Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Buon inizio del 2020 velistico del Ponente Ligure con le prime due regate della ripresa della 30^ edizione dell’omonimo Campionato Invernale, promosso da LNI Savona, CV Celle, Varazze CN e LNI Genova Sestri, con l’organizzazione coordinata dal Varazze CN.

Sabato 18 gennaio, la 5^ prova in programma ha impegnato le 38 barche della flotta sul campo di regata di Celle Ligure con sole e tramontana a 15 nodi.  Come suo solito, Roby & 14 (Farr 40) ha fatto da lepre nella Divisione ORC, coprendo le 7 miglia del percorso alla media di oltre 5 nodi, tallonata da Voscià (Comet 45 S) e da Spirit of Nerina (X-35 OD). Ma in tempo corretto si sono imposte N2O (Dufour 36 P), Spirit of Nerina e KRYOS (Grand Soleil 37 B).  Nella classifica IRC, Spirit of Nerina ha preceduto Just a Joke (A-35) e Controcorrente (XP 33), con 4° posto per Roby & 14 (Farr 40)  che in IRC ha pagato 5 minuti rispetto ai 7’ dell’ORC.  Nella Divisione Gran Crociera, infine, Bilbo (Oceanis 331) è risalita in cima alla classifica in tempo corretto dall’8° posto in reale, davanti a  Mediterranea (X-362), ed a Porthos (Elan 450), rispettivamente 2^ e 1^ in tempo reale. 

Più problematica, domenica 19, la 6^ prova con la cima del Monte Begua, a mille metri di quota, coperta dal “garo”, il cappuccio di nuvole citato anche dal portolano come indicatore di venti molto forti da nord sul litorale da Celle a Savona (dove nella mattinata si sono registrate raffiche fino a 37 nodi), per cui il c.d.r. ha posizionato il campo di regata davanti a Varazze, dove il mare rimane più protetto dalla tramontana ed infatti le raffiche sono risultate più managgevoli, a 20 nodi. Peccato però per i salti del vento, che è andato avanti e dietro fra Ovest e Nord, e soprattutto per qualche buco di vento che ha compromesso la regata delle barche cadute nelle trappole, subendo distacchi fino a 20 minuti, pari al tempo di attesa di un refolo provvidenziale.  Come spesso capita al suo irruento timoniere,  Roby & 14 (Farr 40) è partita in anticipo, senza rientrare (finendo OCS), e nessuna altra barca è andata in fuga sulle 9 miglia e mezzo del percorso, coperte alla media di quasi 6 nodi dal gruppo delle prime.  Nella Divisione ORC, bis di N2O (Dufour 36 P), davanti a KRYOS (Grand Soleil 37 B) e Controcorrente (XP 33). Nella classifica IRC, rovesciati i primi tre posti del sabato, con primato di Controcorrente (XP 33) davanti a Just a Joke (A-35) e Spirit of Nerina (X-35 OD). La Divisione Gran Crociera ha registrato il primo posto sia in reale che in compensato di  Mediterranea (X-362), davanti a Parthenope (Dufour 350 GL),  e 3° posto per Bilbo (Oceanis 331) risalita dall’11^ posizione.

Dopo 6 prove (5 per la Gran Crociera), quando mancano 4 giornate alla conclusione, queste le classifiche generali nelle 3 divisioni, con scarto della prova peggiore:

ORC: 1° Spirit of Nerina, X-35 OD di Paolo Sena - Varazze CN, 10 punti (1-2-4-1-2-4); 2° N2O, Dufour 36P di Emanuele Chiabrera – YC Sanremo 13 punti (4-3-6-4-1-1); 3° Controcorrente, XP 33 di Luigi Buzzi – CN Celle, 14 punti (2-OCS-2-3-5-2).

IRC: 1° Spirit of Nerina, X-35 OD di Paolo Sena - Varazze CN, 8 punti (1-1-4-21-3); 2° Just a Joke, A-35 di Dino Tosi e Guido Arnone – LNI Genova S.P., 10 punti (3-2-5-1-2-2); 3° Controcorrente, XP 33 di Luigi Buzzi – CN Celle, 12 punti (2-OCS-3-3-3-1).

GRAN CROCIERA: 1° Mediterranea, X-362 di Marco Pierucci – CV Canottieri Domaso, 6 punti (5-1-2-2-1), 2° Parthenope, Dufour 350 GL di Vincenzo Pallonetto – LNI Varazze, 7 punti (1-3-1-6-2); 3° Bilbo, Oceanis 331 di Mario Scolari – Varazze CN, 10 punti (2-4-7-1-3).

Pin It