Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

E’ da poco terminato il Convegno “Mare al Centro” tenutosi nei giorni 22 e 23 settembre 2021 presso la prestigiosa sede del Centro Alti Studi della Difesa (CASD) a Roma , promosso e organizzato dalla Lega Navale Italiana (LNI) e frutto della collaborazione tra il CASD e la LNI.

L’evento si è concentrato sugli aspetti geo-strategici, economici, ambientali, ma anche sportivi e sociali del dominio marittimo, con particolare attenzione verso la nautica solidale, con il coinvolgimento delle istituzioni, associazioni, stakeholders e le organizzazioni parte del cluster marittimo nazionale.

Nella prima giornata si è esaminata l’importanza del mare quale fulcro della strategia di sicurezza e dello sviluppo economico in un’ottica comunitaria e di alleanze internazionali con gli interventi tra gli altri del Vice Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, sen. Teresa Bellanova, del Sottosegretario alla Difesa, sen.Stefania Pucciarelli, del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, dei presidenti di Confitarma dott. Mario Mattioli,  Assoarmatori dott. Stefano Messina,  Propeller avv. Umberto Masucci,  Assoporti dott. Rodolfo Giampieri e Federagenti dott. Alessandro Santi. A seguire, la sessione pomeridiana dedicata al mare quale ambiente da preservare e rispettare, ha visto il susseguirsi degli interventi del contrammiraglio (CP) Giuseppe Aulicino del Comando Generale della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera, del  prof. Antonio Felice Uricchio presidente dell’ANVUR, del rettore dell’università di Bari prof. Stefano Bronzini, del prof. Stefano Piraino dell’università del Salento, della dott.ssa Barbara La Porta dell'ISPRA e della presidente di Marevivo dott.ssa Rosalba Giugni.

La seconda e conclusiva giornata di lavori, dedicata allo Sport e alla nautica solidale, si è aperta con l’intervento del Ministro per la Disabilità, sen. Erika Stefani, proseguendo con il rappresentante del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), Marco Iannuzzi. A seguire il Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK), Luciano Buonfiglio, il Presidente della Federazione Italiana Vela (FIV) Francesco Ettorre, il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio (FIC) Giuseppe Abbagnale e di Andrea Stella, che ha presentato l'attività del suo catamarano senza barriere “Lo Spirito di Stella”. A conclusione degli interventi il presidente della sezione LNI di Palermo Giuseppe Tisci ha presentato il Mondiale classe Hansa 303 che si svolgerà nel capoluogo siciliano dal 2 al 9 ottobre. Infine il rapresentante del Ministero della Giustizia, dott.ssa Simona Sprovieri,  ha illustrato i progetti di nautica solidale in corso con la LNI e in particolare con le Sezioni di Ostia e Pomezia. In conclusione si è svolta alla presenza del dott. Antimo Ponticiello del Ministero dell’Istruzione, la premiazione degli studenti vincitori del concorso “Cambiamo la rotta”.

Il Presidente Nazionale della LNI Ammiraglio Donato Marzano ha dichiarato, al termine dei lavori,  di essere fiducioso sui risultati della grande sinergia tra Lega Navale e le varie istituzioni, enti e federazioni che assieme contribuiscono sempre più ad avvicinare la gente al mare ed allo sport senza barriere, sottolineando come tutto ciò sia il miglior simbolo dell’Italia che sta ripartendo con il “mare al centro”.

Per rivedere il convegno clicca su: 

Primo Giorno 

Secondo Giorno

 

Di seguito anche i link dei lavori dei 3 ragazzi vincitori del concorso "Cambiamo la rotta". 

Vincitore scuole elementari

Vincitore scuole medie


Vincitrice liceo

 


 

Il 9 settembre 2021 si è celebrata la 78ª "Giornata della Memoria dei marinai scomparsi in mare".

Il 9 settembre è stato scelto per questo ricordo, essendo una data importante e carica di significato storico. In tale giorno, infatti, si ricorda la tragedia dell’affondamento della corazzata Roma e dei cacciatorpediniere De Noli e Vivaldi, avvenuta il 9 settembre 1943 all’indomani dell’armistizio al largo della Sardegna e durante la quale persero la vita oltre 1700 marinai tra cui il comandante della corazzata Roma, capitano di vascello Aidone Del Cima e il comandante delle Forze Navali da Battaglia della Regia Marina, l’ammiraglio Carlo Bergamini.

La Marina Militare, per celebrare tale ricorrenza, ha organizzato come ogni anno a Brindisi una cerimonia a perenne ricordo del sacrificio dei marinai, militari e civili, deceduti e sepolti in mare.

La commemorazione si è svolta presso il monumento nazionale al "Marinaio d'Italia", eretto nel 1933 per iniziativa della Lega Navale Italiana.

Per la scelta del progetto del monumento, la Lega Navale organizzò un concorso nazionale: l’opera doveva avere caratteristiche di sobrietà, solennità e austerità. Fra i 92 progetti presentati, fu decretato vincitore il lavoro “Sto come torre” dell’architetto Luigi Brunati e dello scultore Amerigo Bartoli.

Il monumento andava a suggellare il conferimento dell'onorificenza della Croce di guerra alla città pugliese, nel 1919, su proposta del capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio Thaon di Revel. Brindisi venne infatti prescelta per l'importante ruolo di base navale del Basso Adriatico della Regia Marina durante il primo conflitto mondiale.

Alla cerimonia, che si è svolta alla presenza di autorità civili e militari, ha partecipato anche il Presidente Nazionale della Lega Navale Italiana, ammiraglio di squadra (a) Donato Marzano.

La Lega Navale Italiana (LNI) è presente al Salone Nautico di Genova con due aree espositive. La partecipazione al Salone di Genova non è una novità. Da oltre quarant’anni, anche quest'anno, nonostante il periodo contraddistinto dal fenomeno pandemico e la forte spinta al suo superamento, la LNI vi aspetta tutti allo spazio espositivo contraddistinto dalla sigla LZ36, al piano terra del Marina Sailing World, e allo stand istituzionale del primo piano per raccontare quanto viene fatto dai nostri soci e parlare dell’importanza del mare.

Nelle aree espositive troverete i nostri giovani soci che vi accompagneranno nel vento del simulatore di vela, vi insegneranno come fare i nodi, vi mostreranno l’utilità della voga e potrete conoscere da vicino tutte le possibilità offerte dalla LNI per avvicinarsi alla cultura e allo sport, senza distinzioni di età, categoria sociale o abilità psico-fisica.

Il giorno 17 settembre presso il “Teatro del mare” in piazzale Marina Sailing World alle ore 11 verranno presentati l’impegno della LNI nel monitoraggio ambientale e in particolare il progetto “Citizen Science” con l’Istituto Superiore per la protezione e la Ricerca Ambientale.

Il giorno 21 settembre, sempre alle ore 11, nella stessa location dell’evento verranno presentati i progetti che riguardano l’imbarcazione a vela Hansa 303, con le sue caratteristiche tecniche che la rendono particolarmente efficace per velisti con disabilità, e il prossimo Campionato mondiale della classe che si svolgerà a Palermo all’inizio del prossimo mese di ottobre organizzato dalla nostra sezione siciliana.

Seguiteci anche sul nostro sito e sui Social media per scoprire ulteriori le possibilità che saranno offerte nel periodo del Salone.

Sarà la sezione di Palermo della Lega Navale Italiana a ospitare il mondiale di vela paralimpica Hansa 2021. Battute le altre candidate francesi e inglesi, dal 2 al 9 ottobre 2021 nel capoluogo siciliano si affronteranno piu' di 200 equipaggi provenienti da ogni parte del mondo.

L'evento sarà una grande occasione per tutto il circuito del parasailing, impegnerà circa 500 persone e ne accoglierà oltre 1.500 provenienti da Paesi che hanno già dato l'adesione, come Cina, Brasile, Cile, Nuova Zelanda, Australia, Polonia, Olanda, Germania, Portogallo, Francia, Inghilterra, Filippine, Scozia, Spagna e Russia.

World Sailing - l'organizzazione internazionale che racchiude tutte le federazioni di vela del mondo - ha confermato un PDP (Parasailig Development Program) a Palermo nei giorni immediatamente precedenti il mondiale (dal 29 settembre 1 ottobre) con la convocazione di dieci dei migliori velisti paralimpici al mondo.

Nell'ambito dell'organizzazione dell'evento sarà creato un Village Paralimpico di oltre 1.000 mq con gazebi, tensostrutture, schermi giganti, ove verranno accolti i team e ove verranno organizzati eventi collaterali giornalieri al fine del coinvolgimento dei cittadini.

La Sezione di Palermo della Lega Navale Italiana, nata il 23 giugno 1901, e' l'associazione velica più antica della città di Palermo. L'Hansa 303 è l'imbarcazione inclusiva per antonomasia: può essere governata facilmente anche dal solo atleta diversamente abile. Di conseguenza, le regate sono aperte sia ad atleti paralimpici che ad atleti normodotati. Nel mondo conta la presenza di oltre 4.000 imbarcazioni ed essa rappresenta il rilancio della vela Paralimpica mondiale, esclusa dalla scorsa edizione delle paralimpiadi.

 

FONTE: AGI

Sabato e domenica 11-12 settembre si è tenuta a Firenze la prima manifestazione “DIFFERENT TO PLAY”, che promuove attività sportive per persone con disabilità e allo stesso tempo vuole creare le basi per condizioni sociali di eguaglianza e pari opportunità anche attraverso il mondo di chi non ha disabilità.

DIFFERENT TO PLAY nasce dall’esigenza di creare uno spazio in cui la parola d’ordine sia cultura dell’inclusione attraverso il divertimento e lo sport.

Per due giorni, dalle ore 10 alle ore 19, il polmone verde di Firenze è stato animato da dimostrazioni e prove pratiche, sia sportive che socioculturali, con l’obiettivo di ribaltare i pregiudizi e mettere alla prova lo slancio sportivo di tutti coloro che vorranno “giocare in modo differente” dai propri standard, cimentandosi nelle più disparate discipline paralimpiche e non.

La sezione LNI di Firenze e Prato, con la Delegazione di Pistoia, erano presenti in primo piano con una barca a vela sull’Arno, pronti tutti assieme a fare equipaggio. Perché andare a vela è al tempo stesso viaggio, scoperta, convivenza, studio, attività fisica, sport, svago competizione e sopratutto ricerca di se stessi e integrazione.

Prendiamo conoscenza dei nostri e degli altrui limiti e generiamo consapevolezza!

 

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA GIORNATA

Un’associazione costituitasi lo scorso 8 aprile, con l’obiettivo di dare peso specifico alle proprie idee. Questo è il risultato dell’accordo raggiunto qualche mese fa da circoli nautici, sezioni della Lega Navale Italiana della Campania e associazione medici sportivi

L’iniziativa è stata supportata anche da una proposta di legge del consiglio regionale che, attraverso sei articoli, di fatto fornirà un nuovo status ai sodalizi.​ Proprio su tale proposta, denominata «Disposizioni per il riconoscimento dei circoli nautici della Campania» e sulle importanti ricadute che essa può avere sulla loro attività, verterà la conferenza stampa​ in programma mercoledì 23 giugno, alle ore 12, presso il Reale Yacht Club Canottieri Savoia (Banchina Santa Lucia 13, Napoli) alla presenza del presidente Fabrizio Cattaneo della Volta e di Gianluigi Ascione, presidente​ del Circolo Nautico Torre del Greco e dell’associazione Circoli Nautici della Campania.

Interverrà Francesco Picarone, presidente della commissione Bilancio al consiglio regionale della Campania, che illustrerà la proposta di legge per il riconoscimento dei circoli nautici della Campania. Nell’occasione verranno presentati anche i 14 soci che fanno parte dell’associazione.​ La proposta di legge mira ad istituire l’albo regionale dei circoli nautici e la consulta permanente per i problemi della nautica in Campania. Inoltre, grazie al premio annuale per i circoli nautici della Campania, mette a disposizione fondi utili per promuovere manifestazioni sportive di carattere nazionale e internazionale.

I più letti