Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Il polo nautico LNI “Oltre le Barriere”, alla Cala di Palermo da oggi si arricchisce della prima house boat inclusiva, un prodotto semi custom, un pezzo unico progettato dagli architetti Benedetto Inzerillo e Attilio Albeggiani e realizzata interamente da maestranze locali. La piattaforma galleggiante - inaugurata ieri 23 giugno anche per festeggiare i 120 anni dalla nascita della sezione - è una casa sull’acqua ormeggiata al pontile, dotata di servizio e spogliatoio, totalmente accessibili.

La realizzazione di quest’opera è il frutto di anni di impegno e progetti nel sociale curati dalla sezione Palermo della Lega Navale ma anche della sinergia con il Panathlon Club Palermo e il suo Presidente Andrea Vitale nonché il past President Gabriele Guccione. Ma soprattutto non sarebbe stata possibile senza il sostegno economico della Fondazione Terzo Pilastro Internazionale e del suo Presidente Prof. Emmanuele F.M. Emanuele. Per questa ragione il Presidente Beppe Tisci e il Direttivo tutto hanno voluto omaggiarli con una targa ricordo e la consegna della tessera LNI Palermo 2021 come soci onorari per aver contribuito allo sviluppo paralimpico della sezione.

L’house boat sarà parte del village che verrà creato in una parte dell’antistante mercato ittico, in occasione del prossimo mondiale di vela paralimpica che si terrà dal 2 al 9 Ottobre 2021, spazio reso disponibile per il posteggio dei mezzi e i gazebi grazie all’intervento dell’amministrazione comunale. Infatti, alla cerimonia hanno partecipato l’Assessore alle attività Economiche Cettina Martorana e l’Assessore per la cittadinanza solidale Maria Mantegna che hanno fortemente creduto in questo progetto e l’Assessore allo Sport Paolo Petralia Camassa, il quale ha indirizzato un applauso sincero alla lega navale e a tutti gli attori che collaborano con essa per il grande impegno per la realizzazione di progetti così ambiziosi come quello di un polo nautico per lo sport paralimpico.

Erano presenti anche il Comandante della Stazione navale della Guardia di Finanza Giuseppe Averna oltre a un nutrito numero di soci che, come di consueto, contribuiscono con il loro volontariato, alla riuscita di tante iniziative.

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO REALIZZATO DAL TGR RAI SICILIA

Tutto pronto al Centro Nautico Nazionale LNI di Sabaudia.

Istruttori e imbarcazioni, da oggi (23 giugno), accoglieranno i 40 ragazzi dagli 8 ai 16 anni del primo turno estivo dell'anno 2021 organizzato dalla LNI, con la collaborazione della Marina Militare a Sabaudia. Saranno dieci intensi giorni per diventare un "buon piccolo marinaio".

Dopo l'avvio dei corsi al Centro Nautico Nazionale del Lago delle Nazioni di Ferrara, si aggiungono anche Sabaudia e Taranto, con il primo corso a partire dalla fine di questa settimana.

 

 

PER SAPERNE DI PIU' SUI CENTRI NAUTICI ESTIVI LNI: CLICCA QUI

 

 

Il Presidente della Lega Navale italiana (LNI), Ammiraglio di Squadra (a) Donato Marzano, ha incontrato presso Palazzo Salviati a Roma il Presidente del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) Generale di Squadra Aerea Fernando Giancotti. L’incontro, conclusosi con il tradizionale scambio di crest, oltre che rappresentare l’occasione per un cordiale saluto, ha avuto come oggetto la definizione del programma del Convegno dal titolo “Il mare al centro”, promosso e organizzato dalla Lega Navale Italiana e frutto proprio della collaborazione tra il CASD e la LNI, nella piena condivisione sinergica dell’importanza del mare come risorsa strategica per il Paese.

L’evento, focalizzato sugli aspetti geo-strategici, economici, ambientali, ma anche sportivi e sociali del dominio marittimo, con particolare attenzione verso la nautica solidale, coinvolgerà istituzioni, associazioni, stakeholders e le organizzazioni parte del cosiddetto cluster marittimo nazionale. I lavori si svolgeranno, in presenza e con diffusione in streaming, in due giornate, il 22 e il 23 settembre, presso il Centro Alti Studi della Difesa, a Roma in Piazza della Rovere 83, con il coinvolgimento di conferenzieri e moderatori divisi in 3 sessioni tematiche.

“Il mare continua ad essere una risorsa strategica per il Paese, in particolare in occasione della ripartenza del Paese dopo la pandemia, e dobbiamo tutti impegnarci a tenere in giusta considerazione quanto esso sia vitale per la nostra sicurezza, la nostra economia, l’ambiente e il benessere di tutti i cittadini. Oggi, come 124 anni fa al momento della fondazione della Lega Navale Italiana, dobbiamo più che mai mantenere il mare al centro” ha affermato nell’occasione il Presidente della LNI, l’ammiraglio Marzano.

La Lega Navale Italiana (LNI), fondata nel 1897, è un Ente pubblico non economico, senza fine di lucro, a carattere associativo, avente lo scopo di diffondere nella popolazione, quella giovanile in particolare, lo spirito marinaro, la conoscenza dei problemi marittimi, l'amore per il mare e l'impegno per la tutela dell'ambiente marino e delle acque interne. Ad oggi si presenta costituita da circa 50.000 soci ordinari, su un complesso di 80 basi nautiche, oltre 260 strutture periferiche tra Sezioni e Delegazioni con un parco imbarcazioni sociali a vela e a motore che raggiunge le 14000 unità distribuite lungo tutta la costa nazionale. La Lega Navale Italiana da anni non riceve fondi pubblici e si autofinanzia dai contributi dei propri soci.

Il Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) è l'organismo di studio di più alto livello nel campo della formazione dirigenziale e degli studi di sicurezza e di difesa. Fu costituito, quale Centro Alti Studi Militari (CASM) con decreto ministeriale del 16 agosto 1949 con il compito di dare ad un ristretto numero di qualificati ufficiali di grado elevato, la possibilità di conoscere gli aspetti della vita nazionale che si connettono con le questioni militari e di esaminare, collegialmente, essenzialmente con fini propositivi, problematiche relative alla difesa del Paese.

Una crescita esponenziale di soci e di servizi. E’ il caso della sezione di Belluno della Lega Navale Italiana. Da quando Fabrizio Travaini, imprenditore di Treviso che vive tra Ginevra e Francoforte, si è innamorato letteralmente dello specchio d’acqua di Santa Croce, la base LNI è arrivata ad occupare ben 25mila metri quadrati. Uno spazio destinato a cresce ancora grazie ad un accordo con l’Enel che ha concesso alla Lega navale di utilizzare anche la vecchia foresteria per farne un ostello per i giovani che vorranno seguire i corsi di vela.

«Stiamo lavorando - spiega Travaini (Presidente LNI Belluno) a ilgazzettino.it - per cercare di coinvolgere tutte le attività della zona, perché la base ha bisogno di avere spazi ricettivi e di ristorazione. Il problema maggiore qui è proprio trovare da dormire. Oltre all’attività di scuola, abbiamo in agenda molte manifestazioni, tra qui la Voga Veneta su mascarete del 21-22 agosto che porterà moltissima gente; la settimana di Ferragosto ci sarà la veleggiata notturna e ancora un concerto per pianoforte».

 Le idee sono tante, sostenute dai tanti soci che vi collaboran. Tra i progetti anche quello di ripristinare al meglio il sentiero che porta verso la vicina Baia delle Sirene, uno dei punti più suggestivi e “intimi”, ma soprattutto ridare vita economica al borgo di Santa Croce.

Un lavoro di squadra portato avanti da Travaini con i suoi collaboratori: Stefano Calvi (vice), Sandro Starnoni, Fabrizio Pazzaglia, Tarcisio Segantini, Diego Tiozzo, Giovanni Battista Albrizi, Sandra Deola e Danilo Zambon.

Si è svolta a Piombino la quarta tappa del Giro d’Italia a Nuoto per i diritti delle persone con disabilità, condotta da Salvatore Cimmino con il supporto della Lega Navale Italiana.

Il 17 giugno, Cimmino ha tenuto la conferenza stampa all’interno della Sala Consiliare del Comune di Piombino, in presenza del Sindaco Francesco Ferrari e degli Assessori della Giunta. Presenti anche la Capitaneria di Porto di Piombino, Presidente della Lega Navale Italiana Sezione di Piombino  Gianluca Cecchi insieme ai membri del consiglio direttivo,  oltre a numerosi membri dell’Associazione Handy Superabile e il responsabile dell’Artiglio Nuoto Viareggio.

Durante la conferenza Cimmino ha fatto capire l’importanza di questa manifestazione, che servirà a sensibilizzare la Società e l’opinione pubblica sul tema delle barriere architettoniche e culturali.

Il 19 giugno Salvatore Cimmino – scortato da un gommone della Lega Navale italiana di Piombino con a bordo un dottore e volontari  della Misericordia di Piombino e dalla vedetta della Capitaneria di Porto – nonostante  le condizioni meteo avverse con mare e vento  da sud  con raffiche che hanno toccato i 20 nodi di velocità e onde alte anche 80 centimetri , ha completato la quarta tappa del suo giro Piombino-Punta Ala 25 chilometri con un tempo di circa 10 ore. Al suo arrivo è stato accolto dalle autorità del posto.

Un gruppo di soci della Delegazione LNI di Giugliano, lo scorso 7 giugno, è stata ricevuta presso i locali del Comune. Il Sindaco Nicola Pirozzi e l’assessore Francesco Mallardo hanno accolto il Presidente della Delegazione arch. Gennaro Lametta ed alcuni soci promotori del Sodalizio nell’aula consiliare.

Il Presidente, dopo aver presentato agli ospiti i soci convenuti, ha consegnato la tessera di socio della Delegazione al Sindaco, che si è dichiarato onorato di essere accolto in questa Associazione di cui aveva già ricevuto con favore la notizia della recente costituzione.

All’incontro era presente l’Assistente del Delegato Regionale Mario di Monte in rappresentanza e per delega  del gen. Antonio Gagliardo. L’Assistente, riportando le scuse ed i saluti del Delegato, ha illustrato in breve ai presenti la storia, gli scopi ed i principi del nostro Sodalizio, ponendo in evidenza le innumerevoli iniziative verso i giovani poste in campo in ambito nazionale dalla Presidenza Nazionale e dalle oltre 260 Sezioni diffuse sul territorio.

A tale riguardo, particolare interesse ha suscitato presso i rappresentanti del Comune un progetto, illustrato dall’arch. Lametta, di riqualificazione per una area e di alcuni manufatti in grave degrado di proprietà comunale, esistenti presso le sponde del vicino lago Patria; un territorio tristemente noto per i recenti oltraggi arrecati ad una natura florida ed esuberante.

Il Sindaco è rimasto favorevolmente impressionato nell’apprendere la notizia di poter disporre in futuro di volontari che, sottraendo al degrado i beni comunali, si prenderanno cura della qualità delle  acque del lago e del territorio rivierasco, con attività di monitoraggio ambientale e sport nautici come vela giovanile, canoa e kitesurf .

I rappresentanti del Comune hanno promesso, entro breve tempo, di convocare un tavolo di lavoro con la Delegazione per avviare uno studio preliminare di fattibilità di tale progetto. A suggello di tale impegno, durante il commiato, il Sindaco ha posto sulla propria giacca il distintivo della Lega Navale Italiana ricevuto in dono dall’Assistente del Delegato, facendo notare, come favorevole auspicio, l’emblematica presenza dell’acqua nello stemma comunale.

A questa visita è seguito un sopralluogo dei soci nella zona dove, con la collaborazione dei soci presenti, e con l’auspicio delle promesse ricevute, presto potrà prendere vita questa interessante iniziativa.