Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Colors: Purple Color

Il 30 luglio – al centro nautico della Lega Navale Italiana di Sabaudia, a conclusione del III turno del centro estivo – la Dott.ssa Maria Sveva Sciuto ha tenuto una breve lezione di biologia marina, con lo scopo di far intraprendere ai ragazzi nuovi percorsi e raggiungere nuove consapevolezze.

Il corso, infatti, è stato finalizzato alla scoperta e al rispetto degli ambienti marini e lagunari che ogni anno, da giugno ad agosto, ospitano centinaia di bambini.

La lezione, di durata complessiva di un’ora circa, ha avuto come protagonisti non solo il mare, ma anche i laghi costieri. Nel Lazio, infatti, sono molti i laghi costieri, seppur sconosciuti, che affiancano il lungomare di Sabaudia. Tra questi il lago di Fogliano, Monaci, Caprolace, Sabaudia, noto come Lago di Paola, Fondi e lago Lungo. I laghi costieri sono ambienti transitori, instabili, caratterizzati da acque a salinità variabile (eurialine) e dalle profondità medie di circa un metro. La fauna e la flora di questi bacini sono fortemente influenzate della condizioni chimico-fisiche dell’acqua, tale che la dominanza delle specie presenti è funzione oltre che della salinità anche dalla distanza dai rispettivi ambienti di origine. Non esiste quindi una vera e propria fauna di ambienti salmastri, se non limitata a pochi elementi, e questo è da ricondurre alla precarietà di tali sistemi. Tuttavia ci sono specie, come la più commerciale orata o spigola, o specie come l’anguilla e il cefalo, che dopo aver popolato per un certo periodo della loro vita i nostri mari, si rifugiano o vanno a cercare nutrimento nei laghi costieri, sperando di trovare anche meno plastica tra cui nuotare.

A tal proposito è stato affrontato anche l’ormai conosciuto tema della plastica in mare, per il quale i ragazzi e i bambini si sono mostrati entusiasti, mostrando ai presenti le loro fantastiche borracce colorate, utilizzate proprio per sostituire le pericolose bottigliette di plastica, scambiate dai pesci per meduse e cibo!

Grandi e piccini hanno manifestato curiosità ed interesse nella mini-lezione di biologia marina, tanto da fare numerose domande ed osservazioni alla biologa Maria Sveva Sciuto, che ha ritenuto un vero piacere ascoltare il punto di vista dei ragazzi e le loro perplessità, poiché vuol dire che in qualche modo il messaggio sull’importanza e la salvaguardia degli oceani sta arrivando alle famiglie.

Altre due lezioni di divulgazione ed informazione scientifica si terranno il 9 e il 25 agosto, in concomitanza con il IV e V turno dei centri estivi al centro nautico di Sabaudia, diretto dall’ Amm. Giuseppe Perrini, coadiuvato dal prezioso supporto del 1 LGT Bartolo Napolitano.

Grande successo nel fine settimana per l’iniziativa “10.000 vele di solidarietà – Cambiamo rotta insieme”. Tantissime, infatti, sono state le imbarcazioni della Lega Navale Italiana (e non solo) che hanno preso parte all’iniziativa in favore della lotta alle violenze femminili.

Il 4 luglio tutti insieme – donne e uomini, senza schieramenti di parte, pregiudizi o pensieri che dividano – hanno espresso la propria volontà di cambiare rotta. La Lega Navale Italiana, che è tra gli enti patrocinanti, ha fatto la sua parte, grazie alle varie iniziative intraprese tra le sezioni presenti in tutta Italia.

Da nord a sud del Paese, infatti, il mare si è colorato del rosso dei tanti nastri esposti per l’occasione, ma non solo. “10.000 vele di solidarietà – Cambiamo rotta insieme”, infatti, è stata anche l’occasione per tavole rotonde sul tema della violenza sulle donne, come successo a Marina di Camerota, o di mostre fotografiche a bordo barca come organizzato a Chiavari.

Forte è stata la presenza istituzionale, oltre a quella di tanti giovani appassionati di vela e mare. Non è mancato, inoltre, lo sport. Tutte le imbarcazioni partecipanti al Campionato Italiano hansa 303 tenutosi a Porto San Giorgio, hanno infatti esposto il simbolico nastro rosso in testa all’albero.

Ancora una volta la Lega Navale Italiana ha dato prova della sua grande attenzione alle tematiche sociali, sempre mettendo il mare al centro.

La Civica Orchestra di fiati "G. Verdi" - Città di Trieste in collaborazione con la Lega Navale Italiana - Sezione di Trieste, presenta "Musica sul mare" con la Civica Orchestra di fiati "G. Verdi" - Città di Trieste diretta dal Maestro Matteo Firmi, il cantante Maestro Raffaele Prestinenzi e Gabriele Cutini in qualità di relatore.

L'evento è stato è stato registrato il 16/06/2021 presso la Diga di Trieste dalla Civica Orchestra di fiati "G. Verdi" - Città di Trieste in collaborazione con la Lega Navale Italiana - Sezione di Trieste, con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e con il contributo della Fondazione Kathleen Foreman Casali.

 

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE

 

PROGRAMMA MUSICALE:

Matteo Firmi - Alpe Adria

Modugno/Migliacci (arrangiamento Matteo Firmi) - Nel blu dipinto di blu

Marco Somadossi - Aqua

D'Anzi/Manlio (arrangiamento Matteo Firmi) - Viglio vivere così

T. Asanger - In aller kurze

Bixio (arrangiamento Matteo Firmi) - Parlami d'amore Mariu

R. V. Williams - Sea song

Capurro, Di Capua, Mazzucchi (arrangiamento Matteo Firmi) -  O sole mio

 

ORGANICO DELLA CIVICA ORCHESTRA DI FIATI "G. VERDI" - CITTA' DI TRIESTE:

Flauto traverso: Sara Bembi, Gabriele Bellomia

Oboe: Francesco Poropat

Clarinetto: Andrea Grison, Alessio Bergamasco, Cristiano Velicogna, Dario Gherbaz, Gabriel Maizan, Emma Benedetti, Remigio Puissa, Luciano Radin

Sax contralto: Daniele Tarticchio, Emma Marcolin

Sax tenore: Matilda Travain

Sax baritono: Yannis Maizan

Corno: Luka Grego, Saverio Fazzina

Eufonio: Riccardo Brescia

Tromba: Isabella Tonini, Lorenzo Bergamasco, Andrea Bergamasco, Luca Pascolat

Trombone: Riccardo Benetti, Paolo Rocca

Tuba: Federico Guglielmo Ficiur

Percussioni: Francesco Vattovaz, Matilde Cragnolini, Alessio Morpurgo

Direttore: M° Matteo Firmi

Cantante tenore: M° Raffaele Prestinenzi

Relatore: Gabriele Cutini

La Lega Navale Italiana di Viareggio ha deciso di aderire all’iniziativa “10000 Vele contro la violenza sulle Donne”, che ha lo scopo di attivare l’intero mondo della vela italiana sia sulle coste che sui laghi in un flash mob per esprimere un tangibile e concreto sostegno alla lotta contro la violenza sulle donne.

Il 4 luglio 2021, anche nel mare di Viareggio, l’acqua si riempirà di vele e nastri rossi per dire “basta" a questo fenomeno, definito dall’ONU un flagello mondiale.

La Lega Navale di Viareggio ha aderito subito e con entusiasmo alla manifestazione, conscia che il mondo della vela con le sue varianti e peculiarità ha imparato da tempo a considerare la parità di genere come un fatto assodato.

La manifestazione è aperta a tutti coloro che possiedono una barca a vela e sono, quindi, invitati ad uscire e ad issare sui loro alberi un lungo nastro rosso quale segno distintivo e di appartenenza a questa enorme flotta solidale per “Cambiare rotta insieme”.

 

Aisf-Odv (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) in collaborazione con la Lega Navale Italiana - Sezione di Palermo è orgogliosa di presentare l’evento “Vele Spiegate per la Fibromialgia” una veleggiata di 2 giorni dal 24 e 25 Luglio 2021. Lo scopo è quello di sensibilizzare e tenere sempre più alta l’attenzione sulla Sindrome Fibromialgica che, ancora oggi, non è inserita nei L.E.A e non è considerata una patologia cronica e invalidante, arrivando dal mare in alcuni paesi della costa tra Palermo e Castellammare del Golfo per portare informazione, incontrare le amministrazioni, i medici e i pazienti del luogo affinché si conosca questa patologia e possano nascere percorsi per creare realtà di aiuto e supporto per i pazienti.

L’imbarcazione COMET 45S “Quattrogatti” di Andrea Casini della Lega Navale Italiana - Sezione di Palermo con a bordo alcune volontarie dell’associazione e la Vicepresidente Giusy Fabio partiranno da Palermo sabato alle 10,30 e raggiungeranno Castellammare del Golfo, passando per Isola delle Femmine, Capaci e Balestrate.

L’imbarcazione sarà seguita via terra dal Presidente dell’associazione Il Prof. Piercarlo Sarzi Puttini che incontrerà le amministrazioni e i pazienti nell’attesa che arrivi l’imbarcazione. Questo evento è nato grazie anche al supporto del Cesvop (Centro di Servizi per il volontariato di Palermo) insieme ad altre due associazioni Agape Odv e Arcoiiris come iniziativa in rete degli ETS (Sire). L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato della Salute e dei comuni di Palermo, Isola della Femmine, Balestrate e Castellamare del Golfo.

La veleggiata sarà l’occasione di presentare la partecipazione della Sezione alla prossima regata d’oltremare Palermo-Montecarlo che si terrà dal 21 al 26 agosto prossimi, competizione che ha visto sempre la Lega Navale Palermo presente per la promozione di eventi sociali di rilievo.

I due eventi avranno proprio lo scopo di accendere i riflettori su questa patologia “invisibile” - in un modo unico e particolare come questo – consentendo alle varie realtà che si incontreranno di conoscere la Fibromialgia e di andare avanti nella battaglia per il riconoscimento della malattia da parte del sistema sanitario nazionale.

La sindrome fibromialgica è una forma comune di dolore muscolo scheletrico diffuso e di affaticamento che colpisce circa 2 milioni di italiani con una netta prevalenza al femminile. Questa condizione viene definita “sindrome” poiché esiste un complesso di segni e sintomi clinici che si presentano associati in modo da configurare il quadro caratteristico, che può essere provocato da processi fisiopatologici differenti. È una “malattia invisibile” perché non ha segni riconoscibili – né visibili sui corpi dei pazienti, né rilevabili tramite esami radiologici. Dunque, a causa della mancanza di segni clinici ed esami strumentali che forniscano una diagnosi univoca, essa è ancora una patologia controversa. I suoi sintomi sono complessi, numerosi e invalidanti: il dolore diffuso per tutto il corpo, la stanchezza cronica, i disturbi del sonno e i dolori somatici diminuiscono notevolmente la qualità della vita dei pazienti. I malati si devono scontrare anche con l’ignoranza e lo scetticismo di molti, persino professionisti sanitari, che non riconoscono come “reale” questa malattia. Tutto ciò, inoltre, si accompagna a una comorbidità rilevante con disturbi dell’umore e d’ansia, che contribuiscono alla svalutazione e alla sofferenza dei pazienti, accusati di avere “tutto nella propria testa”. Infine, i sintomi variegati e la grande variabilità del quadro clinico tra un paziente e l’altro rendono le terapie farmacologiche generalmente poco efficaci.

Alla cerimonia che si terrà sabato 24 Luglio, h 9, presso il Polo “oltre le barriere” della Lega Navale Italiana alla Cala di Palermo, saranno presenti numerose autorità comunali oltre al Presidente di Aisf Odv Prof.Piercarlo Sarzi Puttini, il Presidente della Lega Navale di Riposto Giuseppe Pulvirenti,  l’Avvocato Paolo Rugolo Coordinatore provinciale di Palermo Rete Civica Salute, il Presidente dell’Associazione  Donna Attiva Ina Modica, il Presidente dell’Associazione Agape Odv Vita Barbera, Referente delegazione Cesvop del distretto di Bagheria Gianluca Rizzo. Farà gli onori di casa il Presidente LNI Palermo, Beppe Tisci.

Con l’inaugurazione del Villaggio allestito presso il Piazzale delle Feste del Porto Antico, è partita ufficialmente la grande avventura di The Ocean Race Europe, la regata velica internazionale che andrà in scena a Genova fino a domenica 20 giugno. La Città ospita la tappa finale della regata, partita lo scorso 29 maggio da Lorient e gustoso antipasto di The Ocean Race-The Grand Finale 2022-2023, il giro del mondo a vela – tra i massimi eventi sportivi a livello globale – di cui Genova ospiterà fra due anni l’ultima tappa.

Alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, del presidente dello Steering Committee Genova di Genova The Grand Finale Evelina Christillin, del presidente FIV Francesco Ettorre e del presidente di The Ocean Race Richard Brisius, sono stati tolti i veli all’area del Porto Antico che, fino al 20 giugno, accoglie non soltanto gli appassionati di vela, ma genovesi, visitatori e turisti di ogni età che avranno la possibilità di partecipare a decine di eventi e iniziative all’insegna di sport, cultura, turismo, pesca e sostenibilità ambientale, fra intrattenimento e attività educative.

IL VILLAGGIO

Il Villaggio di The Ocean Race Europe, inaugurato con una grande festa di pubblico e durante il quale il sindaco Bucci ha consegnato le bandiere di The Ocean Race Europe ai circoli FIV-I Zona, si estende su una superficie di 20mila metri quadrati e ospita il villaggio regata, uno spazio Educational & Sail Academy con un’area inclusive per i disabili, un’area food per gustare i tipici prodotti genovesi, la Tor Europe Plaza per inaugurazioni, premiazioni e conferenze, l’area Hospitality & Team riservata agli equipaggi delle barche in gara.

SAIL INCLUSIVE

In occasione della manifestazione genovese, la Lega Navale Italiana ha raccolto l’invito per creare un evento all’interno della manifestazione: Sail inclusive.

L’evento è rivolto alle associazioni genovesi del terzo settore che operano nel mondo della disabilità e del disagio sociale. Per l’evento “Sail inclusive”ranno al porto antico ci sono otto barche a vela Hansa 303 presenti nelle sezioni liguri e piemontesi: LNI Sanremo, LNI Savona, LNI Spotorno, LNI Genova Sestri Ponente, LNI Genova Centro, LNI Chiavari-Lavagna, LNI Arona, LNI Meina.

Grazie all’impegno dei soci LNI, fino al 20 giugno (negli orari 9,30-12,30 e 16-19) si potrà provare l’imbarcazione Hansa.  Verrà presentata anche la barca a remi Happy adattata ed utilizzata per la “voga per tutti”.

 

PER IL PROGRAMMA COMPLETO: CLICCA QUI

 

 

FONTE: Comune di Genova

FOTO: The Ocean Race Genova