Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Settimane di crescita alla sezione di Trapani della Lega Navale Italiana. Da diversi giorni e fino al prossimo 12 maggio, gli studenti dello storico istituto nautico della “Leonardo da Vinci” stanno effettuando un percorso di alternanza scuola lavoro.

Un connubio che si ricompone dopo i recenti anni di pandemia, che non hanno permesso ai due enti di poter collaborare, grazie all’impegno del Consiglio Direttivo della sezione di Trapani della Lega Navale Italiana e dalla dirigente scolastico Aurelia Bonura. Una rinascita, da cui ottenere maggiore forza e vigore, da impiegare nel consolidamento e nella diffusione della cultura marinara, per le nuove e giovani generazioni di marittimi, si compone di risorse umane che hanno la passione e la volontà di credere nel lavoro che quotidianamente svolgono.

Diverse, infatti, sono le attività previste per i giovani studenti, che, grazie al supporto della Lega Navale Italiana di Trapani, stanno dando un fattivo contributo. Con tre incontri settimanali, gli studenti, guidati dai professori tutor del progetto, Elide Monticciolo, Gioacchino Randazzo, Dorotea Gaeta e Fabrizio Augugliaro, provvedono al controllo e la sistemazione degli ormeggi e dei mezzi nautici, così come la manutenzione sui pontili e le attività inerenti alla segreteria della Lega Navale Italiana di Trapani.

Spazio anche allo sport e al divertimento con corsi di vela teorici. Quindi anche la partecipazione alle uscite in barca a vela con la presenza di un istruttore per apprendere le tecniche di conduzione del mezzo navale.

La LNI di Varazze informa quanti interessati che, nel contesto dei corsi di Vela di livello base, intermedio e avanzato, organizzati durante tutto l'anno nel corso dei weekend o durante la settimana, ha deciso di inserirne uno per adulti, da tenersi sull’imbarcazione tipo J 24 a disposizione del circolo velico varazzino.

Le modalità di fruizione delle lezioni sono improntate alla massima flessibilità in quanto concordate direttamente dagli allievi con l'Istruttore, secondo le disponibilità dei partecipanti e tenuto conto delle condizioni meteomarine previste. Le lezioni verranno tenute con mezzi e attrezzatura idonee da Istruttori iscritti all'albo della FIV (Federazione Italiana Vela).

L’obiettivo del corso è dare ai Soci l'opportunità di avvicinare e praticare la navigazione a vela in modo semplice e sicuro, prevede cinque uscite in mare di circa 3 ore e di due conversazioni teoriche da utilizzare nel caso le condizioni meteomarine avverse sconsiglino l'uscita. Durante il corso sarà utilizzata una imbarcazione tipo J 24 ormeggiata nel porto di Varazze.

 

Il programma nel dettaglio

 

Prima uscita - Preliminari di preparazione all'uscita (installazione randa sul boma, preparazione del fiocco, etc. …). Illustrazione degli esercizi di navigazione tra le due boe. Spiegazione della sequenza di manovre necessarie per l'issata della randa e del fiocco. Le boe saranno sistemate al traverso della direzione del vento. Esercizio di navigazione mantenendo il traverso, regolando le vele, e virando sulle boe, alternando gli allievi nei vari ruoli. Preliminari di preparazione al rientro all'ormeggio Ormeggio, riassetto della barca.

Seconda uscita - Preparazione all'uscita. Ripetizione e perfezionamento di quanto previsto nella prima uscita. Preparazione al rientro all'ormeggio. Ormeggio, riassetto della barca.

Terza uscita - Preparazione all'uscita. Illustrazione degli esercizi di navigazione tra le due boe Bolina, poppa. Le boe saranno disposte nel letto del vento. Preparazione al rientro all'ormeggio. Ormeggio, riassetto della barca.

Quarta uscita - Preparazione all'uscita. L'equipaggio sarà in autonomia, l'istruttore seguirà gli esercizi dal gommone. Gli esercizi saranno di bolina e poppa tra le boe. Preparazione al rientro all'ormeggio. Ormeggio, riassetto della barca.

Quinta uscita - Preparazione all'uscita. L'equipaggio sarà in autonomia, l'istruttore seguirà gli esercizi dal gommone. Esercizio di navigazione costiera, regolazione delle vele. Preparazione al rientro all'ormeggio.

Ormeggio, riassetto della barca.

 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni:

01995777-3484010287

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si è conclusa domenica 10 aprile l'ottava edizione del Trofeo Challenge Antonio Pini classe Optimist; una "classica" del panorama nazionale delle regate a squadre. 12 sono stati i Team accorsi da varie parti d'Italia e, con grande sorpresa di tutti, dalla lontana Tailandia.

Sono stati tre giorni di regata molto intensi con condizioni di vento variegate; grazie all'ottima gestione del comitato di regata presieduto da Eugenio Valsecchi, del gruppo arbitri presieduto da Giuseppe Lallai e del comitato organizzatore, la manifestazione è andata a buon fine con l'entusiasmo di tutti i partecipanti, nonostante il forte vento da nord di sabato che non ha permesso di concludere il round robin completo.

Fortunatamente l'ottima giornata di venerdì ha fatto sì che si concludessero i due semi gironi al fine di avere la composizione delle quattro squadre finaliste.

La prima semi finale si è disputata tra la nazionale Tailandese e il Circolo Vele Vernazzolesi, mentre la seconda tra il Centro Nautico Bardolino 1 e i padroni di casa della LNI Mandello 1. Dopo match serratissimi la squadra tailandese e LNI Mandello 1 hanno avuto la meglio, mentre le due restanti si sono scontrate nella finalina per determinare il terzo e quarto posto.

Il trofeo è stato conquistato da LNI Mandello 1 per la gioia di tutti i soci, genitori e dirigenti di sezione, che grazie al risultato di 2 a 1 hanno avuto la meglio sulla fortissima rappresentativa asiatica. Nella finale per il terzo e quarto posto la spunta il Centro Nautico Bardolino che conquista un'onerevole medaglia di bronzo.

Grande festa in occasione della premiazione alla quale erano presenti la famiglia Pini che ogni hanno dà un grande contributo per la realizzazione della regata, l'assessore allo sport di Mandello del Lario Sergio Gatti, che ha consegnato una targa ricordo del comune alla nazionale tailandese, il presidente della XV Zona fiv Davide Ponti e alcuni membri del direttivo LNI Mandello capitanati dal Presidente Michele Belingheri.

L'appuntamento è certamente al prossimo anno con l'ambizione di rendere questo trofeo sempre più prestigioso e partecipato da altre rappresentative nazionali.

Domenica 27 marzo 2022 a Varazze, all’interno del porto turistico, nello specchio acqueo della darsena degli ex Cantieri Baglietto, si svolgerà la regata di Pasqua per modelli a vela radiocomandati classe "Dragon Force 65", organizzata da "Planeos ASDC Sezione Modelli Radiocomandati", con il patrocinio del Comune di Varazze e la collaborazione della locale Sezione della Lega Navale Italiana, della Marina di Varazze ed Endas Liguria.

La richiesta di iscrizione deve essere inviata entro e non oltre venerdì 25 marzo 2022 a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

L’appuntamento è fissato alle 9.30 nella sede della LNI, dove gli organizzatori daranno il benvenuto a tutti i partecipanti e, dopo la colazione di rito, barche in acqua e … pronti al via con la sempre spettacolare competizione.

I "Dragon Force 65" sono modellini di imbarcazioni con dimensioni ben definite: (lunghezza: 655 mm – larghezza 116,5 mm – altezza albero: 915 millimetri – altezza totale: 1338 millimetri – peso totale: 1250g) con classe internazionale e nazionale. Il modellino ha la possibilità di fare tutte le manovre, esattamente come le imbarcazioni a cui si ispirano.

Più di 80 ragazzi di sono avvicendati, in tre diverse mattinate di questo freddo aprile, al timone di un piccolo Optimist nel cortile della sezione della Lega Navale Italiana Firenze-Prato.

Il progetto, iniziato a dicembre, ha visto coinvolte quattro classi dell’ultimo anno delle medie dell’Istituto secondario Antonio Gramsci di Firenze. Gli allievi hanno assistito a diverse lezioni in aula sui componenti di una barca, differenze di scafo, principio di Archimede, carte nautiche, venti, andature ed ecologia marina. Infine, si sono ritrovati nel cortile della sezione per la prova pratica con il simulatore di vela, con la speranza di riviverla questa estate in mare.

La sezione LNI ha ringraziato degli ottimi insegnanti lungimiranti e la Preside, pronta a essere coinvolta con la sua scuola in nuove iniziative.

Un grazie anche agli esperti velisti della sezione che hanno dedicato, ancora una volta, il loro tempo così come la loro esperienza e conoscenza favore della divulgazione fra i giovani dell'amore per il mare.

Un ottimo fine settimana per i canottieri della Lega Navale di Savona che hanno partecipato al Meeting Allievi - Cadetti e Master disputato il 19 e 20 marzo 2022 sul Lago di Candia Canavese, dove erano presenti circa 1.300 atleti di 73 Società del Nord Italia.

La rappresentativa savonese era composta da cinque atleti che nei due giorni di gara hanno conquistato due medaglie d’oro, due d’argento e due di bronzo, tutte molto importanti visto l'alto livello dei partecipanti.

Su tutti si sono confermati i fratelli Paola Maria Carlotta e Michelangelo Malinconico con un palmarès di due prime posizioni, un piazzamento e due terzi posti.

Paolaha vinto l'oro nel singolo 7,20 allievi C metri mille superando di poco più di un secondo l'atleta della Soc. Amici del Fiume di Torino al termine di una gara tiratissima e conclusa quasi al fotofinish, distanziando nettamente le altre quattro concorrenti. Nella giornata di sabato Paola aveva già vinto un ottimo bronzo nella specialità del singolo allievi C metri mille dietro alle atlete della Amici del Fiume e della Eridanea (Casalmaggiore) con un distacco di un solo secondo.

Più ricco il bottino del fratello Michelangelo con un oro, un argento e un bronzo in tre specialità diverse. L'oro è stato vinto nel singolo  Cadetti metri mille al termine di una gara condotta in testa sin dalla partenza in cui ha inflitto distacchi significativi agli altri avversari della Can. Caldé (Lago Maggiore), Moto Guzzi (Mandello del Lario), Eridano (Torino), Lario e VV.F. Tomei di Livorno.

Più combattuta la conquista della medaglia di bronzo nella specialità del quattro di coppia cadetti della rappresentativa della Regione Liguria nella quale il Tecnico Regionale aveva indicato come capovoga proprio Michelangelo considerato giustamente il migliore.

La medaglia d'argento è stata conquistata dall'equipaggio savonese di nuova formazione composto da Michelangelo Malinconico e Giulio Boatini, quest’ultimo esordiente, che hanno dato vita ad una gara al cardiopalma nel doppio cadetti metri mille, dove hanno battuto l'equipaggio terzo arrivato per soli 10 centesimi. Per Giulio il battesimo della gara è stato quindi più che positivo e ciò fa ben sperare per i prossimi impegni.

Da segnalare anche la partecipazione degli atleti master Federica Perata (istruttrice del gruppo) e Michele Loffredo, quest’ultimo fresco di esordio nella categoria il 6 marzo a Genova dove aveva conquistato l’oro: entrambe hanno ben figurato contro avversari che dell'attività master a livello nazionale ne fanno quasi una ragione di vita. 

Si può quindi essere soddisfatti della preparazione invernale svolta dai canottieri biancorossi che alla prima importante regata della stagione 2022 hanno dimostrato carattere e determinazione affrontando avversari di Società ben più strutturate senza timore reverenziale.