Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

L’appuntamento con la regata finale del"Trofeo Invernale Varazze" è fissato per le ore 10:30 del 20 febbraio 2022. Nel pomeriggio della stessa giornata si terrà la cerimonia di premiazione con la prevista estrazione del "Premio Perseverance", un monopattino elettrico. L'estrazione del premio è riservata solo agli atleti della classe Derive, che avranno partecipato ad almeno sei prove valide.

Manifestazione organizzata dalla locale sezione della LNI, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e la collaborazione della Marina di Varazze: due prove in programma con inizio alle ore 10:30, con regate a Tempo Compensato aperte a tutte le Derive (escluso Optimist) e in Tempo Reale per la Classe Star.

Le istruzioni di regata sono a disposizione dei concorrenti nella segreteria e sul sito internet della LNI Sezione di Varazze.

Verranno premiati i primi 3 classificati della classifica generale ed i primi classificati delle categorie: juniores, senior, master, grand master e femminile.

Logistica: Alle imbarcazioni provenienti da circoli esterni, sarà permesso il ricovero dell’imbarcazione presso la base nautica della LNI Varazze solo dal giorno precedente la prima giornata di regata fino a 15 giorni dopo il termine del Campionato.

Condizioni quasi perfette domenica 30 gennaio, ha accolto i partecipanti alla quinta giornata di regate del Trofeo: un vento a 7 nodi da sud, tempo nuvoloso con mare poco mosso. La prima prova, partita in orario alle ore 10:30, ha avuto una durata di circa un’ora. La seconda, partita alle 11:40, è stata segnata da un calo di vento, sceso a 3 nodi, che ha reso necessaria la riduzione del percorso di gara.

La partenza da terra, vicino al Kursaal Margherita, ha richiamato molto pubblico, che ha potuto seguire le due regate previste per la quinta giornata, penultima data del Trofeo che si chiuderà con la competizione del 20 febbraio.

Primi tre equipaggi in classifica dopo quattro giornate di regate e 8 prove (24 ottobre, 14 novembre - quella del 19 dicembre è stata annullata -16 e 30 gennaio 2022):

- Classe Derive: 1° Anastasi Alberto - Laser STD - LNI Varazze; 2° Matteo Monegat - LNI Varazze - Laser STD; 3° Michelangelo Vacchio - Varazze Club Nautico - Laser Radial.

-  Classe Star: 1° Antonio Pedone e Luca Ruggeri - Club Nautico Loano; 2° Angelo Pedone e Alberto Pedone - LNI Varazze; 3° Andrea Godino - Club Nautico Loano.

 

CLICCA QUI PER IL BANDO

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione agonistica 2022 di Michelangelo Malinconico, quattordicenne portacolori della Lega Navale di Savona, che ha conquistato il terzo posto nel doppio cadetti sulla distanza di 4.000 metri della gara di fondo “D’inverno sul Po”, disputata a Torino sabato 12 febbraio.

Conoscendo l'indiscusso valore di Michelangelo, che nella passata stagione su nove gare disputate ha conquistato otto ori in singolo ed un argento in doppio, è stato richiesto dalla Società Canottieri Sampierdarenesi per formare un equipaggio misto con il loro atleta Roberto Terranova, insieme al quale aveva già gareggiato al Festival dei Giovani 2021, a Varese.

Alla gara erano iscritti 17 equipaggi provenienti da tutta l'Italia e, ad avvalorare il risultato ottenuto da Michelangelo e Roberto, parla il riscontro cronometrico che ha visto il doppio della Can. Esperia Torino vincere con un tempo di 11' 57" seguito dalla Moto Guzzi di Mandello del Lario in 12'29" e dal misto ligure in 12'30", che è pochissimo in una gara di 4.000 metri: l'argento è mancato per solo un secondo.

Questo risultato conferma le doti di Michelangelo e fa ben sperare per una positiva stagione agonistica 2022 che lo vedrà impegnato in importanti competizioni.

Domenica 13 febbraio si è tenuta nel Golfo di Follonica la Settima Coppa Carnevale di Vela organizzata dalla Lni follonichese. Le regate si sono svolte in una giornata tipicamente invernale senza sole, qualche pioggerella e molto freddo, creando condizioni molto impegnative per le oltre 80 imbarcazioni giunte a Follonica per questa manifestazione ormai classica del calendario velico invernale.

Un leggero scirocco ha ritardato l'inizio delle prove per quasi due ore finché è finalmente entrato un bel grecale, sebbene caratterizzato dai suoi consueti salti di vento che lo contraddistinguono nel nostro golfo.

Condizioni quindi molto impegnative sia come detto per il freddo, ma anche per tutte le incognite che sono state alla base delle scelte tattiche che i concorrenti hanno dovuto affrontare. Si può perciò ben dire che hanno vinto i migliori.

Gli atleti follonichesi hanno monopolizzato la manifestazione. Quattro le categorie. Fra gli Ilca 6 la prestazione dei concorrenti locali è stata più fioca: Alessandro Fracassi è riuscito a strappare solo un quinto posto finale, seguito a due distanze da David Nocchi, mentre Leonardo Creati e Giulia Galletti hanno chiuso rispettivamente dodicesimo e ventinovesima.

È tuttavia fra gli Ilca 4 che sono giunte le grandi soddisfazioni, con un podio monopolizzato dai tesserati Lni con Nicole Creati, Irene Sardella ed Edoardo Vignozzi rispettivamente prima, seconda e terzo, mentre Alessandro Benedetti, alla sua prima regata agonistica, riesce a conquistare un ottimo settimo posto per la felicità di coach Leoni.

La prima posizione è stata portata a casa anche fra gli Optimist grazie all'ottima prova di Giovanni Lucifora, mentre fra gli Rs Feva la competizione è stata egemonizzata dagli equipaggi del Cnf.

Continuano quindi le soddisfazioni per la Lega Navale follonichese, che fra grandi campioni del passato, tornati recentemente a competere, e molti nuovi prospetti vede premiati gli sforzi e il lavoro dei due allenatori Cacialli e Leoni e di tutti i soci che, con il loro lavoro e apporto, permettono non solo di continuare a organizzare manifestazioni di prima fascia, ma anche di riscuotere i frutti del duro lavoro che questi atleti compiono per proseguire nella loro passione.

Nel 2013 il Malta Cruising Club ha lanciato un nuovo evento nel suo programma velico, pensato per tenersi ogni anno e per essere sempre associato a una particolare giornata nazionale. Questa è stata la Crociera del Sette Giugno a Pozzallo che è diventata subito molto apprezzata da soci e non soci, che in questa occasione sono i benvenuti, a quello che è maturato fino a diventare un piacevole evento per tutta la famiglia.

L'introduzione del Sette Giugno Cruise è servito anche a stabilire un solido rapporto di amicizia e collaborazione tra il Circolo Velico Maltese e la Lega Navale Italiana – Sezione di Pozzallo guidata dall’entusiasta Presidente Dott. ing. Luigi Tussellino.

Nelle sette occasioni di queste 50 miglia nautiche si è manifestata la cordiale e fervente collaborazione di Luigi Tussellino e del suo team per rendere piacevole la visita e il soggiorno della comunità velica maltese a Pozzallo, sia nelle visite alle degustazioni di vini o altri tour rilassanti per assistere alla produzione di ricotte, formaggi o per partecipare alla produzione del pane fatto in casa.

Per queste caratteristiche piacevoli e solidali il Dott. ing. Luigi Tussellino è stato nominato vincitore del Malta Cruising Club Commodore Award per il 2021.

Il Commodore Award Trophy è stato consegnato al Malta Cruising Club da Mike Mifsud, allora Segretario del Club. Da allora questo riconoscimento è stato assegnato in altre sei occasioni, vale a dire a David Dingli (2011), Austin Calleja (2013), Pierre Aquilina (2017), Patrick & Nadine Genovese (2018), John Cini (2019) e Dr Carmel Abela ( 2020).

 

 

IN FOTO: Johann Cuschieri, Vice Commodoro del Malta Cruising Club, consegna il Commodore Award 2021 al Dr. ing. Luigi Tussellino, Presidente Lega Navale Italiana – Sezione Pozzallo, accompagnato da Joseph Pace, Ufficiale MCC Eventi Sociali e Tesserati

Conclusa la 31a edizione del Campionato Invernale del Ponente, ospitata dalla Marina di Varazze ed organizzata dal Comitato dei circoli nautici ponentini composto dalle sezioni L.N.I. di Savona e di Genova Sestri Ponente, dal C.V. Celle e dal Varazze Club Nautico, dove quest’ultimo ha fatto gli onori di casa gestendo la segreteria, il comitato di regata, gli intrattenimenti.  

La L.N.I. Savona era stata l’organizzatrice della prima edizione del 1990 e da allora ha sempre operato in prima linea nell’organizzazione del campionato collaborando fattivamente con uomini e mezzi, come in questa edizione con il dispiegamento di varie pilotine di soci, per la giuria, posa boe ed assistenza.

Al giro di boa di metà campionato, prima delle festività, si registravano 5 prove valide nelle 5 giornate in calendario dal 7 novembre al 12 dicembre, di cui solo tre date in realtà erano state animate dalle regate mentre in altre due non si era potuto far altro che prendere atto della bonaccia. Nel nuovo anno altre 5 prove in altrettante giornate dall’8 gennaio al 6 febbraio hanno completato il programma, con un totale di 10 sfide che ha fatto scattare lo scarto dei due risultati peggiori.

Ottimali le condizioni delle regate svolte nella prima manche, con la tramontana a 18-20 nodi della 1^ prova (7 novembre) cui ha fatto seguito un libeccio sui 10-12 nodi nella 2^ e 3^ prova (21 novembre), e di nuovo una bella tramontana impegnativa nella 4^ e 5^ prova (11 dicembre), con velocità medie di oltre 7,5 nodi da parte delle barche più veloci sui percorsi davanti a Celle e Varazze. Un po’ meno veloci, invece, le prove della seconda manche, con poco più dei 5 nodi della barca più veloce nella giornata con più vento.

Nella flotta di 39 barche iscritte (23 in ORC e 16 in Gran Crociera) facevano spicco alcune unità dalle linee decisamente corsaiole, con velocità superiori a quelle delle barche da crociera che hanno rappresentato il grosso degli scafi partecipanti, fra cui si notavano anche le eleganti linee classiche di Magia II, Swan 43 progettata nel 1967 dal mitico studio newyorkese Sparkman & Stephen, così come la Leon Pancaldo, ketch di 18 metri già nave scuola dell’omonimo Istituto Nautico di Savona, ora rilevata e restaurata dalla Slam con l’intento di impiegare l’unità in un programma di notevole rilevanza sociale che include, tra l’altro, anche crociere formative per gli allievi del Nautico, ma questa è un’altra storia.

Le due manche dell’Invernale erano valide, rispettivamente, per la “Autumn 44° Cup” e la “Winter 44° Cup” della Marina di Varazze, mentre la classifica finale ha premiato le Campionesse 2021-2022 del Ponente.

Nella Divisione ORC, appassionanti le sfide in tempo reale tra Farfallina 2 (Corsa 915) e Horatio (X-41), con quest’ultima prima sulla linea di arrivo in ben sei prove, poi risolte a favore della prima in tempo corretto.

La classifica generale ORC registra il successo di Farfallina 2, Corsa 915 di Davide Noli del YC Sanremo a 12 punti (1-1-1-1-1-dnc-dnc-1-2-4), seguita da Batanga, Italia 11,98 di Guido Enrico Tabellini del Varazze CN a 20 punti (2-2-2-4-Ret-3-5-3-3-1), che ha preceduto Horatio, X-41 di  Massimiliano Rizzo dello Skipper Club Milano a 23 punti (6-4-6-5-3-1-3-2-1-3).

Nella Divisione Gran Crociera, in grande evidenza Flu (Solaris 44) che si era meritata gli “hip hip hurra!” della giuria in tutte le prime cinque prove ma non ha poi preso parte alla seconda manche.

Sul primo gradino del podio della classifica finale Gran Crociera è salita Prospettica, Comet 41s di Vittorio Giardini del VCN a 15 punti (dnc-4-1-2-1-9-3-1-1-2), davanti a Mediterranea, X-362 di Marco Pierucci del CV Domaso a 22 punti (1-2-7-3-2-3-1-6-4-6) ed a Ziggy, Grand Soleil 39 di Andrea Nasuti del Vele&Vento  (7-5-2-4-3-10-2-3-5-7).

E’ stata stilata anche una classifica IRC, per sette delle barche iscritte in ORC, con la prima posizione ancora appannaggio di Farfallina, davanti a  Batanga ed a Lunatika (Sun Fast 3600 di Guido Baroni del CV Orza).