Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

La Lega Navale Italiana tutta si unisce al cordoglio per la tragica scomparsa di Massimo Patelli, velista 51enne rimasto vittima nella giornata di ieri di un incidente avvenuto durante una regata nell’ambito della Settimana Velica Internazionale di Livorno che vede la Sezione della LNI di Livorno tra gli organizzatori.

Sono in corso gli accertamenti per stabilire la dinamica dell’incidente, ma non si è registrato il coinvolgimento di altre imbarcazioni. Nei prossimi giorni, l’inchiesta aperta dalla Procura di Livorno farà luce sulle cause del decesso.

L’incidente è avvenuto nel corso della regata della categoria Ilca, dove gareggiano imbarcazioni Laser. Il Laser è un natante dotato di un’unica vela e di una deriva a baionetta, l’albero è composto da due pezzi uniti (parte bassa e parte alta, diversi per ogni classe di laser), senza sartiame, incastrato in una scassa.

“Siamo profondamente addolorati e scossi per il tragico evento. Giunga alla famiglia la commossa vicinanza nostra e dell’intera organizzazione della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale - Città di Livorno”, hanno affermato in un messaggio congiunto il Sindaco di Livorno, Luca Salvetti, il Comandante dell’Accademia Navale, Amm. Flavio Biaggi e il Presidente del Comitato dei Circoli Velici Livornesi, Andrea Mazzoni.

Il Presidente Nazionale, Amm. Donato Marzano, esprime le sue personali condoglianze e quelle di tutti i soci della LNI alla moglie, al figlio e a tutti i suoi cari.