Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Domenica 11 Aprile 2021 si celebra per il terzo anno la Giornata Nazionale del mare, istituita nel 2018 con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 229/2017. Con questo provvedimento la Repubblica italiana ha riconosciuto l’11 aprile di ogni anno come il giorno nel quale celebrare il mare, l’oro blu, inteso come risorsa di grande valore ambientale, scientifico-ricreativo ed economico.

Finalmente il nostro mare inizia ad essere visto da un’altra prospettiva e non solo come fonte di divertimento durante la stagione estiva.

Purtroppo, a causa della pandemia che da circa un anno ci perseguita, non possiamo celebrarlo a dovere, con manifestazioni, eventi ludico-didattici, o mostre. Tuttavia, la Lega Navale Italiana non si è mai fermata ed ha, anzi, continuato a sostenere la difesa dell’ambiente marino e a divulgarne l’importanza. In questi mesi di forzata stasi, infatti, numerose sono state le attività con altri enti ed Università italiane al fine di collaborare per un mare più ecosostenibile.

Tra gli inquinanti che maggiormente affliggono i nostri mari ci sono gli oli esausti (oltre alle famose plastiche). Quante volte vi capita di friggere e di non sapere dove buttare l’olio utilizzato? O meglio quante volte vi capita di gettarlo nello scarico del wc o nel lavandino? L’olio, in questo modo, termina diretto nel nostro prezioso mare, creando una superficiale pellicola che impedisce l’ossigenazione dell’acqua e compromettendo l’esistenza di flora e fauna. In più, l’olio esausto ostacola la penetrazione in profondità dei raggi solari danneggiando drasticamente l’ambiente marino e la vita in acqua. Basta infatti un kg di olio vegetale esausto ad inquinare una superficie d’acqua di 1.000 m2.

Per tali ragioni la Lega Navale Italiana ha deciso di aderire al progetto “Save the sea Recycle cooking oil” insieme a Marevivo, Renoils, Guardia Costiera ed Assonat.  In particolare per quanto concerne la Lega Navale Italiana, ad ognuna delle SS.PP che prenderà parte al progetto verrà assegnato un grande contenitore di raccolta dell’olio esausto, destinato principalmente ai diportisti e saranno forniti materiali informativi, una locandina per il porto e dei leaflet da distribuire in italiano e in inglese per spiegare in maniera semplice il funzionamento della campagna e le finalità di carattere ambientale.

L’olio raccolto subisce una serie di trattamenti per poi essere riutilizzato in diversi ambiti, quali la produzione di biodiesel per autotrazione, l’utilizzo in impianti di cogenerazione, la produzione di bio-lubrificanti, nel mondo della cosmetica con la produzione di saponi, cere e altro. Dal punto di vista dei gas a effetto serra, si stima che ogni tonnellata di rifiuto riutilizzato comporti una media 2,3 tonnellate di anidride carbonica equivalente non immessa nell'atmosfera, già depurata dalle immissioni inerenti ai trasporti e alla lavorazione.

È tramite questo progetto che la Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana vuole celebrare la giornata Nazionale del mare 2021, e augurare ad esso e a tutti noi una rapida e meravigliosa ripresa.

 

Pin It

I più letti

  • Week

  • Month

  • All