a Mizar e Victory a competere con il guidone della LNI.

Partendo  per l'ultima missione ci ha lasciato l'ammiraglio Giuseppe Arena, decano dei sommergibilisti e figura di riferimento della Marina Militare e di chi mette il mare al centro. Il Presidente della LNI, ammiraglio Donato Marzano, e tutta la Lega Navale si stringono al figlio Alessandro , membro del Collegio dei Revisori dei conti e ai suoi familiari in questo momento di forte dolore.

La presentazione del Master Plan per l’area portuale di Riccione è stata accolta con grande entusiasmo e approvazione dalla sezione cittadina della Lega Navale Italiana. La sezione, nella figura del Presidente Luca Corradi, si è anche complimentata con l’amministrazione cittadina, ritenendo il progetto una variabile che renderà il porto maggiormente fruibile per cittadini e turisti.

"Apprendiamo con piacere che gli interventi valorizzeranno non solo l’area dell’asta fluviale per pedoni e ciclisti ma daranno vita ad un prolungamento ideale degli specchi portuali al di fuori di essi, attraverso la creazione di due aree marine, entro un miglio dalla costa, dedicate alle attività sportive veliche ed all’ormeggio di grandi imbarcazioni. Il Master Plan diviene quindi occasione per rilanciare l’immagine di una Città che si apre all’Adriatico, pronta ad accogliere un nuovo turismo marittimo. Siamo certi che la realizzazione di questi importanti interventi costituirà un volano per l’intera economia locale. Oltre a tali opere, peraltro, si prevede l’ipotesi di deviazione del Rio Melo verso il Marano così da consentire un miglior mantenimento del fondale portuale con minori costi di gestione per il dragaggio. La Lega Navale Italiana di Riccione si augura che i lavori inizino il prima possibile e con il vento in poppa perché saranno il primo capitolo del nuovo corso della marineria riccionese" ha dichiarato in una nota Luca Corradi.

 

 

FOTO: Città di Riccione

A Livorno questa estate si parlerà di educazione alla cittadinanza, legalità, ambiente, democrazia ma anche di sviluppo delle life skills e di percorsi per il proprio benessere psico-fisico. L’istituto comprensivo “Micheli-Bolognesi” ha infatti firmato un accordo con la sezione cittadina della Lega Navale Italiana, le istituzioni locali e il Coni per donare agli studenti e alle studentesse un’estate piena di musica, fotografie, murales, fumetti, attività sportive e speleologiche.
 
Insieme alla professoressa Semplici e la vicesindaco di Livorno Libera Camici, hanno firmato l’accordo Moreno Casini, in rappresentanza della sezione di Livorno della Lega Navale Italiana, e altri soggetti che aderiscono alla rete, fra i quali il presidente dell'Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni, Marco Luise, e il delegato Coni Livorno Giovanni Giannone. Si tratta per la città di un’importante novità che offrirà ai ragazzi e alle loro famiglie occasioni di sport e socializzazione, diretti alla crescita della persona sia come singolo, sia all’interno di una comunità.
 
Nel particolare, gli interventi previsti dall’accordo interesseranno sia l’educazione alla cittadinanza, alla legalità ed alla partecipazione attiva, così come iniziative per promuovere la convivenza civile, la democrazia, la solidarietà, l'uguaglianza e la pari dignità sociale. 
 
Ci si concentrerà, quindi, su iniziative per l'educazione alla sostenibilità ambientale e lo sviluppo del pensiero computazionale, ma anche su percorsi per lo sviluppo del benessere psico-fisico, delle life skills, del service learning e dell'educazione alla solidarietà.

Il Ministro per la disabilità, Sen. Erika Stefani e il Sottosegretario alla Difesa Sen. Stefania Pucciarelli hanno incontrato il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana (LNI) ammiraglio di squadra (a) Donato Marzano.

Con l’occasione, il Presidente della LNI ha avuto modo di illustrare i numerosi progetti avviati negli ultimi anni sulla disabilità e l’inclusione sociale nelle diverse regioni grazie anche alla capillare diffusione sul territorio delle strutture periferiche; peraltro, la promozione delle attività sportive “in acqua” senza limiti di età e con particolare attenzione alle categorie sociali meno agiate e alle persone diversamente abili rappresenta una delle principali aree di attività dell’Ente istituzionale.

Proprio nel prioritario settore dell’inclusione sociale da evidenziare il recente accordo di collaborazione firmato con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e l’organizzazione del prossimo campionato mondiale di vela per atleti diversamente abili con le imbarcazioni della classe Hansa 303 presso la Sezione di Palermo della LNI nel prossimo mese di ottobre 2021 proprio con la Federvela (FIV) e il CIP.

L’ammiraglio Marzano ha altresì evidenziato che “si tratta di una missione che la Lega Navale Italiana porta avanti con la passione e lo spirito di servizio dei suoi soci che credono nella centralità del Mare come moltiplicatore di potenza dell’economia del Paese ed al tempo stesso come maestro di vita; dobbiamo essere pronti ad una rapida ripartenza post-pandemia sempre con il mare al centro delle nostre attenzioni. Oggi ho anche avvertito una forte sintonia da parte delle Istituzioni con l’operato della LNI”.

La Sen. Pucciarelli ha poi aggiunto “La Lega Navale è una perfetta sintesi delle più importanti sinergie legate al mare, che grazie alla passione di uomini e donne che ci credono fino in fondo, sarà in grado di portare al largo e in sicurezza anche persone speciali con qualche difficoltà. La Difesa c’è e resterà sempre al fianco di chi vorrà mantenere e vivere il mare come elemento senza barriere.”.

Infine, “La Lega Navale Italiana è un mirabile esempio di come la cultura dell’accessibilità possa e debba essere un valore da promuovere, valorizzare, al centro di sempre nuove iniziative e progettualità. La sua capacità di unire la cultura del mare, lo studio e la diffusione delle nozioni specifiche e di realizzare progettualità dedicate alle persone con disabilità consentono a tutti di poter godere e fruire pienamente di questo straordinario patrimonio. Il fatto che tutto questo sia, in special modo, rivolto ai giovani, diventa un potentissimo veicolo di formazione. Un futuro più accessibile è un futuro migliore per tutti” ha commentato il Min. Stefani.

La Lega Navale Italiana (LNI), fondata nel 1897, è un Ente pubblico non economico, senza fine di lucro, a carattere associativo, avente lo scopo di diffondere nella popolazione, quella giovanile in particolare, lo spirito marinaro, la conoscenza dei problemi marittimi, l'amore per il mare e l'impegno per la tutela dell'ambiente marino e delle acque interne.

Ad oggi si presenta costituita da circa 50.000 soci ordinari, su un complesso di 80 basi nautiche, oltre 260 strutture periferiche tra Sezioni e Delegazioni con un parco imbarcazioni sociali a vela e a motore che raggiunge le 14000 unità distribuite lungo tutta la costa nazionale. La Lega Navale Italiana da anni non riceve fondi pubblici e si autofinanzia dai contributi dei propri soci. 

Il 17 marzo 1901 veniva fondata la Lega Navale Italiana Sezione di Taranto, 120 anni di storia caratterizzati da una lunga rotta fatta di sport, di cultura marinaresca, di donne e di uomini che amano il mare in tutte le sue diverse e molteplici forme.

In questa importante occasione, gli auguri del Presidente nazionale, l'ammiraglio Donato Marzano, e di tutta la Lega Navale di buon vento in poppa per il proseguo della vostra rotta.