Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Continua la serie positiva di risultati conquistati dai canottieri della Lega Navale di Savona. In una giornata difficile per le brutte condizioni di mare, vento e a tratti pioggia, si è svolta la seconda regata regionale ligure di canottaggio nel campo gara di Genova Prà, valida come selezione per la partecipazione al secondo Meeting Nazionale del 7-8 maggio a Piediluco.

In acqua anche quattro atleti savonesi che hanno raccolto un ottimo bottino di una medaglia d’oro e due d’argento.

La medaglia d'oro è stata ottenuta da Michele Loffredo nel singolo master metri mille al termine di una gara condotta sempre in testa e che lo ha visto prevalere sugli avversari della Can. Santo Stefano e della Speranza Prà con distacchi significativi che confermano il buon livello di preparazione raggiunto.

Medaglia d'argento conquistata da Paola Maria Carlotta Malinconico nella specialità del singolo 7,20 Allievi C metri 1.500, dove nulla ha potuto fare contro la forte avversaria della Can. Sanremo ma ha superato nettamente le altre avversarie del Rowing Club Genovese e della Speranza Prà, in una gara sofferta sotto una pioggia battente che ha messo a dura prova la resistenza delle giovani atlete.

La seconda medaglia d'argento è stata conquistata da Michelangelo Malinconico e da Giulio Boatini nella specialità del doppio cadetti metri 1.500 in una gara difficile e al cardiopalma per il finale testa a testa con l'equipaggio del Rowing Club Genovese, risultato primo per un solo secondo mentre agli altri avversari della Can. Sampierdarenesi e della Foce Schenone hanno inflitto distacchi importanti.

Da notare che, a fronte della possibilità per i cadetti di svolgere una sola gara al giorno, Michelangelo ha optato per la gara nel doppio costituito da pochi mesi con l’esordiente Giulio, più stimolante perché ha ancora margini di miglioramento e scatena regate molto combattute rispetto al singolo, dove sia a livello regionale che nazionale è stato finora nettamente superiore agli avversari con le medaglie d’oro conquistate per larghi distacchi.

Ancora una volta i canottieri della Lega Navale di Savona sono stati protagonisti, conquistando sempre il podio e superando gli avversari anche in condizioni ambientali difficili in cui hanno dimostrato carattere e determinazione.

Per la prima volta la Presidenza nazionale della Lega Navale organizza un Open Day per fa conoscere le attività svolte dalla Lega Navale nei territori di appartenenza e per diffondere la cultura degli sport in acqua.

La Lega Navale Rieti – Lago del Turano ha aderito all’iniziativa nazionale organizzando per venerdì 29 aprile una giornata sul fiume Velino insieme agli studenti dell’Istituto Marconi, il primo di una serie di incontro con le scuole reatine.

Dalle ore 10 di venerdì 29 aprile,  i giovani apprendisti scopriranno i segreti della canoa e della vela sapientemente raccontati dai soci della Lega Navale che poi illustreranno tutte le incredibili attività che si possono praticare, in totale sicurezza, sui laghi e sui fiumi del territorio ancora poco valorizzati. Altre piacevoli proposte per gli studenti anche da parte del personale della Riserva Monti Navegna e Cervia.

“E’ un progetto molto importante per diffondere la passione e la bellezza degli sport nautici anche in città – commenta il Presidente della Lega Navale Rieti – Lago del Turano, Giovanni Vespaziani - Finalmente riprendiamo il progetto “Navigando verso l’Educazione” ,fermo da due anni per la pandemia ma che aveva coinvolto negli anni numerose scuole laziali e migliaia di studenti. E’ necessario far uscire i ragazzi all’aria aperta e godersi gli incantevoli specchi d’acqua di cui il nostro territorio è molto ricco. Sono sicuro che gli studenti che scopriranno le emozioni della canoa, della vela e  in futuro del dragon boat, non potranno più farne a meno”.

Si tratta dunque di un’iniziativa che rientra in un più ampio progetto di educazione allo sport e all’ambiente e di scoperta degli sport nautici del territorio che coinvolgerà le scuole reatine che saranno impegnate in  divertenti attività come canoa, vela e dragon boat. Si inizia con la scuola Marconi che ha condiviso subito gli obiettivi didattici dell’iniziativa come sottolinea la Dirigente scolastica Mirella Galluzzi: “Ho accolto con piacere la proposta della Lega Navale Italiana sezione di Rieti - Lago del Turano, per contribuire alla promozione del progetto "Navigando verso l'educazione", avendone saggiato in passato la validità e il grado di apprezzamento da parte degli alunni del primo ciclo. Ritengo che la vela, la canoa, l'esperienza a contatto con la natura, siano un modo per guidare i ragazzi a conoscere, amare, vivere a 360 gradi il nostro territorio, particolarmente ricco di acque.”

All' Open day seguiranno delle visite in loco, dove si potrà fruire anche delle proposte della Riserva Naturale dei Monti Cervia e Navegna e ai partecipanti verranno distribuiti gadgets e utile materiale informativo.Si ringrazia per la collaborazione anche il Club Sommozzatori Rieti e l’Associazione Avventuristicando per il rafting soft.

 

Giorni di fermento nella sezione di Trapani della Lega Navale Italiana che propone diverse attività con finalità di tutela ambientale e promozione del territorio trapanese, ma anche dell’inclusione sociale e sportiva.

Partirà domani il progetto di tutela ambientale, promosso dalla sezione di Trapani della Lega Navale Italiana, che vedrà interessati alcuni tratti del litorale della città di Trapani per tutto il prossimo mese. L’obiettivo è quello di promuovere e sviluppare soprattutto nei giovani la cultura e la tutela del mare e delle coste. Primo appuntamento quindi all’Isola di Sant’Antonino e al Porto Peschereccio per sabato 30 aprile a partire dalle 10. Il progetto proseguirà poi con cadenza settimanale alle Mura di Tramontana, alle spiagge Tipa e San Giuliano e di Ronciglio, per poi terminare il 27 maggio con la pulizia dei fondali nei pressi del Lazzaretto e della Colombaia con la collaborazione del gruppo sub della Lega Navale Italiana e dell’Asd Free Divers.

Non si fermano, però, qui gli appuntamenti che vedrà la sezione di Trapani della Lega Navale Italiana protagonista. Nei prossimi giorni, infatti, presumibilmente lunedì 2 maggio, condizioni meteorologiche permettendo, passerà da Trapani il "Progetto Periplo della Sicilia, Vela senza barriere " partito dalla Lega navale di Aci Trezza (CT) il 23 aprile scorso, e, dopo aver raggiunto le sezioni della lega navale di Milazzo e Palermo, giungerà nella nostra città. Si tratta di un progetto solidale che consentirà a disabili fisici, ma anche a soggetti meno abbienti di vivere una giornata di sport all’insegna della vela d’altura. Per l’organizzazione di questa iniziativa la Lega Navale di Trapani ha ricevuto il sostegno dell'avvocato Tiziana Barone, Garante della Persona Disabile del Comune di Trapani, e la collaborazione delle associazioni Solidalmente, Sportivamente, Le luci del dopo di noi, l’Asd Baskin Trapani, e la presenza degli alunni e  dei professori delle scuole secondarie scientifico e classico “Fardella-Ximenes”.

Nicola Di Vita (Presidente Lega Navale Italiana sezione di Trapani): «Siamo davvero orgogliosi di promuovere diverse attività che possano essere di supporto alla nostra città.  Abbiamo riproposto la quinta edizione del progetto di tutela ambientale, che prevede la pulizia di vari tratti di costa del litorale trapanese.  Il progetto è finalizzato soprattutto al coinvolgimento ed alla sensibilizzazione dei giovani delle scuole in ordine alla tematica della tutela ambientale. È molto importante a nostro avviso divulgare soprattutto tra i giovani la problematica della dispersione delle microplastiche nel mare. Ovviamente l’invito è aperto a tutti i cittadini trapanesi che volessero partecipare a questa iniziativa.

Abbiamo inoltre accolto l’invito della Lega Navale Italiana Sezione di Aci Trezza per la collaborazione alla realizzazione del progetto “Periplo della Sicilia Vela senza Barriere" fisiche, economiche e sociali. L’arrivo a Trapani dell’imbarcazione protagonista del periplo della Sicilia è previsto tra l’1 e il 2 maggio, ed in queste date promuoveremo la vela d’altura ai giovani con questi tipi di disabilità».

Si sono svolte domenica 24 e lunedì 25 aprile le due giornate di regate organizzate dalla Lega Navale Italiana sezione di Giulianova in collaborazione con Circolo Nautico V. Migliori e Circolo Nautico Alba Adriatica.

L’evento, assegnato dal comitato IX zona della FIV a gennaio alla Lega Navale Italiana, ha segnato la ripresa delle attività sportive al porto di Giulianova. Grazie alla volontà del direttivo e del presidente Marcello Sonaglia, recentemente confermato alla guida della LNI, la manifestazione ha fornito l’occasione per una rinnovata collaborazione con i Circoli Nautici della provincia di Teramo.

Provenienti da Ortona, Pescara, Alba Adriatica, Giulianova e San Benedetto del Tronto, si sono iscritti alla regata 17 equipaggi di giovani “Laseristi” e 4 equipaggi della classe Snipe. Nella prima giornata sono scese in acqua 19 imbarcazioni, divise in due flotte.

Nella giornata di ieri, 24 aprile, le condizioni meteo hanno fatto registrare prima vento da scirocco sui 12 nodi interrotto, durante le procedure di partenza, da due “bonacce” che hanno invalidato la prima prova subito dopo la partenza e poi costretto il Comitato di Regata ad annullare anche la seconda prova, quando le prime barche avevano già raggiunto la prima boa di “poppa”. Quindi, una rotazione del vento a Sud Ovest, un “garbino” con raffiche da 25 nodi, ha costretto il CdR a rimandare a lunedì tutte le regate issando una “Intelligenza su alfa”.

Si è invece conclusa positivamente la seconda giornata di regate valida per il IV Campionato zonale ILCA ed il II Campionato zonale Snipe.

Gli equipaggi sono scesi in acqua alle 10.30 al seguito della Barca Comitato ed alle 11.00 sono state avviate le procedure di partenza.

Contrariamente a quanto avvenuto domenica, oggi, lunedì 25 aprile, le condizioni meteo sono risultate ideali per lo svolgimento della regata. Un vento da Scirocco di intensità tra i 7 e gli 11 nodi ha consentito al Comitato di Regata, presieduto dal Sig. Alfonso Terra, di condurre il numero massimo di prove consentite in una giornata: 2 per la flotta degli Snipe e 3 per la flotta degli ILCA.

Grande successo per l’atleta Sofia Claudia della Lega Navale Italiana di Pescara che in classe ILCA 6 si è aggiudicata il primo posto in classifica generale, in quella femminile ed in quella Under 16 Girls. Per la classe Snipe ha ottenuto il primo posto l’equipaggio composto da D’Ambrosio Marco, timoniere, e D’Andreamatteo Alessandro, prodiere, del Circolo Velico La Scuffia di Pescara.

Hanno presenziato alla premiazione l’assessore del Comune di Giulianova con delega allo Sport Livio Persiani ed il Presidente dell’Ente Porto Fabrizio Ferrante, insieme ai Presidenti dei Circoli Marcello Sonaglia, LNI-Giulianova, Enrico Orsini, CN V. Migliori, e Paolo Toscanelli, CN Alba Adriatica. L’occasione è stata utile anche per scambiare alcuni pareri tecnici sulla necessità di fornire la Città di Giulianova di un impianto sportivo dedicato alla vela, vista la tradizione più che decennale vantata dai circoli presenti e considerata l’alto valore di sostenibilità di uno sport come la vela.

Periodo di grandi soddisfazioni per la sezione di Rapallo della Lega Navale Italiana in campo sportivo.

Il mese di aprile, infatti, si è aperto con il successo del velista e socio Fabrizio Bavestrello, che si è imposto nel XXV Trofeo Città di Rapallo, organizzato dal Circolo Nautico di Rapallo il 9 e 10 aprile,

Un altro ottimo risultato è stato conseguito al 36° Campionato Italiano di Traina Costiera, che si è svolto a Porto Torres dal 21 al 23 aprile, dove l’equipaggio della LNI di Rapallo (Pierluigi Brandolini, Giannicola Borghesi e Antonio Moresco) ha raggiunto un ottimo terzo posto.

Grande soddisfazione e orgoglio da parte di tutta la sezione per questi risultati!