Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

I romani riscoprono, grazie alle attività sportive come vela, deriva, windsurf e kitesurf, il "mare di Roma". La Lega Navale Sezione di Ostia ha chiuso infatti la stagione balneare con numeri da record. Per la presidente Carola De Fazio è un "segnale incoraggiante" dopo l'emergenza pandemica ma soprattutto un indicatore sull'interesse dei romani per il litorale. "Sono tantissimi I cittadini della Capitale che hanno frequentato corsi o attività varie presso la nostra struttura. Lo hanno fatto con curiosità e serietà. Siamo veramente felici di questo rinnovato interesse per il mare di Roma, che è passione ma anche stile di vita sano", afferma.

I numeri: la parte del leone l'hanno fatta i più piccoli. Sono infatti 361 i giovani iscritti alla scuola vela da giugno a settembre. Vola a quota 122 il numero di chi ha preferito la deriva e il catamarano. Oltre cento hanno optato per l'attività agonistica. Sono invece 74 I romani che hanno praticato kitesurf presso la struttura del lungomare Caio Duilio, 47 quelli che si sono rivolti sempre allo stesso centro per il windsurf.

Ma le attività svolte durante l'estate alla Lega Navale di Ostia sono anche tante altre. Sono per esempio 41 gli iscritti ai corsi per le patenti nautiche e decine che hanno praticato almeno una volta canoa o sup. "Leggiamo questo rinnovato interesse - riprende De Fazio - come una gran voglia di mare, natura e libertà" .

L'impegno messo sul campo dalla Lega Navale di Ostia e da tutto lo staff tecnico e sportivo è stato fregiato di un prestigioso riconoscimento: è una delle migliori cinque scuole vela in Italia secondo la Fiv-Federazione Italiana Vela. "Un vero onore per noi. Ha ancora più valore in questo 2021 che speriamo sia di rinascita per tutti, anche per il mondo dello sport", conclude De Fazio.

 

FONTE: Ansa