Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. 

Torna in presenza la rassegna culturale “Uomini & Navi” giunta alla sua 14esima edizione e curata dalla Lega Navale Italiana sezione Chiavari-Lavagna con il patrocinio del Comune di Chiavari e la partecipazione di Marina Chiavari e dell’istituto Caboto di Chiavari. Dieci gli appuntamenti di questa edizione che si svolgeranno al Porto Turistico e inizieranno sabato 27 Novembre alle ore 17 per concludersi Sabato 26 Febbraio 2022.

Durante la Conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Chiavari l’Assessore alla Cultura e Sindaco facente funzione Silvia Stanig ha sottolineato come sia forte il rapporto che lega la comunità al mare e di come questo legame sia narrato con costante qualità dalla Lega Navale. Tradizione e innovazione da sempre ispirano l’area culturale della sezione di Chiavari-Lavagna secondo Federico Bianchi, Presidente L.N.I. che introduce tra le novità di quest’anno il gemellaggio culturale con il C.S.T.N. (Centro Studi Tradizioni Nautiche) di Napoli Istituto culturale della Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana riconosciuto dalla FIV quale istituzione culturale di interesse federale. L’appuntamento sarà per Sabato 27 Novembre con Paolo Rastrelli Direttore del CSTN che, in video conferenza saluta con calore il Tigullio a cui è particolarmente affezionato e anticipa la profonda portata culturale della Lega Navale che, come contenitore attivo e custode di un vastissimo capitale storico di cultura marinara, è una se non forse la prima realtà più rilevante in materia.

Ad alternarsi anche in questa quattordicesima edizione diversi relatori, personaggi noti del panorama locale e un nuovo volto quello del Comandante Antonio Raggi che tratterà di safe & security e delle sue esperienze in mare tra moderni pirati, terroristi e naufragi.

Monica Corte, Consigliera alla Cultura della LNI e Ambasciatore Pelagos introduce l’appuntamento con l’Acquario di Genova curato dal Coordinatore scientifico dell’Acquario e Fondazione Acquario di Genova Guido Gnone e di come la tecnologia software diventi partner della scienza nella gestione dei cetacei marini (Chiavari è al centro del Santuario Pelagos). Non manca uno sguardo all’ambiente in generale, a capire il destino del pianeta attraverso la migrazione degli uccelli per Federica Bisanti della LIPU, all’efficientamento energetico nelle nuove navi e ai giovanissimi con un appuntamento dedicato a un viaggio di scoperta a bordo di un kayak. Concluderà la Rassegna l’Associazione Amatori Palio del Tigullio con Carolina Birindelli e la Lega Navale gruppo canottaggio uniti nel ricordo sportivo di Marco Di Capua. Grazie alla partecipazione dell’Istituto di Istruzione secondaria G. Caboto gli studenti faranno gli onori di casa accogliendo gli ospiti e verificando le credenziali Green pass richieste per l’ingresso.

Circa 150 persone tra soci, autorità civili e militari ed ospiti hanno partecipato alla “Festa di fine stagione” organizzata dalla sezione di Pisa della Lega Navale Italiana. La bella giornata ha permesso lo svolgimento dell’incontro all’aperto nell’ampio piazzale della sede nautica, con il rispetto di tutte le normative anti-covid 19.

Salutando gli ospiti e le autorità, il Presidente della sezione LNI di Pisa Enzo Meucci, richiamato da poco a dirigere la sezione, ha voluto sottolineare proprio lo scopo di questa manifestazione, tesa a riprendere una vita il più possibile normale in una sede dove la socialità e la solidarietà è sempre stata alla base dello spirito della sezione.

Le autorità ed i rappresentati delle associazioni con cui la sezione collabora, sono stati chiamati a consegnare premi e coppe ai vincitori delle manifestazioni veliche, di pesca ed altre categorie, che si sono svolte in questi due anni, essendo stata annullata la passata edizione per via dell’emergenza Covid.

La serata si è conclusa con un piccolo rinfresco servito ai tavoli e con un dolce fornito da un socio, noto ed apprezzato pasticcere.

Il 16 ottobre la sezione LNI Garda ha organizzato un evento per coinvolgere il maggior numero possibile di barche a vela sui temi della salvaguardia ambientale e sviluppo sostenibile.

L’evento è aperto a chiunque abbia una barca a vela e sarà suddiviso su due percorsi: una regata FIV di 14 mn per gli agonisti, ed una veleggiata a vele bianche di 9 mn per tutti i diportisti.

Grazie al sostegno dell’azienda BTS Biogas, la Lega Navale di Garda organizza questa manifestazione con l’obiettivo di rafforzare il messaggio della sostenibilità nel mondo della vela e nelle comunità locali. L’amore per la natura e per lo sport associata alla consapevolezza della responsabilità di tutti noi nel garantire la salvaguardia del pianeta per e con le generazioni future.

Con il patrocinio del Comune di Garda, Kyoto Club e Plastic Free, sull’onda del concorso “Insieme Cambiamo la Rotta, No alla Plastica in mare, nei fiumi, nei laghi. Cambiamenti climatici, cause e rimedi” indetto con il Ministero dell’Istruzione, la Lega Navale Italiana sez. di Garda continua con BTS Biogas il suo l’impegno per stimolare i giovani nella riflessione sulle principali problematiche ambientali, cambiamenti climatici e inquinamento, e favorire una maggiore consapevolezza da parte di tutti sui temi della sostenibilità, della protezione dell’ambiente e della cura della “casa comune”.

BTS Biogas, un’azienda con oltre 230 impianti realizzati in Italia e nel mondo, presente da più di 20 anni nel settore dell’energia rinnovabile e la Lega Navale Italiana, che ha lo scopo di diffondere nella popolazione, quella giovanile in particolare, lo spirito marinaro, la conoscenza dei problemi marittimi, l'amore per il mare e l'impegno per la tutela dell'ambiente marino e delle acque interne, con questa edizione vogliono segnare l’inizio di un percorso sul lago di Garda che si propone di coinvolgere un numero crescente di sportivi giovani e adulti, di istituzioni, aziende e associazioni per contribuire alla diffusione della cultura della sostenibilità e della responsabilità.

La Sezione LNI di Procida ha organizzato con pieno successo, lo scorso 7 novembre, la quarta tappa del Campionato Zonale o’pen skiff.

Alla regata hanno partecipato, in una soleggiata ma ventosa  giornata,  circa 25  atleti giunti anche via mare dalla vicina Monte di Procida, nonostante vento di scirocco con raffiche a 16 nodi e mare formato con onde di circa  due metri.

Le condizioni meteomarine hanno sconsigliato la disputa di ulteriori prove oltre alla  prima agli under 13 , ovvero ai più piccoli che comunque hanno dimostrato grande preparazione e spirito sportivo nonostante diverse scuffie prontamente risolte. Per le categorie dagli over 13 e fino agli under 17, invece, si sono disputate ben quattro prove.

Alla premiazione, svolta sul pontile della  sede nautica LNI, il Presidente della Sezione, dr. Corrado Bianco  ha ringraziato  gli atleti ed i numerosi genitori intervenuti, comunicando che l’isola, nell’ambito del riconoscimento nazionale di Isola della Cultura, vedrà coinvolti in prima linea gli atleti della Sezione e tutti i soci .

Il primo posto per la categoria U13 è stato ottenuto da Matteo Attolico, della Sezione di Procida, mentre per la categoria U17 i primi tre posti sono stati ad appannaggio del circolo nautico di Monte di Procida dove si è fatta notare  la giovanissima Alessia Tianao.
I vincitori sono stati premiati dai componenti del Comitato di Regata e dall’Assistente del Delegato Regionale che ha svolto, nominato dalla FIV, la funzione di Capo Arbitro.

Ancora una volta la LNI di Procida testimonia quanto i valori che essa esprime dal punto associativo e di preparazione marinara siano  forieri di lusinghieri  risultati per i giovani e quanto il lavoro di questi anni, svolto dall’ex Presidente Amm. Scotto di Carlo e dai soci della LNI, sia stato fondamentale per raggiungere questi obiettivi.

Arriva a Firenze il racconto dell’avventura vissuta dal velista toscano Francesco Cappelletti, l’unico italiano che ha partecipato alla Golden Globe Race 2018, una delle sfide più estreme e controverse nella storia della vela in solitaria.

30.000 Miglia al Traguardo è il primo lungometraggio italiano della statunitense Gia Marie Amella e Giuseppe Mangione (Modio MediaProductions), vincitore del  Caorle Indipendentistica Film Festival 2021 nella categoria documentario.

La proiezione  avverà Mercoledì 13 ottobre al cinema della Compagnia e sarà preceduta da una presentazione di Martina Buzio (Presidente della Lega Navale Firenze-Prato) con la partecipazione del protagonista Francesco Cappelletti e dei registi Gia Marie Amella e Giuseppe Mangione.

Presso il Parco Giardino Mediterraneo, il Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per la BioEconomia IBE e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA, grazie ad una partnership che “unisce e riunisce” la gran partedella ricerca scientifica di Livorno, organizzano la Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori, in collaborazione con: Centro interuniversitario di Biologia Marina ed ecologia applicata – CIBM, Aplysia, Capitaneria di Porto, Scuola Superiore Sant'Anna e Consorzio LaMMA e con il coinvolgimento di istituzioni e stakeholder della città. Evento patrocinato dal Comune di Livorno.

Programma:

  • Scenari presenti e futuri di adattamento ai cambiamenti climatici - CNR IBE
  • Attività specialistiche e difesa dell’ambiente marino-costiero - Capitaneria di Porto
  • Verso un mare più pulito ed uno sfruttamento sostenibile delle risorse ittiche - CIBM-Aplysia
  • Dalla Natura ai Robot – Istituto di Robotica - Scuola Superiore Sant’Anna
  • Osserviamo il mare - Consorzio LaMMA
  • Aamps, Azienda Ambientale di Pubblico Servizio SpA Educational per la sensibilizzazione della cittadinanza sull’educazione ambientale
  • ASA, Azienda Servizi Ambientali SpA Modelli e attività di gestione e sviluppo «green per la salvaguardia della risorsa e dell’ambiente
  • Lega Navale Italiana sez. Livorno, in collaborazione con l’IC Micheli-Bolognesi, progetti di educazione ambientale per le scuole.

Dopo la sospensione a causa della pandemia da  Covid 19 si è svolta la tradizionale cerimonia dell’assegnazione del premio “Una Vita per il Mare“, che l’istituzione Cavalieri di Santo Stefano assegna a coloro che si sono particolarmente distinti nella propria attività in mare e che in passato è stato assegnato, durante la Presidenza dell’Ammiraglio Franco Paoli, anche alla nostra associazione.

Quest’anno il riconoscimento  è stato consegnato al Comandante Gennaro Arma della nave passeggeri Diamond Princess, messa in quarantena in Giappone con oltre 3700 passeggeri e che scese dalla nave solo dopo aver messo in sicurezza tutti i passeggeri ed i membri dell’equipaggio.

Durante la cerimonia anche la sezione di Pisa della Lega Navale Italiana ha  assegnato un riconoscimento, consistente in una  medaglia d’oro, ad un componente del corpo della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera, distintosi particolarmente nel corso dell’anno.

In questa sesta edizione il Presidente della sezione di Pisa della LNI  Enzo Meucci ha consegnato la  medaglia d’oro  al Tenente di Vascello  (CP) Valerio CHESSARI  con la seguente motivazione:

Comandante del porto di Piombino, in occasione della permanenzadella nave da crociera “Costa Diadema”, a causa della presenza a bordo di un focolaio Covid-19, forniva, in collaborazione con le Autorità locali, la necessaria assistenza, coordinando in particolare le pratiche di sbarco degli oltre 800 membri dell' equipaggio, assicurando la massima tutela ai lavoratori marittimi e mantenendo immutato e regolare il traffico portuale. Inoltre, prestava un prezioso contributo alla struttura Commissariale del Ministero della Transizione Ecologica impegnata nella ricerca delle cosiddette “ecoballe” disperse nel golfo di Follonica,  conducendo brillantemente la complessa gestione delle successive fasi di ritrovamento e smaltimento.
Con il suo agire ha contribuito in maniera significativa al rafforzamento della immagine del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e della Direzione Marittima della Toscana
”.

La cerimonia ha visto la presenza, pur con i limiti imposti dalle norme di sicurezza imposte dalla pandemia, delle maggiori autorità politiche e militari della nostra città.

Dopo un periodo di stasi, la Delegazione di Palinuro della Lega Navale Italiana rilancia la sua attività, sempre nello spirito della missione dell'istituto, il cui scopo principale è diffondere l'amore per il mare e per la natura e la cultura marinaresca soprattutto tra i giovani.

Il sindaco di Centola Carmelo Stanziola ha giustamente affermato che avere una sede della Lega Navale nel proprio Comune è un elemento di orgoglio e prestigio per tutto il territorio.

Il presidente della Delegazione di Palinuro Francesco Gallo e tutti i soci della stessa, che hanno deciso di continuare ad impegnarsi con entusiasmo per assolvere la missione della Lega Navale, faranno di tutto per non deludere le aspettative del sindaco e di tutti gli abitanti dello splendido territorio di Palinuro. Tutte le iniziative saranno sviluppate nel segno della collaborazione e soprattutto della concordia, nel senso etimologico della parola. Infatti, solo lavorando "con lo stesso cuore" la Lega, le istituzioni ed i cittadini tutti potranno raggiungere gli obiettivi prestigiosi che tutti si aspettano da un organismo di grande prestigio come la Lega Navale Italiana.

E proprio per dimostrare di essersi incamminati sulla strada buona, i componenti della Delegazione hanno voluto organizzare ben due eventi nel mese di settembre: la festa per la sosta delle vele della rotta di Enea il giorno 23 settembre e la regata di vele latine "Le Vele di Molpè", giunta alla V edizione, nei giorni di sabato e domenica 25 e 26 settembre.

Il primo evento, quello di giovedì 23 settembre, si è svolto all'arrivo delle barche a vela della Crociera dei Valori, nell'ambito della Rotta di Enea, che hanno sostato nel porto di Palinuro durante la prima tappa da Scario ad Acciaroli. La Lega ha organizzato un rinfresco con uno spettacolo teatrale. Si è trattato di una sintesi del musical "Palinuro, nocchiero di Enea" recitato dalla Compagnia degli Artisti Cilentani di Mauro Navarra. Inutile dire che l'evento ha avuto un grande successo.

Il secondo evento è stato la V edizione della regata di vele latine "Le Vele di Molpè", che si è svolta sabato e domenica 25 e 26 settembre, con cena e spettacolo musicale nella sera di sabato. Anche questo piacevole e ben riuscito.

Ancora una manifestazione all’insegna della solidarietà da parte della Lega Navale Italiana, sezione di Ischitella.

Domenica 12 settembre, il sodalizio nautico, che vanta diversi soci provenienti da tutta la provincia, ha organizzato una giornata in mare in favore degli ospiti della “Casa della vita brecciolosa”, struttura socio-sanitaria per il recupero di persone con problematiche psico-sociali con sede a San Marco la Catola. Nonostante un vento teso di maestrale, e grazie all’impiego di 10 natanti di una certa stazza messi a disposizione dai soci, 16 ospiti della struttura, 8 persone tra accompagnatori ed educatori, e un militare della Guardia Costiera, sono stati opportunamente distribuiti per una navigazione in piena sicurezza.

Il percorso, che inizialmente prevedeva una rotta costiera fino allo specchio d’acqua antisante San Menaio, a causa delle condizioni non ottimali del mare, è stato modificato. Gli ospiti hanno potuto navigare lungo il litorale ad ovest di Foce Varano, dove è ubicata la darsena della Lega Navale, potendo così osservare, oltre al profilo costiero, anche l’impianto di mitili, il più grande d’Europa. Le barche hanno raggiunto Cala dei Principi, vicino Torre Mileto.  Per tutta la navigazione c’è stata l’assistenza di una motovedetta della Guardia Costiera. Al rientro gli ospiti hanno trovato in banchina un assortito buffet.

Il Presidente della Lega Navale Massimo Di Giuseppe, ha commentato: “È stata una bellissima giornata di mare all’insegna della solidarietà e dell’integrazione sociale. Sono fiero della generosità dei soci che ho il piacere di rappresentare. Oltre a loro, voglio ringraziare il Comune di Ischitella e la Asl di Foggia, che hanno dato una grossa spinta all’iniziativa, e che l’hanno patrocinata. Un sentito ringraziamento va anche alla Guardia Costiera, sempre presente durante le nostre manifestazioni. Ringrazio, inoltre, il dott. Carmine Spagniuolo, direttore della struttura sanitaria “ Casa della vita brecciolosa”, Il Sindaco di Ischitella Carlo Guerra, l’Assessore al turismo Annarita Russo, il maestro di musica Ernesto Maiorano, la coordinatrice delle attività Annarita Catalano, e la signora Maria Dionisio presidente di Uria pro-loco di Ischitella”.

La Lega Navale sez. di Ischitella continuerà a promuovere iniziative simili in futuro.

I romani riscoprono, grazie alle attività sportive come vela, deriva, windsurf e kitesurf, il "mare di Roma". La Lega Navale Sezione di Ostia ha chiuso infatti la stagione balneare con numeri da record. Per la presidente Carola De Fazio è un "segnale incoraggiante" dopo l'emergenza pandemica ma soprattutto un indicatore sull'interesse dei romani per il litorale. "Sono tantissimi I cittadini della Capitale che hanno frequentato corsi o attività varie presso la nostra struttura. Lo hanno fatto con curiosità e serietà. Siamo veramente felici di questo rinnovato interesse per il mare di Roma, che è passione ma anche stile di vita sano", afferma.

I numeri: la parte del leone l'hanno fatta i più piccoli. Sono infatti 361 i giovani iscritti alla scuola vela da giugno a settembre. Vola a quota 122 il numero di chi ha preferito la deriva e il catamarano. Oltre cento hanno optato per l'attività agonistica. Sono invece 74 I romani che hanno praticato kitesurf presso la struttura del lungomare Caio Duilio, 47 quelli che si sono rivolti sempre allo stesso centro per il windsurf.

Ma le attività svolte durante l'estate alla Lega Navale di Ostia sono anche tante altre. Sono per esempio 41 gli iscritti ai corsi per le patenti nautiche e decine che hanno praticato almeno una volta canoa o sup. "Leggiamo questo rinnovato interesse - riprende De Fazio - come una gran voglia di mare, natura e libertà" .

L'impegno messo sul campo dalla Lega Navale di Ostia e da tutto lo staff tecnico e sportivo è stato fregiato di un prestigioso riconoscimento: è una delle migliori cinque scuole vela in Italia secondo la Fiv-Federazione Italiana Vela. "Un vero onore per noi. Ha ancora più valore in questo 2021 che speriamo sia di rinascita per tutti, anche per il mondo dello sport", conclude De Fazio.

 

FONTE: Ansa

Il 25 settembre del 2021, nella stupenda cornice dei rilievi montuosi e delle isole partenopee che racchiudono il Golfo di Napoli e di Pozzuoli, si è concluso il primo evento itinerante in mare della “Rotta di Enea”.

L’imbarcazione “La Fedelissima” – lasciata Sorrento nelle prime ore del mattino, e accompagnata da una flottiglia di canoe kajak simboleggiante quella troiana –  ha concluso il suo percorso, da protagonista festosa, della "Crociera dei Valori" sulla Rotta di Enea, in un simbolico abbraccio da Capo Palinuro a Capo Miseno nel ricordo dei due compagni di Enea, miseramente dispersi in mare: il nocchiere Palinuro e il trombettiere Miseno.

La suggestiva  navigazione ha raggiunto l'apice celebrativo quando nell'area flegrea del golfo di Pozzuoli una trentina di barche a vela, in un tripudio di suoni di trombe e di colori, si sono unite alla Fedelissima e alle canoe scortandola fino all'imboccatura del porto di Bacoli Miseno dove è approdata.

La Fedelissima, non nuova a questi eventi, era partita dalla base nautica della LNI di Scario il 23 settembre recando tra le sue sartie svolazzanti simboli dell'Associazione Rotta di Enea, della Lega Navale Italiana, del Consiglio d'Europa, del Parco nazionale Campi Flegrei e dei Comuni di San Giovanni a Piro, di Centola, di Pollica, di Sorrento, di Bacoli e di Pozzuoli.

La Rotta di Enea è il primo itinerario turistico-archeologico-marittimo che parte dalla Turchia e, attraversando cinque paesi, segue il percorso disegnato dall’Eneide per giungere sulle coste del Lazio all’antica Lavinium. In Italia la Rotta di Enea nel 2022 coinvolgerà tutte le regioni del Mezzogiorno continentale e la Sicilia, configurandosi come un progetto per il rilancio della cultura e dell’economia del mare.

Follonica ha ricevuto la carica dei 230 giovani timonieri della classe velica Optimist, che l’11 ed il 12 settembre si sono contesi la quarta tappa del Trofeo Kinder  organizzata dalla Lega Navale Italiana di Follonica presso la sede nautica in località Boschetto. L’evento è stato organizzato con il CN Follonica e la preziosa collaborazione della locale CRI, presente con un suo mezzo nautico.

Aperta ai timonieri nati negli anni 2006 – 2007 – 2008 – 2009 – 2010 (DIVISIONE A), 2011 – 2012 (DIVISIONE B), la manifestazione prevedeva sei prove nei due giorni, con un massimo di tre al giorno, sia per la divisione A sia per la divisione B. Sfruttando le perfette condizioni del mare il Comitato di regata ha potuto completare tutte le prove previste per questa tappa  del circuito Optimist Italia Kinder Joy of Moving.

Alla tappa maremmana hanno partecipato anche quattro atleti della Lega Navale follonichese : Giulio Mattanini, che ha chiuso con un buon 18° posto in classifica generale, Giovanni Lucifora, Ginevra Patania e Leonardo Felli alla loro prima regata importante dalla quale sicuramente hanno tratto importanti esperienze.

 

Classifica categoria Junires assoluta

1° CARRIERI FRANCESCO - CIRCOLO DELLA VELA BARI

2° ZINALI GAIA--CV ANTIGNANO

3° BEDONI GIOVANNI 1 - FRAGLIA VELA RIVA

4° DEMURTAS VICTORIA - FRAGLIA VELA RIVA

5° SIRENA LORENZO - ASD YC CAGLIARI

 

Classifica categoria Cadetti assoluta

1° DEMURTAS ANDREA - FRAGLIA VELA RIVA

2° NOTO FILIPPO -SOCIETA CANOTTIERI MARSALA

3° TIZZANO ANDREA - GDV LNI OSTIA

4° LENTINI VITTORIO -SOCIETA CANOTTIERI MARSALA

5° LUCCHESI PIETRO -TOGNAZZI MARINE VILLAGE 2

 

 

Vincono il trofeo “Giancarlo Paletti”, offerto dal Rotary Club di Follonica riservato ai nati nel 2010, il timoniere Lorenzo Intorto del Nauticlub Castel Fusano, mentre il trofeo dell'Anmi di Follonica (per i nati nel 2012) va a Filippo Noto dei Canottieri Marsala.